Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 21 luglio 2016

Blog: 6 come la mia moto

blogging blogger blog motociclismo passione 2 ruote

Sei come la mia moto sei proprio come lei..andiamo a farci un giro fossi in te io ci starei.. e poi segue una base/ assolo rock che spacca sissignori trattasi proprio di Jovanotti se non erro alle prove con il suo 1° disco...inutile dirvi che fu' un successo.

E quanti di noi siamo sinceri non vorremmo dare il medesimo destino (di successo) ai nostri amati blog? Okkei magari non proprio come il noto cantante noi a differenza ci accontenteremo di molto meno eppure più ascolto la canzone e più la trovo calzante con il tema di questo post insomma ci trovo metafore ed analogie a gogò.


Moto e blog: 2 storie d'amore e di passione
Chi è un motociclista eppure un blogger so che ha già capito cosa accomuni il praticare del sano blogging con il possedere e guidare una moto mentre invece per chi fosse ameno alla passione motociclistica e pensa che quest'ultima sia equiparabile al curare ossessivamente la propria automobile o al seguire la squadra del cuore dedico questo post per spiegargli che esiste una differenza ben precisa e ben identificabile e mi presto a farlo con il medesimo amore che provo per il mio blog ed appunto per la mia moto.


La fiducia nel mezzo/strumento
Partiamo dalla base nella relazione moto/pilota e blog/blogger ovvero la fiducia, se non ce l'hai con la prima non ci monti neanche sopra figuriamo se poi passi a guidarla con il blog il parallelismo giusto non è certo la pericolosità ma il senso di essa che riusciamo ad infondere alle utenze come se fossero il nostro passeggero nel condurli a destinazione verso i loro obiettivi.
In gergo nel caso di donne nella fattispecie fidanzate/mogli si usa il termine 'zavorrine' ad indicare le trasportate sulla moto più precisamente su quella parte che prende il nome di codino di norma assai ben poco comodo ed ospitale posto al termine della sella pilota ed al culmine della parte posteriore della moto. Ebbene esse a rischio della propria incolumità hanno piena fiducia nel pilota e nelle sue capacità di guida accompagnandolo nelle sue peregrinazioni su due ruote alla pari di come un blogger dovrebbe condurre le proprie utenze verso gli obiettivi preposti dai contenuti che scrive.


Lo spirito avventuriero di libertà 
Hai un blog e ami essere una mente libera, creativa per forza di cose, altrimenti ben presto ti troverai con il chiudere l'attività online idem con la moto se non ami stare con il vento sulla faccia esposto alle intemperie preferirai di tornare quanto prima alla tua confortevole auto.


Il coraggio
Devi averne di coraggio per aprire un blog come per montare in moto in entrambi casi il fallimento non è contemplato in quanto comporta la caduta e la conseguenza è quasi sempre il farsi male.


La passione
La passione non te la inventi di certo e chi meglio può saperlo se non tu quando ti confronti rispetto a coloro che non ne hanno? Hai ben chiaro in mente a cosa alludo e capisci chiaramente di cosa parlo ma sai anche che si può trasmettere ed ogni santo giorno ti adoperi nel farlo, in questo caso è inutile fare raffronti qualunque cosa in cui ti applichi deve trasudare passione per il tuo animo indomito altrimenti demordi nel tempo di un click!



Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta come della meccanica di funzionamenti d'un blog
Entrambi si possono insegnare non vengono dallo stomaco bensì dalla perseveranza nell'esercizio pratico e dalla trasmissione della conoscenza atta a fare prima praticantato e poi a divenire a nostra volta dei maestri; la cura diviene così vero e proprio feticismo ossessivo/compulsivo da rivolgersi nei confronti dello strumento/mezzo feticcio artefice delle nostre emozioni-sensazioni di cui siamo dipendenti ed assuefatti. Parallelamente alla sua cura il suo uso si fa' terapia tant'è che:

"Apprendi a curartene e curerai te stesso!


L'ossessione compulsiva intrinseca alla cura
Se di cura parliamo vi è quasi sempre da anteporvi una malattia pregressa diagnosticata e ahimè non ve n'è di più esatta dell'essere afflitti da disturbo maniacale ossessivo/compulsivo. Sono certo che al suono di queste parole: pignoleria sino al parossismo, idiosincrasie funzionali, ripetizione spasmodica delle medesime azioni, ansia ed insicurezze varie siano solo un antipasto per chi in questo quadro sintomatologico ci si ritrova a pennello. 


La dipendenza
Intraprendi queste due attività e non riuscirai più a farne a meno! Non ci sono dubbi sia fare blogging che praticare motociclismo crea dipendenza presto la tua dose iniziale inizierà a non bastare creandoti drammatici scompensi fisiologici vari e sarai sempre alla ricerca per averne di più sempre di più. Rimarrai sempre sospeso tra un misto di mancanza e vuoto da colmare e quello di rapida quanto fugace soddisfazione.

blog moto blogging motociclismo passione creatività



La fiducia per il successo
Se non ne hai né in moto né come blogger stai pure certo che presto impatterai con le tue terga con qualcosa di assai duro e farà male... ma è anche vero che entrambi sono due figure toste che non mollano ed anche un po' pazze che una volta caduti si rialzano presto ed assai velocemente per rimontare in sella; in comune hanno la medesima filosofia di chi l'ha dura la vince perciò a dispetto di molti altri sono forgiati di ben altre materia e non temono certo le cadute.
..anche se a preoccupare bensì dovrebbe essere sempre gli atterraggi.


Vita e morte 
Si vive una volta sola perché non dovrei godermela in sella alla mia moto o scrivendo sul mio blog motivato a divenire un "libero" professionista freelance? Eppure entrambe queste attività pur riservando anche tanto divertimento creativo presentano un rovescio della medaglia, un opposto anzi un estremo dal prezzo assai salato. Di moto si muore mentre di blogging si chiude il blog se è un flop!


L'amore
L'amore è sempre l'ago della bilancia, ci rende ciechi e coraggiosi, forti e motivati ma anche dannatamente fragili come fottutamente poetici; è la nostra natura e non possiamo venirne certo meno. Il blogging ed il motociclisno sono pulsioni interiori innate a cui non possiamo rinunciare ne fare a meno figuriamoci reprimerle, sei quello che sei e devi esserlo altrimenti smetti di amare ma anche di amarti ed inesorabilmente se in te non arde la passione ti spegni.


Il viaggio e l'avventura
Il blog e la moto sono fatti per andare insieme ovunque, comunque e chissà per finire dove; qualunque sia la meta l'importante è andare non importa dove recitava un certo Jack Kerouac una filosofia di vita che allude al non fermarsi come soluzione ai temi dell'immobilismo della grande depressione ancor prima mentale piuttosto che dovuta a cause economiche.

Ma lo stare fermi è anche utile come fase di un processo esistenziale necessario all'attività riflessiva a seguito dei periodi in cui esperiamo senza sosta durante il nostro complesso viaggio esistenziale ed ecco nuovamente le analogie che consacrano il legame tra il dinamismo della moto ed il blog uniti all'unisono ora come strumento di conoscenza ora come di analisi introspettiva.

Dopotutto il blog è un viaggio nella nostra mente esso non ci inchioda certo solamente dinanzi ad una tastiera ed un monitor bensì ci impone di viaggiare nel tempo ragionando anche in divenire. Sia con il blog che con la moto si tratta di partire e spesse volte non sapere dove andremo a finire, roba da avventurieri non v'è dubbio! Insomma non si direbbe proprio che trattasi di hobby per personalità pigre, monotone e consuetudinarie.


Sensazioni ed emozioni uniche e non replicabili
Le sensazioni son come le emozioni una droga di cui non nsi può fare a meno sono i nostri ricordi i topoi appuntati sulla mappa del nostro percorso esperienziale unico a tratti impervio come misterioso. Esse sono tutto ciò che ci rimane e che abbiamo e per cui vale la pensa di vivere ma soprattutto di sentire. Una moto è un mezzo che si guida sentendolo e che ci accompagna durante la percorrenza delle curve ardite e pericolose del nostro percorso di vita il blog lo strumento ideale per raccontarla, analizzarla ed approfondirla sino nei meandri più recondito.

Si tratta di compiere un viaggio complesso con il corpo e con la mente ma soprattutto con lo spirito di un impavido sognatore che si fa' coraggio dinanzi ad ogni incidente di percorso per trovare la strada per andare avanti e procedere sino al prossimo obiettivo/meta.

Il blog e la moto non sono certo per vite grigie esse sono roba colori, per genti con la mente che ha l'arcobaleno negli occhi!


La strategia 
Guida una moto senza strategia e presto ti stenderai per terra devi studiarti il tracciato, le linee di percorrenza delle curve e stabilire le traiettorie ideali saper dosare il gas e pennellarle perché è una questione di pelo e di sensibilità pena altrimenti l'incorrere nell'errore inevitabile da cui si può anche non tornare più indietro; lo sai ne sei consapevole lo sbaglio non è contemplato ci vuole attenzione la medesima che sei solito adoperare per il tuo blog è una questione di prendere fiducia nel tempo e saperlo guidare e gestire sempre meglio. Difatti la moto non si guida come un auto che si lascia condurre e fa' quasi tutto da sola se non si studiano le curve applicandovi la sensibilità necessaria alla guida e si apprende non si va da nessuna parte idem per il blog senza un praticare attento e scrupoloso non arrivano risultati degni di nota.. ..ed intendo almeno quelli utili per se' stessi.


La grinta
Senza nemmeno a pensarci, non puoi fare altrimenti venendo meno alla grinta, occhi iniettati di sangue e postura da vincenti sono il minimo da farsi per essere quanto meno credibili; se non ne abbiamo "una! dobbiamo necessariamente inventarcela e fare questo sforzo.


Hai un blog + una moto = sei un figo! 
Non è vero mi dispiace purtroppo non vi renderà più desiderabili.. diciamo che mi illudo di pensarlo un certo romanticismo echeggia nella mia anima lontani riverberi di epoche passate i cui retaggi oramai si fondono solo nel mito in una epoca sempre più di plastica ed emulazione/copia digitale.

Comunque il detto motociclisti strana gente resiste ancora.. e anche in questo detto ci trovo della analogie con il blogging dove conta sempre la passione e la trasparenza che unite alla sincerità alla lunga sono un grado di fare la reale differenza, quella che conta.



Questo pezzo vuol essere l'ennesimo esempio lampante in cui si unisce l'utile al dilettevole giustappunto con una metafora in cui il fine ovvero il fare blogging giustifica il mezzo che è la moto. Entrambi questi strumenti-mezzi di vita creano un rapporto di affezione con chi li adopera e sono eterna fonte di ispirazione che possono aiutare chiunque a far fare un salto qualitativo al proprio percorso esperienziale ed esistenziale.

Eppoi non potevo far resistere ancora questo mito-superstizione che vede i blogger come nerds impenitenti ed irriducibili rinchiusi in una stanza, quando invece hanno anche loro i tatuaggi e sono dannatamente rock!