Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 25 giugno 2015

Tre ragioni per aprire un blog

blog blogging blogger
Fonte Foto


Tra gli effetti collaterali che si annoverano a coloro che praticano del sacro santo blogging non sono da trascurare tre sintomi, i cui sviluppi, promettono una prossima crescita professionale e che sono:


  1. Incremento sviluppo del 'vocabolario trasversale': forse sono antico, probabilmente intaccato dalla ruggine oramai da tempi arcani ma a mio avviso una cultura generale quanto più ampia risulta essere e maggiori saranno gli orizzonti capaci di espandere le linee di confine quanto di demarcazione della capacità di un professionista/soggetto nelle sue attività riflessive da cui poi deriveranno le proprie progettazioni.

    Inoltre,  'formarsi per formare' attraverso un blog richiede e comporta l'apprendere competenze trasversali indispensabili per lavorare nel Web, perciò, implica necessariamente un ampliamento di vocaboli-definizioni poste tra branche della conoscenza differente e ahimè ancora separate.

    Ne risulta, così, un incremento delle capacità logiche di collegamento trans-disciplinare da cui ne deriva un linguaggio oltre che più articolato, sicuramente, più capace intrinsecamente di esplicitare concetti con maggiore chiarezza, facilità ed efficacia comunicativa.
  2. Sviluppo della capacità riflessiva: credo che non sia certo necessario citare quanta letteratura abbia analizzato il processo di scrittura; constatando, rispetto a chi non lo pratica, un esercizio riflessivo da cui deriva una produzione teorico-concettuale.
  3. Ampliamento degli orizzonti e dei confini della propria cornice teorica: chiamata nel gergo umanistico 'brainframe', teorizzata ed osannata, dal grande Derrick de Kerckhove, sostanzialmente, dichiara che il Web è la sintesi manifesta della intelligenza connettiva e perciò, attualmente, il migliore strumento a disposizione per sviluppare tale capacità dell'intelligenza umana.

    Da cui deriva una 'mente aumentata' la quale crea configurazioni nuove di intelligenza; il blog è un media-sistema di comunicazione che rappresenta una delle forme tra quelle, attualmente, disponibili Online per sviluppare l'intelligenza connettiva.

 CONCLUSIONI 

E' normale che esistano/resistano forme di scetticismo e di pigrizia mentale nell'affrontare un cambiamento di pensiero dopo anni di dominazione da parte della società della informazione esclusivamente verticalizzata;

"Comprendo benissimo che è un cambiamento difficile e assai faticoso!

Ma, altresì, le opportunità di comunicazione orizzontale, come l'incremento delle capacità connettive sono un chiaro segnale di un cambiamento che trascende quello meramente epocale con chiare implicazioni nella mutazione delle nostre capacità cognitive.

Coloro che evangelizzano il contrario nascondono una evidenza scientifica...
bisognerebbe comprenderne le implicazioni, magari, ragionando in termini evolutivi e non conservativi.

Relegare il blog come strumento prettamente corporate è un atto di marginalizzazione senonché di ostracismo nei confronti delle Scienze della Formazione.

Per queste ed altre ragioni mi prodigo nello scrivere, quotidianamente, contenuti inerenti il blogging ed i suoi valori intrinsechi in merito alla produzione di formazione come il consumo della stessa attraverso l'auto-formazione

Insomma è un atto dovuto; di responsabilità e rispetto, innanzitutto, deontologica!

Il blog deve divenire il principale di strumento del Formatore e al servizio della Formazione; le sue tecniche insegnate, le strategie apprese e le competenze necessariamente certificate!