Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 13 luglio 2013

Chi è il Formatore? Chi il Progettista?

Progettista o Formatore

Il Titolo di questo Post non vuol essere un amletico rompicapo bensì una sorta di Manifesto che probabilmente avrei dovuto stilare al posto del 1° Post semiserio.

La ragione per cui ritengo importante inquadrare e meglio definire la figura del Progettista/ Formatore deriva sia da un esigenza di rivendicazione del dominio di competenza che da un imminente necessità di definire una linea di sviluppo (inteso come ricerca-studio-analisi)delle competenze future di questa figura professionale.

Per definire meglio le caratteristiche ma anche le contraddizioni di quella che ritengo una fase di passaggio che a largo spettro sta coinvolgendo le professioni (se non tutti gli aspetti del vissuto) dall'analogico al digitale userò una' intervista simulata che spero mi aiuterà ad essere più sintetico. 

In un certo senso potremmo dire che questa fase più che un cambiamento-evoluzione in Italia sta rappresentando quasi una minaccia allo status quo del paradigma culturale precedente tanto da farsi Questione assai spinosa e controversa.

Un paradosso incomprensibile ma che rispecchia lo stato di arretratezza del nostro paese che chissà per quali motivi è sempre così reticente alla voce sviluppo.

Iniziamo con l'intervista simulata:
  1. Quali sono le differenze tra il Progettista ed il Formatore?
    Spesso si fa confusione tra  il Formatore ed il Progettista della Formazione; il Primo è colui che ha un certo grado e livello di Expertise in un determinato ambito-settore disciplinare (Formale-Informale-non formale) e che in virtù del proprio bagaglio di conoscenze rispetto ai discenti (per convenzione novizi) tramanda le proprie competenze-conoscenze.

    Il secondo, il Progettista, invece è colui che sviluppa le strategie affinché il Formatore possa generare conoscenza ed apprendimento.

    Esemplificando una strategia può essere scegliere se usare un media anziché un altro o il modulo didattico più idoneo allo scopo-obiettivo prefissato.

  2. Quindi non possono coesistere? 
    Certamente ma un Formatore non potrà essere un Progettista se almeno non avrà conseguito un titolo di studio che lo qualifichi come tale e che gli dia le dovute competenze.

    Diverso è per il Progettista che se ha determinate competenze può formare e quindi essere Formatore e a prescindere dal talento dovrebbe essere in grado di progettare e sviluppare azioni sul processo formativo autonomamente.

  3. Quale sarà l'evoluzione della figura del Progettista della Formazione?  
    Una domanda difficile senza avere doti da preveggente ma quel che possiamo definire invece è l'attuale situazione in alcune aree geografiche italiane in cui l'arretratezza e le resilienze culturali ostacolano lo svilupparsi di questa figura professionale.

    L'imminente passaggio delle dinamiche formative dall'analogico al digitale nonché l'attuale crisi economica temo che siano già due valide motivazioni a prospettare un celere cambiamento non solo nella formazione del progettista quanto verso una svolta culturale.

    Un ottimo inizio potrebbe essere iniziare con la formazione delle nuovi figure professionali emergenti nel web.