Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 13 agosto 2013

Blog manuale Trans disciplinare in Scienze della Formazione

blog manuale scienze della formazione
Prima o poi ci sarei dovuto arrivare a quella fase che pur se provvisoria per dirla alla I.Welsh corrisponde all'andare al porno del discorso.

Tranquilli non è mia intenzione tediarvi con ragionamenti arzigogolati...

è agosto anche per me e se avete visto da che punto del globo scrivo capirete che qui è l'inferno e se non faccio post brevi mi squaglio sulla poltrona che con la sua pelle artificiale brucia anche senza lasciarla sotto i raggi solari.

No non sono in vena poetica ma un intro è d'obbligo e dev'essere lunga in modo tale da riempire lo spazio bianco sino alla spezzatura che se mi riesce....idealizzo all'altezza della parte finale della foto...

Ecco come potete vedere non mi è riuscito...che nervo... ma almeno l'intro è andata! Devo fare alla svelta perché con questo caldo mi si frigge il cervello e il rischio è che mi scordi di cosa volevo parlare...allora ripassiamo...; la prima cosa è essere sintetici evitare di arrivare all'ebollizione e non dire troppe zzate. 

Una vocina mi dice di raccontarvela tutta e di come le parole che precedono questo bisbiglio della coscenza siano il frutto di un delirio che si è assottigliato con la notte e che adesso io abbia ripreso dopo una sorta di sonno sudaticcio e febbrile in una stanza di un fottutissimo viale in una delle città più torride dello stivale oramai vecchio e logoro e demodé...

Oggi mi sono svegliato riflettendo su come mai alcuni noti guru della rete quelli che vorrebbero fare il web in italia per intendersi parlo sempre di quei soggetti che fanno finta di non seguirti e poi vengono a spiarti ma non compaiono fra coloro che ti seguono e che sono anche quelli che pensano di importi una insana gavetta solo per invidia già proprio quelli li..e su come casualmente per replicare un'idea che ho avuto in anticipo si siano decisi ad applicarla tra l'altro contemporaneamente proprio in questa settimana di agosto...coincidenze algoritmiche

Ricordo a questi fantomas che alcuni di questi servizi anche se non siete fidelizzati ma lo sono io a voi mi offrono un ottimo servizio di notifiche...ma che ve lo dico a fare....

Passiamo al focus ovvero quella folle teoria nella quale sostengo che non solo il Blog potrebbe sostituire la tecnologia del libro e tutti suoi derivati/declinazioni come il manuale il tascabile ecc. per generare apprendimento in contesti didattici ma potrebbe essere il primo manufatto tecnologico capace di realizzare un manuale trans-multi-inter-disciplinare e nella fattispecie nel campo della Scienze della Formazione

Bene fin'ora sembra proprio una figata ma come ogni teoria che si rispetti per reggere dev'essere dimostrata e allora diamo fuoco alle polveri. Il percorso che segue si focalizzerà su due punti o tracce principali:

  • La prima tesa a dimostrare come possa un Blog riuscire a fare quello che nessun manuale è riuscito a fare specie nelle scienze della formazione ovvero a produrre un manuale Trans-Multi-Inter-disciplinare.

  • La seconda a far emergere le peculiarità cognitive nelle applicazioni didattiche del Blog rispetto al libro analogico/digitale partendo da un analisi di stampo tipico delle indagini in ambito delle tecnologie dell'istruzione. La significatività più evidente è come si possa addirittura riformare un sistema dell'istruzione partendo da una tecnologia...che poi non è dire nulla di nuovo se pensiamo in modalità retrospettiva a ciò che ha fatto prima la scrittura poi la stampa con il libro alla nostra civiltà ma che invece oggi probabilmente lo status quo della cultura paradigmatica avida e incompetente ignora volontariamente o inconsciamente.




Appena tornato da un giro modello Dottor House non posso far altro che dire che potete credere a tutto come dubitare di ogni cosa ma se da una moto non avrete puntualmente una scarica di adrenalina capace di stiracchiarvi il sistema nervoso centrale e che nonostante la temperatura non invernale non vi da una RESETTATA al vostra corteccia celebrale beh temo che o siete VR46 o io ci andrei piano con quei confetti che non sono certo avanzati da qualche matrimonio....

Non ci resta che concludere questo post in tre tempi come si faceva una volta nei circolini e mi sa che se non mi do una raddrizzata ci scappa puranco il quarto...però che palle non avere un argomento un po' più leggerino....pazienza questo è quello che passa il convento non saranno i Guns N'Roses ma neanche Gigi d'Alessio..almeno spero..

GIUSTIFICAZIONE DEL PUNTO NUMERO 2
Se non ricordo male neanche ieri parlavo di quel Trip della ZSP (zona di sviluppo prossimale)che è definita come la distanza che intercorre tra il livello di sviluppo attuale ed il livello potenziale. Ognuno ha il suo è individuale alle volte è incredibilmente scontato altre è sexy e tante altre ancora sono pressoché infinite..

..si è vero l'ho notato anche io che ci sono delle ripetizioni come se i personaggi della tragedia fossero in un qualche modo limitati e ripetitivi ma quella è un'altra cosa che casomai ha a che fare con i ruoli sociali il cinema e un sacco di altre piccole cosette condizionanti.

Ma a noi interessa l'apprendimento non giocare a fare gli strizza cervelli (qui ometto il trans disciplinare) la teoria della ZSP è al quanto rilevante in epoca social nella fattispecie Digital e lo è perché la stessa sosteneva che proprio in questa zona può succedere di tutto come un bel niente e questo fa tutta la differenza del mondo.

Questo perché un certo Vygotsky non aveva concluso la sua teoria definendo la ZPS un qualcosa da fare in solitudine bensì  che facilitasse il raggiungimento del livello potenziale attraverso l'aiuto degli altri. Beh anche quest'ultima affermazione può fare tutta la differenza del mondo...come anche no...ma nel dubbio meglio essere aiutati che no..non ne convenite anche voi?

Io per esempio appartengo a quella categoria che non ha mai ricevuto l'aiuto di nessuno e che ha dovuto fare tutto da solo...Questa teoria mi fa molto comodo per giustificare il secondo punto che ho citato pre video dottor house postato ovvero qui sopra quello che sostiene che un Blog possa sostituire i manuali i libri e quant'altro a parte le L.I.M. per divenire il miglior strumento didattico tecnologico dell'era contemporanea. Lo so la domanda a cui devo rispondere è PERCHE'? E magari senza girarci troppo intorno ....

Può sostituire i libri sia digitale che cartaceo in quanto i BLOG sono strumenti flessibili ubiquitari e dinamici per l'apprendimento che da alienante ed isolante come lo è stato il libro (compreso l'e-book) si è fatto social ma soprattutto costruttore di conoscenza non PASSIVIZZANTE ma ATTIVA.

IL blog attualmente è l'unico strumento che esula dal vincolo della produzione della conoscenza preconfezionante e ahimè markettara e che è costruttore attivo di conoscenza ma anche al contempo generatore di apprendimento dinamico e quindi non rigido ed impositivo nonché alienante e passivizzante.

Attualmente nessun e-book per quanto progettato idealmente può soddisfare soggetti se non siano in età prescolare o delle scuole primarie e dell'obbligo che anche se ottimizzati da interfacce user friendly (Tablet smartphone) rimangono pur sempre prodotti appartenenti al vecchio paradigma di prodotti la cui offerta formativa è progettata e prodotta preconfezionata ma che sono poco adatti a soggetti adulti in formazione permanente. Se ricordate nel mio precedente POST: Curricolare attitudinale o nepotismo? 

Ho già trattato il tema della riforma scolastica attraverso il sistema ATTITUDINALE che non è certo voluto essere un esercizio di style liberal ma che faceva spazio all'uso del blog come strumento didattico che per chi mi ha seguito abbiamo visto riuscire a sviluppare e potenziare la parte creativa il senso critico la capacità di astrazione e quella di collegamento (relazione e correlazione).

L'istruzione potrebbe divenire così non impositiva e costrittiva e questo perché oggi disponiamo di tutti gli strumenti tecnologici per poterlo fare a differenza di quando ci provò N. Postman (che ebbe il coraggio almeno di provarci...ma ne veniva fuori un quadretto a metà tra il valido ed il pallosetto) il problema invece siamo noi che siamo indietro rispetto ai nostri mezzi che invece sono più che maturi!

Ma la parte più HOT è il sistema valutativo pensate all'istruzione che liberatasi finalmente degli esami come unico mezzo che segue l'obsolescente libro preconfezionato ed è basata sul solo stress mnemonico ed al tripudio della tecnica sarà basato sulla valutazione personalizzata e just in time degli allievi e sulle loro capacità critiche e doti semantiche.

Questa è più di una rivoluzione è fare sesso col futuro...è immaginare l'umanità felice d'imparare!


GIUSTIFICAZIONE DEL PUNTO NUMERO 1
Si tranquilli questo sarà meno articolato e lisergico del precedente per questo ho invertito l'ordine...per sfiancarvi da freschi...dicevamo come il BLOG possa divenire il primo Manuale Trans-Multi-Inter-Disciplinare perlomeno nel vastissimo e variegatissimo settore disciplinare delle Scienze della Formazione.

Parto subito con l'assunto che realizzare un manuale giunti a questo punto della nostra evoluzione storica è una necessita in quanto molte discipline come la Filosofia della Formazione  l'ecologia dei media la pedagogia e la psicologia dell'educazione presentano questioni aperte e zone di sviluppo senza soluzione di continuità per la loro stessa natura intrinseca e che la loro separazione significa esporle al senso comune di discipline inconcludenti o settoriale con alto tasso di criticità

La loro forza consiste nel fitto intreccio di relazioni e correlazioni che sviluppano per il problem solving il resto spiace dirlo ma è aria fritta al pari delle mie strampalate teorie..se non addirittura molte volte inquinamento acustico.....insomma tante di quelle stronzate che non si possono più sentire! 

Con queste righe abbiamo spiegato l'esigenza di un manuale trans-disciplinare e cosa ci può essere di meglio di una fitta rete ipertestuale come quella generata da un Blog per realizzarla?

E per fare sviluppo cosa c'è di meglio attualmente si poter disporre della struttura-architettura liquida di un blog che nell'insieme racchiude attraverso le categorie che sono le singole parti e attraverso le quali è possibile risolvere e sviluppare le questioni aperte che chissà cosa potrebbero divenire se esposte al dominio di intelligenze collettive?

                                Quindi schematicamente
  • Trans-Disciplinare = Collegamenti Ipertestuale compresi Iper Link con produzione di Ipertesto Dinamico e Social.
  • Multi-Disciplinare = Categorie di un Blog con tutte le discipline.
  • Inter-disciplinare = Collegamenti ipertestuali intestini statici ma silenti a livello dinamico per la costruzione di conoscenza.
                                                      
                                            GAME OVER