Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 8 dicembre 2013

Questo non è un paese per vecchi...John Lennon tribute

pacifista guerra amore vita speranzama neanche per giovani proseguendo il titolo -con un tono di resa- è il pensiero che mi ha attraversato la mente ieri sera mentre guardavo un docu-film sulla controversa storia vissuta da John Lennon nel suo periodo di permanenza negli States conclusasi con il tragico epilogo che tutti conosciamo.

Oggi John avrebbe 73 anni ve lo immaginate anziano? Io no!! Insomma quest'uomo era capace di comunicare attraverso modalità cosi anticipatrici rispetto ai sui tempi tanto da risultare incomprensibile ai più suoi contemporanei...che aggiungo sarà un caso ma rispondevano al nome di bigotti!

Oggi potrebbe esistere un nuovo J.L.?

Una domanda che mi sono posto spesso è se stelle di questo calibro alludendo ad individui che possiedono capacità anomale tanto da risultare talmente luminose da guidare addirittura movimenti umanitari globali destinati altrimenti all'oscurità della vita rinasceranno mai e soprattutto se abbiamo la speranza che questo avvenga ogni tot di anni...

Perché dalla versione storica con cui ci hanno programmato sembrerebbe che dovremmo ragionare in termini di mila? Anni? 

O forse secoli?

...Diciamo che da quando è morto il noto cantante pacifista sono trascorsi abbastanza anni per essere invece certi di che volto hanno dato a questo mondo coloro che lo governano; dagli imperialisti americani alle vili banderuole Italiane e così via continuando fino all'invero simile in una spirale di corruzione e di immoralità.
Una sola verità quasi inconfutabile ci rimane...un'eredità e anche un futuro certo: poter disporre di un mondo fatto di disperazione e povertà interiore senza precedenti inaccessibile alla gente al popolo o per dirla alla ex Beatles People.

Il popolo non ha più Power ed è intrappolato in una sorta di meccanismo inerziale che non solo è insoddisfacente ma rappresenta un ricatto continuo che fa leva su comportamenti omertosi finalizzati al depauperamento etico e morale.
La dose di bromuro quotidiano è data da un sistema coercitivo castrante e demotivante in cui tutto è fatto a misura di idiota obbediente e servile per gli obiettivi avidi e sterili dei potenti.

Quel che colpisce è l'incredibile forza del messaggio di Lennon che resta non solo immutato nel tempo ma ad oggi non si può non constatare che sia stato addirittura predittivo..
..forse oggi la situazione è andata ben oltre la sua immaginazione per quanto sia difficile dirlo vista la testimonianza che ci ha lasciato della sua incredibile evoluzione come essere umano nella sua breve parabola esistenziale ma l'arroganza come allora è sempre disponibile al caro prezzo della prepotenza!

Anche il non rispetto e calpestamento dei diritti umani e civili è rimasto pressapoco invariato se non che germoglia sempre in nome dell'odio e della violenza! Non è cambiata neanche la Censura onnipresente e castrante che ieri uccise questo leader carismatico e pacifico e che ha mietuto le sue vittime facendo ricadere la sua pesante falce sulle vite di altri personaggi di spicco che hanno cercato di rendere questo mondo se non un posto migliore almeno un luogo dove poter sopravvivere..

..penso che sia inutile elencare i nomi...la differenza è solamente che oggi essa si è fatta più sofisticata oggi il sistema non commette lo stesso errore che commise negli anni '70 e quelli a seguire in cui per sfruttare meccanismi commerciali si ritrovarono a non riuscire a gestire e controllare personaggi scomodi poiché d'intralcio per le loro oscure mire in quanto coloro che sono portati a ragionare fuori dagli schemi oggi vengono allontanati alienati e resi intellettualmente inermi.

Un uomo deprivato del sociale è come un volto senza specchio!

Quindi anche se il messaggio di John Lennon rimane attuale il sistema ha creato una tale impotenza mentale che oggi quei pochi che si salvano non possono fare niente se non rassegnarsi ad un avvenire di solitudine e sofferenza:

quindi amico mio se tu anche tu navighi in queste acque e casomai saresti anche capace di cambiare e migliorare sto' mondo e sei qui tra noi rassegnati probabilmente morirai senza neanche saperlo o averne la consapevolezza di poterlo fare!

D'altra parte non dico niente di nuovo quando sostengo che sembra che sia un po'equivoco che personaggi rivelatesi veri umanisti nella storia e con un forte senso altruistico non siano arrivati ai 40..

.. sembra che se vuoi cambiare le cose al mondo e ne sei capace se poi superi questa soglia ti capiti necessariamente una fatalità....ovviamente tragica....
.
Una teoria io l'avrei ed è che gli umanisti rispetto ai matematici stitici abbiano il loro periodo maggiormente creativo proprio dopo quest'età e che oltre che potenzialmente tutti questi personaggi data la loro lucidità sarebbero diventati sempre più determinanti nello scorrere degli eventi....quasi dominandoli..come solo i leader hanno capacità e qualità innate di poter fare e sostenere.

Perché invece i grandi uomini di scienza fedeli ai regime arrivano sino all'incipiente quarta età?

Quanto avrebbe potuto dare la mondo un comunicatore come J.L. con un tale mente aperta ricco e con un seguito mondiale? 

Difficile dirlo mentre è facile senza neanche fare i dovuti contrasti quanto poco anzi nulla ci hanno dato coloro che hanno governato sino a questo momento.

Basta guardarsi intorno comprese le crisi economiche forzatamente indotte per capire senza peccare di presunzione che con loro almeno alcuni di noi avrebbero avuto un posto dove stare e delle persone amiche con cui dividere il già pesante e difficile fardello del percorso esistenziale.


« If you want to be a hero, well, just follow me. »   « Se vuoi essere un eroe, bene,      seguimi. »
(Working Class Hero, John Lennon)