Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 9 dicembre 2014

Google Plus: aumenta i followers al tuo Blog

blog blogging google plus social media network
Chi ha un blog non può esimersi dal conoscere il concetto di nicchia Online; volente o dolente presto si troverà a farci i conti da vicino in quanto il fulcro dell'attività del blogger verte principalmente a carpire in che modo catturare l'aspettativa dell'utenza al fine di convertirla attraverso i propri contenuti in followers facendo leva, ovviamente su uno o più argomenti di interesse specifico.

Se avete già letto l'eBook inerente ai vantaggi di disporre di un blog powered by Blogger (com'è questo su cui sto'scrivendoil passo successivo è capire come poter incrementare il vostro pubblico e tema di questo Post è parlare di una possibilità offerta dal noto social Google Plus per aumentare-amplificare questa tipologia di conversione.

Come si evince dalla foto nel momento in cui condividerete il vostro post e fortunatamente ciò vale a prescindere dalla piattaforma CMS che adopererete per il vostro blog avete a disposizione l'opzione attivabile tramite spunta per inviarlo tramite email rispettivamente alle singole cerchie che sceglierete sino a raggiungere un limite numerico massimo deciso da Google plus.

Ovviamente se lascerete la condivisione 'pubblica' supererete abbondantemente il limite posto in essere, perciò, vi suggerisco di suddividere le pubblicazione in tante volte quante ne ritenete necessarie per ciascuna nicchia-cerchia e farne una, poi, aggiungendola a vostra discrezione eventualmente 'pubblica'.

 Suggerimento:  realizzate tante piccole nicchie 'specializzate' con un ridotto-stretto numero di utenze realmente interessate agli argomenti, cosicché, svilupperete una sorta di Mailing List ben più capillare e di qualità rispetto a quelle tradizionali ed a gittata tipiche dei servizi da 'coinvolgimento tematico' a largo spettro.
L'equilibrio di pubblicazione può oscillare, perciò tra: il tutto aperto della modalità 'pubblica' al parzialmente chiuso del selezionato tramite le 'cerchie'; trovare il giusto compromesso/personalizzazione/grado di apertura del canale di pubblicazione da calibrare sulle rispettive specifiche di ciascun autore sarà l'obiettivo che dovrete perseguire attraverso l'attività svolta nel periodo dedicato all'apprendimento di suddetta pratica-funzionalità. (poter usufruire di insights specifici non sarebbero certo un male...pensaci sòr Google)

Un ulteriore vantaggio è di poter spedire tramite email anche ad i gruppi-community dello stesso social e quindi potersi specializzare per pubblicare in taluni di essi.

L'importante è non farsi prendere troppo la mano nelle spedizioni finendo così per irretire, casomai, chi poco interessato o rischiare di assillare chi non vuole ricevere molte email intasandogli l'indirizzo di posta elettronica.

Purtroppo non disponendo di alcun riscontro è difficile capire umori e pareri in questo senso; perciò meglio farsi furbi ma soprattutto educati. (anzi ne'approfitto per chiedere scusa per coloro che ho assillato in questo periodo di apprendistato e di presa in confidenza con tale nuovo servizio

Quindi Targettizzare è l'imperativo da seguire nello svolgimento di questo pratica di lavoro inerente la quotidiana attività di sharing, casomai, creando piccole nicchie-etichette da servire con post dedicati e poco frequenti.

La corrispondenza tra 'nicchie Online' e 'cerchie di Google Plus' è abbastanza facile da comprendere senza approfondimenti, piuttosto, sta' alla vostra abilità e sensibilità nel comprendere le aspettative dell'utenza per trasformare questa funzione in un servizio si spera quanto più possibile discreto e di utilità anziché l'ennesimo stressa utenze senza ritegno.  

Potremmo dire che trattasi, anche di un'evoluzione del Feed-RSS senza ombra di dubbio in cui anziché fare affido alla criticità del processo di fidelizzazione al servizio saremmo noi a semplificare e ad inviare i nostri contenuti direttamente ai potenziali interessati creando un ben più alto livello di personalizzazione capillare e tassonomica dedicato.

Gestire un tale servizio di personalizzazione, probabilmente, di consentirà anche di raggiungere quella parte di utenza che non si sarebbe mai abbonata al feed perché interessata, casomai, ad una sola tematica da noi trattata ma soprattutto quelle di provenienza dal social g+ che rispetto a Facebook presenta connotati più vicini all'uso esclusivo in qualità di social network che non da social media.

Selezionando attraverso la costituzione delle 'cerchie' l'identità tematica data dalle preferenze dei nostri followers possiamo, oltretutto, canalizzare a nostro piacimento cosa inviare e cosa no stabilendo una cernita dei post anche all'interno di una stessa cerchia tematica; direi un vantaggio non da poco che si aggiunge agli altri lato utenze ma questa volta per l'autore.

Bene ora disponete di tutti gli elementi necessari sia per incrementare il numero dei vostri followers che per migliorare la qualità del servizio: non vi resta che trovare il giusto equilibrio di pubblicazione e maturare i risultati attesi che non tarderanno a manifestarsi!