Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 15 ottobre 2015

Facebook Note Pulse Linkedin o blog?

Linkedin Facebook Blogger Wordpress

Sui servizi di blogging Note di Facebook e Pulse di Linkedin sono stati già spesi fiumi di parole, quindi, eviterei di addentrarmi nelle disquisizione puramente tecniche come nei meandri dei parallelismi su base prestazionale;

bensì, essendo questo per lo meno fino a prova contraria un blog umanistico ho il piacere di fare una osservazione a distanza di alcuni mesi dall'integrazione di Pulse in LinkedIn a seguito dell'incremento di popolarità che si è manifestato.

Chi mi conosce o meglio è collegato già da tempo al mio profilo LinkedIn conosce bene quanto abbia capito subito il potenziale di Pulse; tant'è che l'ho felicemente abbracciato sino a stufarmene nel giro di circa un centinaio di Post. (Link al blog di LinkedIn)

Aspetti positivi?

Nel mio specifico caso, ho ampliato, almeno credo la mia rete di lettori e incrementato leggerissimamente il mio network cosa che sicuramente non si sarebbe creata certamente se Linkedin non avesse messo in essere il suo servizio-applicazione appunto noto come 'Pulse'.

L'opportunità di disporre di una utenza specifica per il proprio settore professionale e di interesse è assai più efficace che basarsi sulla formula attendista del grande motore di ricerca in cui l'utenza pone le più svariate domande ed il nostro posizionamento magari non è proprio quello ideale ovvero che si traduce con la formula: nel posto giusto al momento giusto.

Per converso è anche vero che proprio per questa ragione questi servizi integrati ai profili social media network non sono da considerarsi una sostituzione ai blog tradizionali, infatti sarebbe meglio dire che:

Un blog tradizionale che gode di una indicizzazione sui motori di ricerca offre un servizio che implica tutt'altro modo di scrivere in quanto il fine è quello di realizzare un prodotto atto a soddisfare le richieste-domande di un'utenza ben più eterogenea e distribuita.

Suggerimento
Per chi già scrive in un blog consiglio di creare dei backlink di approfondimento che rimandino a Pulse come viceversa proprio per enfatizzare la crescita del numero di lettori; è importante sapere che bisognerà scrivere a quattro mani, ma, allo sforzo dispendioso di norma farà seguito un cospicuo ritorno in followers.

 CONCLUSIONI 
Sono stato felicemente sorpreso dalla voglia di scrivere che questi servizi hanno trasmesso agli utenti sono certo che molti di loro non ci pensavano neanche lontanamente ad aprire un blog e trovatasi questa opportunità l'abbiano abbracciata quanto meno provata e chissà casomai si sono nuovamente appassionati risvegliando così una capacità comunicativa sopita.

D'altra parte è significativa la presa di posizione di Facebook nell'implementare il proprio servizio Note e si sa' come nell'ambito dei social media-network le 'invidie' facciano fare più progressi implementativi delle idee originali; poi se si rivelano positive béh è ancora meglio!