Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

mercoledì 16 novembre 2016

Blogger la vita dura è una gran fregatura

blogger aspirazioni aspettative blogging
Per quel che si dica o si possa pensare sono un blogger dalle aspettative ed aspirazioni piuttosto basse, l'unica scelta che mi compete tra le ambizioni almeno per il momento è quella di continuare a scrivere per tentare di imparare a farlo sempre meglio.

Scelte, scelte, scelte ed ancora scelte la vita per quanto si faccia finta di ignorarlo è spaventosamente piena, colma di scelte da fare dalle più banali a quelle epocali non le voglio certo elencare tutte tranquilli non è questo il luogo ne il post adatto ai piagnistei melanconici voglio solo puntare il dito verso quelle esistenziali già del tipo 50 e 50 di possibilità, vita o morte non questa in effetti è esagerata ma senza ridurre troppo la portanza e l'importanza restringo il campo tra amore e vita lavorativa, passare a fare le pulizie ed il facchinaggio o scommettere tutto sulla carriera creativa.

Il blogging una carriera senza via di uscita
Il fatto è che ogni giorno mi sveglio e sono già preoccupato perché una settimana è appena finita e non so se riuscirò a superare la prossima e vedo proprio bianco ogni qual volta che un nuovo ingaggio bussa alla mia porta quando invece dovrei dirmi l'hai aperta un sacco di volte adesso apri stando tranquillo in pieno controllo di te dopodiché dietro troverai la medesima cosa di sempre che fa capo ad un'idea ed invece non è mai così.
Niente serenità indù, niente di niente anzi sono sempre più convinto che le mie idee si consumino in rapporto al tempo trascorso, maggiore è quello che perdo e minori sono le mie trovate.

Ad un certo punto emanavo solo disperazione
Per non parlare dei soggetti-trovate che sembrano fatti apposta per tediare sadicamente il sistema nervoso e minare la mia pazienza so che non dovrei parlarne così apertamente su un blog e poi mica sono dallo strizzacervelli se proseguo sono consapevole che si tratterebbe piuttosto di un monologo però il fatto è che ho un sogno ricorrente e che non ce la faccio a non raccontarvelo:
sono in un auto anzi mi sveglio in un auto e avverto un odore terrificante di urina poi identifico meglio che è puzza di carogna neanche un attimo e capisco che sono io quello che puzza poi sapete come sono i sogni con il senso del tempo percepito succede qualche diavolo di cosa e tutto finisce per scorrere fino alla scena successiva dove sono a mendicare idee alla gente per strada e insomma sono diventato un barbone.

ironia blogging blogger


Anche Freud condanna al suo destino il blogger
Ho provato a vedere degli aspetti positivi ogni qual volta finisco per far scorrere le immagini del sogno nel tentativo di ricordarlo speranzoso di aver trascurato un dettaglio che so magari una scena per poi modificarne così l'interpretazione ma finisco sempre con la solita ansia a contorcermi lo stomaco ed a farle compagnia una malsana consolazione che mi fa pensare che almeno posseggo un auto, forse ricordo di una vita precedente in cui dovevo aver avuto anche io per lo meno un abbozzo di dignità sociale.


Una volta non pensavi a niente, blogger
La situazione è angosciante non ci sono dubbi che tengano sono arrivato addirittura a mentire ogni qual volta vengo sorpreso a pensare al mio lavoro che poi dovrebbe essere in continuazione perché se coloro che mi circondano avessero quella scintilla sufficiente per non farmi sempre sentire solo si renderebbero conto che è più facile beccarmi quando penso a qualcos'altro ma questo è un altro affare ed è invischiato con la mia irriducibile misantropia.


Il finale che ti aspetti 
Presto non sarà più sufficiente fottersi la vita presto sarò ridotto ad elemosinare un ingaggio a suon di post quelli tipici da copywriter esperto quelli del tipo: come, cosa e perché o peggio a fare l'articolista per i blog tecnologici dove la notizia più sensazionale sono le batterie della Samsung che esplodono che ad averlo saputo prima l'avrei regalato ad un paio di ammiratori.
La cosa migliore che può capitarmi con un tale scenario è come minimo una crisi creativa ed eccoci all'anello che si chiude, capite ora qual'è il mio quotidiano rimuginare, quale il mio delirio?

Lo diceva anche Piero Pelù che la vita dura è una gran fregatura, sì sì ma a volte uno strappo è una necessità.. ma quando arrivano le scelte quelle definitive ed esistenzialiste è tutta un'altra storia ma concordo con lui che si ha sempre a che fare con lui con el Diablo e quello che si dice su di lui a parte una cosa oramai mi è certa sul suo conto: non ha il senso dell'umorismo!

Non perdere neanche un post
iscriviti alla

NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!


Inserisci il tuo indirizzo email e buon divertimento, enjoy:






Delivered by FeedBurner