Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 4 dicembre 2014

Social Network : Fiaschi all'Italiana

social network rete professionali comunità di pratica
projects.cs.dal.ca
E' fenomeno dilagante quello di realizzare nel Web ad opera di sedicenti layout strutture informatiche il cui funzionamento per essere garantito abbisogna d'essere fondato su base sociale altrimenti denominate social network consistenti appunto in reti sociali il cui scopo comune è perseguire il medesimo obiettivo professionale.

Ironia della sorte continuo a vedere per tali strutture il medesimo modus operandi in relazione al reclutamento ed alla fidelizzazione delle utenze che non solo dovrebbero costituirne l'esoscheletro principale ma anche l'identità fondante come lo spirito costruttivo tipico delle dinamiche collaborative e cooperative delle comunità di pratica.


Tecnologia responsabile?

Quest'ultime proprio in virtù delle strutture di recente evoluzione informatica potenziatesi sotto l'aspetto e le modalità comunicative dovrebbero fiorire e prosperare all'insegna della dissolvenza dei limiti-vincoli pratici anziché rivelarsi quasi sempre un inesorabile fiasco.

Paure e Pregiudizi

Dinanzi ad una tale evidenza va da se' che coloro che professano l'inutilità tecnologica siano sostenuti da un confronto schiacciante ai danni di quella che invece si rivela essere una tecnologia tra le più efficaci nella storia dell'umanità in ambito formativo.

Badate bene non sto' certo insinuando che la tecnologia sia 'calda' al pari dei rapporti umani in presenza ma che a seguito di quelli analogici quando intesi come veri e soprattutto costruttivi i digitali ne costituiscono una amplificazione profonda e dannatamente efficace oltre che efficiente.

La Tecnologia come panacea di tutti i mali? Alias disumanizzante?

Certo che rispetto-volontà-serietà non si dissolvono nei bit al pari come non ha fatto per secoli nell'etere all'atto della trasposizione analogico versus digitale come non le si inventano 'codeste' qualità se già in partenza non esistono e non sono contemplate nella dimensione, diciamo, tradizionale.

Ovviamente a deprecare totalmente questa meravigliosa potenzialità già vittima del depauperamento umanistico della società in cui viviamo non poteva mancare il network marketing forma deteriore del capitale umano a pro dei soliti marketter di turno.

Un quadro che questa volta non denota l'ennesimo insuccesso delle strutture-architetture-piattaforme informatiche e giustifica la loro stigmatizzazione; bensì evidenziano il fallimento del capitale umano risorsa divenuta sempre più rara se non addirittura inesistente.

Siamo dinanzi al solito 'transfert' che confonde il colpevole con la colpa; più semplicemente l'attribuzione al vero responsabile/artefice.

Oltretutto teorici del complotto assurgono a valide motivazioni a ragione di questo atteggiamento resiliente e di banalizzazione di questi potenti strumenti mediatici e di lavoro che per non andare fuori tema non cito in questo post .

La fiducia come soluzione

Inoltre sarà difficile che gli informatici riusciranno ad essere convincenti al pari di com'è già accaduto con il successo di altri colossi sull'onda della novità o dell'irrinunciabile utilità.

Il processo di fidelizzazione non si 'fa' da solo' in virtù di una grafica convincente o dell'aggiunta dell'innovazione di turno o dell'aumento dei servizi bensì con un'attività parallela a quella di Start up la quale richiede 'fede' da parte dei reclutatori ed impegno costante che perduri sino al conseguimento della maturità della piattaforma.

Ottenere il medesimo risultato attraverso la pubblicità sono sicuro che chiunque vi si sia imbattuto si è reso conto che non è sufficiente perciò non rimangono né marketter né tanto meno esperti in comunicazione utili alla causa ma solo il rimboccarsi le maniche e proporre un servizio vero e genuino anche se oramai la fiducia come ritorno/risposta da parte dell'utenza a questo genere di servizi latita sempre di più rendendone così difficile la conquista anche con i propositi e le offerte migliori.