Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 9 ottobre 2014

Educazione continua-permanente: Formazione Esperienziale

Cosa ci riservi il futuro nell'ambito dell'addestramento-educazione-istruzione è veramente difficile stabilirlo alla luce del sempre più rilevante apporto dato dalla tecnologia oramai divenuta quasi insostituibile ed imprescindibile specie nel settore della comunicazione-formazione.

Formazione professionale educazione istruzione apprendimento addestramento
gadget.wired.it


Futurollogo de' noantri

Fare previsioni quindi è sempre più difficile e non basta essere eruditi per provarci visto che la storia parla chiaro: spesso gli esperti non hanno saputo riconoscere l'affermarsi di una tecnologia o non hanno capito preventivamente il "flop" di un'altra.

Ragionando invece più nel breve termine senza sforare in visioni appunto da futurologo ritengo che il settore della formazione continua-permanente salvo scoperte impreviste se proseguirà sviluppando gli attuali paradigmi della tecnica e dei media agirà prevalentemente su i seguenti fronti:

  • Tecnologia Invisibile: integrazione progressiva delle macchine-medium nella vita analogica sino al punto di non essere distinte con le quali non saranno più necessarie interazioni complesse e la cui distribuzione quindi sarà di massa e quindi per tutti i livelli di expertise.
  • Comunicazione Ubiquitaria: dipendente dalla evoluzione tecnologica che ci consentirà di comunicare sempre più agilmente e attraverso modalità integrate anch'esse possibili durante operazioni riflessive senza distoglierci e distrarci da altre complesse e più importanti a loro volta riflessive come lo sono quelle di addestramento-formative.
  • Formazione de-geografica: faccio riferimento all'istruzione universitaria o formazione lavoro che a seguito dei precedenti due punti e la loro evoluzione consentiranno azioni sul processo formativo sempre più poste in essere/pratica direttamente sul campo attraverso modalità "Just in time" anziché "in aula/a distanza" in un contesto prettamente teorico e di simulazione.

Le passé

Attualmente le forme di addestramento sono quasi sempre divise in lezioni teoriche e pratiche (solitamente miste-blended) ed il nostro livello di competenza è giunto parallelamente sino all'esacerbazione di tale metodologia il quale è già stato surclassato dalle moderne tecnologie che oltretutto presto consentiranno l'opportunità di unire entrambe le modalità in un'unica attività geograficamente collocata direttamente sul luogo di apprendimento e con il controllo da parte del docente come di una equipe di tutor-docenti e probabilmente con la possibilità di farlo senza limiti di tempo.

Il Futuro è già adesso

Ho sintetizzato questa nuova frontiera della formazione e delle dinamiche di apprendimento battezzandola con il nome-definizione:

"Formazione Esperienziale: la quale consentirà nuove forme anche di evoluzione umana e del comportamento a livello emozionale nonché attraverso la rapidità dell'assimilazione dei modelli concettuali e mentali utili ai fini delle attività e dei processi di lavoro consentendoci così forse di poterci finalmente dedicare ad attività a cui teniamo di più o considerate più importanti eliminando di fatto quelle noiose ed inutili da imparare o facendolo assai più velocemente e con meno impegno cognitivo.

Con molta probabilità ciò che ho pronosticato non è altro che una evoluzione del "learning by doing" che però si differenzierà rispetto a quello attuale attraverso un coinvolgimento sempre più profondo della nostra natura emozionale da sempre e a torto allontanata dai processi di addestramento in quanto vista come declassante ma recuperabile ad oggi e sempre di più nel futuro grazie alle moderne tecnologie che andranno via via affermandosi ed affinandosi cosicché imparare/apprendere avvicinerà l'uomo a ciò che ci distingue nel mondo animale: le emozioni.