Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 12 luglio 2013

Perché hai scelto il Web? O è Lui ad aver scelto te?

perché il web per lavorare?
Perché ho scelto il Web per lavorare?

Il protagonista di un film che ho visto qualche sera fa per mettere a tacere qualsiasi forma di paragone recitava dopo una breve pausa di riflessione quando veniva messo alle strette con una domanda sui generis esistenzialista con:

"......Perché no...".

Poi proseguendo con la narrazione del film la diegesi del film avrebbe dato tutte le spiegazioni del caso in relazione alle motivazioni che lo spingevano a rispondere così rivelando chi fossero stati coloro che nella vita lo avevano inspirato tramandandogli un misto di pragmatismo/coraggio per affrontare la vita e le sue difficoltà spesso impreviste ed impervie.

La rete non dev'essere paragonata alla vita analogica! 

Questo scontro/paragone verosimilmente dialettico deve smettere di esistere se ci teniamo al nostro futuro ed allo sviluppo se non del nostro amato et odiato paese almeno di quello individuale.

Ci sono persone che ancora credono che chi lavora in rete abbia fato voto di rinuncia alla vita...già nel 2013 siamo messi ancora così...e magari fosse il massimo grado di espressione del livello di inconsapevolezza distribuita.

Comunque sono molteplici i motivi che mi hanno spinto a lavorare nel Web e ho pensato di fare una scelta con i primi tre che mi vengono in mente senza starci troppo a pensare:

  • IL primo è relativo al fattore Immaginazione/creatività e per spiegarlo mi basterà dirvi che effetto mi fa quando penso alla rete ed al suo incredibile potenziale ed alla magia che avviene quando provo ad immaginarmi chiudendo gli occhi a come potrà svilupparsi. Per me questa sensazione equivale a divenire creativo o almeno provarci ma soprattutto sfoga in un qualcosa di concreto  nel momento in cui progetto e non rimane astratta. Questo per me è il Web: poter progettare e creare senza tutti i limiti imposti nel mondo analogico che mi hanno sempre portato all'immobilismo!

  • La seconda è relativa alle Scienze della Formazione che è quell'ambito di studio multi/trans-disciplinare che all'atto pratico per quanto insegnato in istituzioni che le riuniscono sotto un unico tetto non ho mai trovato un testo che ne fosse l'espressione o un insegnamento che almeno provasse ad effettuare un tentativo.Alla fine degli studi come durante spetta agli studenti e dottori tirare le somme con risultati che se esistono nessuno ne ha prova. Per questo motivo la creazione di un Blog secondo me riesce ad essere la prova che è possibile creare un unico prodotto che sia multi-trans-disciplinare inerente le Scienze della Formazione. Rischio volentieri di ripetermi ma anche in questo caso se non vi fosse stato il Web temo che quest'ultima possibilità sarebbe stata impossibile.Il Blog è uno strumento tecnologico che rappresenta l'evoluzione del Libro e in questo specifico caso rende possibile la realizzazione di un prodotto formativo che altrimenti né il cartaceo né il digitale (sia come sua conversione ma anche come E-book)  avrebbe mai potuto realizzare.

  • Il terzo punto ha a che fare con il secondo ed è inerente la Visione d'Insieme che ho già trattato ripetutamente in questo Blog e che  ritengo fondamentale per gli operai della scienze della formazione in quanto è un ambito di studi/settore disciplinare che è artificialmente il risultato della somma delle parti come della voce di ogni singola parte che compone il tutto.

    Per mia sfortuna ho contratto questa malattia genetica e quindi il meccanismo più che perverso è terapeutico e consiste nel soddisfare la mia necessità attraverso l'uso del blog che diviene strumento di espressione della mia visione d'insieme attraverso una disciplina che è a sua volta il frutto di questa pratica.

     In altre parole
    il Blog soddisfa la mia visione d'insieme quotidianamente frustrata e somatizzata!
    Quindi non arrabbiatevi miei cari capoccioni paradigmatici non è colpa mia ma è una semplice conseguenza naturale...del destino che mi ha fatto incontrare questo settore disciplinare...e pensare che se il sistema non fosse quello chiuso che è sarei a fare ben altro e a soddisfare ciò che desideravo fare ed essere...che ironia...

    Wow!! Oggi mi rendo conto rileggendo di quanto fossi fuso totalmente in overload ieri..sicuro che non è il mio miglior Post...tra l'altro il terzo punto non sono neanche sicuro sia quello che ho scritto tant'è vero che me ne sono scordata quando sono arrivato al secondo...

    ...comunque il concetto rimane lo stesso solo che il terzo punto fa da collante/legante con gli altri due...è il denominatore comune dove poggiano sia la Creatività che la Visione d'insieme. Il passaggio è riassumibile sinteticamente in questo processo:

    reperire gli elementi nel Web --> assemblarli con la Visione d'insieme --> produrre prodotti formativi inerenti anche la Scienze della Formazione attraverso il Blog.