Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 4 agosto 2013

Cos'è il Web 3.0 per la Scienze della Formazione

paradigmi rapporto semantica  web 3.0

Questo è un tema che scotta....già è sempre quello che ha fatto strabuzzare gli occhi all'informatico di turno che ha fatto scappare il tuo Prof. e nascondersi come un bimbetto che gioca a nascondino...ah non lo trovano più e che fai ti lamenti?

 Si so anche quella della diarrea nervosa che è presa a quel noto Guru Internet e quella masnada di Blogger con le vertigini che vaneggiano sulla semantica e il 14D...nà roba talmente triste che quando hai finito di leggerla tutta sfido anche il più abile dei Copia Incollatori a cavarne qualcosina di buono anzi di DECENTE!

Ora non è mia intenzione farvi venire la bava alla bocca per l'amor del celo duro come gorgheggiavano quei geni degli Squallor quindi vi eviterò due esperienze di una noia mortale:

- Di allegare il capitolo della mia Tesi che dedicai proprio all'argomento vi riporto solo il titolo giusto per esercizio fisico delle dita sulla tastiera: "l'Offerta formativa dal web 2.0 al 3.0"

- L'approccio accademico per giustificare la mia Tesi non quella Universitaria ma quella che sussegue un Ipotesi scusate il gioco per-verso di parole.

Per quanto comprenda che sia di una noia mortale l'approccio accademico per non parlare poi  dell'inutilità di quella tonnellata di Ipotesi che produce e che non stringono a nessuna Tesi ciò non vuol dire che non sia possibile farlo sinteticamente....no socio ho già capito a cosa alludi  non intendo sinteticamente in quel senso...

Il punto focale del mio elaborato vergeva a sdoganare questa responsabilità agli informatici e i Guru del settore insomma ritenevo all'epoca in quanto stiamo parlando dell'anno scorso a Dicembre/Gennaio circa che qualcuno dovesse prendersi l'incombenza di almeno provarci.

D'altra parte non mi sembra di dire una castroneria così pretenziosa quando anche se coloro che avevano predetto il raggiungimento dell'era 3.0 con l'avvento del web semantico nel momento in cui non hanno visto la sua consacrazione possano negare che si sia comunque verificata una sua evoluzione ad un livello sempre più avanzato.

Allora che facciamo lo chiamiamo 2.1 o 2.3 quale preferite?

Insomma lo ha fatto anche Android che non mi sembra sia proprio il figlioccio illegittimo del Web..inoltre non mi sembra che siamo rimasti al Web 2.0 sia come hardware che software...comunque nonostante tutto rispetto e comprendo le mire degli informatici e penso che non faccia certo male avere traguardi ambiziosi ma insistere sulla predizioni sarebbe come credere a Nostradamus e nel frattempo smettere di far appartenere a questi tempi  le scoperte che lui non ha mai visto! Poi basta un minimo di conoscenze relative le scoperte scientifiche per sapere che chi fa predizioni che si realizzano o scrive romanzi di fantascienza o miracoli...

Detto questo penso che Internet sia così tante cose che non possa essere ridotto al mero codice e grafica anzi da quello che ho visto molte innovazioni derivano da settori trasversali all'informatica o dalla fusione trans-disciplinare.

Ecco che siamo arrivati all'ennesimo perché di come mai ritengo con una certa serenità d'animo che la definizione dell'era di Web non debba essere più ricercata solo nel potenziale informatico ma diviso per ogni ambito settoriale disciplinare.

Probabilmente poi potrebbe avvenire una scoperta informatica che fa fare un' incredibile salto in avanti ma anche tante piccole evoluzioni che potrebbero significare molto sia separatamente che rapportate insieme alle altre....vedremo..per il momento quindi l'unico aspetto che mi/ci compete è quello di analizzare l'evoluzione del Web nel settore della formazione e più precisamente quali possono essere le differenze rispetto all'era 2.0 e le sue implicazioni.

Per quanto mi riguarda alla domanda cos'è il Web 3.0 per la Formazione la risposta che darei è che rispetto all'era 2.0 è che Internet offre al progettista della formazione la possibilità di disporre di Tools e Applicazioni non più separate e con un grado di maturità primordiale che facevano preferire le dinamiche analogiche a quelle digitali bensì un' ecosistema in cui esse sono inglobate Integrate e Sincronizzate tanto da aver reso il digitale il Plus della stessa azione sul processo formativo.

L'attuale grado di maturità avanzata della rete rende disponibile non solo l'estensione dei servizi capaci di amplificare l'azione sul processo formativo attraverso gli ambienti virtuali (social network, piattaforme) ma anche un loro uso esclusivo con pochi incontri in presenza(modalità blended).

Attualmente paragonare la fase iniziale dell'era 2.0 all'attuale periodo sincronico denota da parte di coloro che lo sostengono o un grado d'osservazione superficiale o l'ennesima prova di una mancata Visione d'insieme.

Ed è proprio quest'ultima a fare la differenza nelle dinamiche e nelle strategie che il Proj.Formatore può inserire nel suo design per raggiungere azioni sul processo formativo con un più alto livello di qualità ma anche con una riduzione drastica del livello di criticità dovuto alle oramai obsolescenti e vetuste lezioni frontali.

Sembrerebbe che attualmente l'e-learning e le sue dinamiche e letterature disponibili siano divenute solo un malaffare o il virus capace di trasformarvi in Morti Viventi come per converso la rete sia sempre più 3.0 e direte voi: ci risiamo al punto di partenza..!.Ed invece No!

Chi non vuole vedere NON è perché è un ostinato o ha talmente la soluzione sotto gli occhi che non la vede ma semplicemente perché non è un CREATIVO il cui operato a prescindere di quale sia il  contesto in cui agisca fa la differenza attraverso l' ORIGINALITA' questo perché sfrutta il sacro Graal di qualsiasi attività di progett-Azione ovvero : La VISIONE d'INSIEME!

Ora fate l'opportuno parallelismo : qual'è stata la tecnologia che ha consentito prima dell'attuale era internet al singolo di progettare e creare prodotti Formativi capaci di agire sui processi collettivi in totale autonomia e con la possibilità di agire in itinere ed in Real time attraverso l'integrazione e sincronizzazione di tutti i Tools ed Applicazioni /software in ecosistemi specifici per la formazione?

Tranquilli è giunto il momento delle conclusioni sia perché è domenica e sono stanco sia perché è un argomento che riprenderò in quanto necessita di ulteriori approfondimenti dico solo che le giustificazioni hanno l'osceno potere di trasformare i giusti in colpevoli  non è un segreto che suonino come l'estremo atto di convinzione per orecchi che non vogliono sentire quindi perché sprecare tempo a trovare spiegazioni inutili per persone che non fanno nulla e quindi nulla sono quando invece potremmo progettare piattaforme specifiche e personalizzate pronte all'uso e che sono dannatamente reali come reali sono i risultati che esse producono?

Beh io probabilmente inizierò già da adesso a traslare il tempo speso verso Zone adite ad investirlo al meglio!

 
Qualche articolino in merito all'evoluzione del Web:

Wikipedia: l'immancabile

Web 3.0: cos'è realmente: per i guru dell'informatica

Cosa s'intende per Web 3.0? Per i Marketter