Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 20 novembre 2016

La notte è dei blogger

scrittura notturna blogging romanticismo
Il sipario è appena calato sulla scena dell'ennesima giornata da blogger e quando tutto per molti sembra appena finito per altri invece il bello deve ancora cominciare.

Quando cala la notte e scende sin nelle profondità della giornata quando grossomodo scoccano circa le ore 3 accade come qualcosa per i blogger-webwriter che amano il suo silenzio per scrivere, improvvisamente vi è la totale assenza di rumore e si può rimanere finalmente così soli da poter sentire finalmente la propria voce.
Ha qualcosa di magico ed è dannatamente intimo.

Solo 1 blogger, una tastiera + una storia, la sua
Nessuna distrazione, un monitor, una tastiera ed un editor di un blog su cui scrivere, intorno il niente forse solo il rumore di una moto che strombazza allontanandosi all'orizzonte ma è solo un suono così lontano che non è una sparata pensare che una tale forma di purezza è difficilmente raggiungibile altrimenti. Il silenzio è cosi pieno da riempire dove invece siamo abituati a percepirlo come mancanza adesso è presenza non più vuoti invece che assenza si concede come protagonista di una scena in cui solo due sono gli altri attori presenti: il blogger e la sua concentrazione.


blogger in trance? Osservalo scrivere di notte!
E' quando il rumore della città si placa è proprio in quel preciso istante che il blogger inizia a battere fremente i tasti di una tastiera e mai suono è stato migliore per accompagnare i suoi pensieri le sue parole. Cosicché anche lo spazio alle insicurezze sembra essersi annullato a vederlo scrivere così concitato e dal fare fermo misto distaccato e determinato insieme; è così raro vedere una lucidità simile nei blogger da pensare ad un evento quando invece è come un rito.

La notte inghiotte i blogger
Non è certo cosa facile sfuggire alla tormenta dei dubbi e delle perplessità, quando si scrive di notte però è quasi inevitabile imparare presto a lasciarseli alle spalle in compagna del caos della giornata, magari volgendo lo spirito già a quella che che verrà per scrivere di conseguenza e rinviare così il pericoloso rischio del blogger durante le ore tarde di finire impantanato nei suoi abissi.

blogging notturno blogger


Blogging in notturna? 1 rito domenicale
Frutto della mia convinzione più spinta è sentire la domenica sera come quella in cui vi è più pace rispetto a tutta la settimana inutile dirvi che è la mia preferita per scrivere di notte più che altro un appuntamento fisso oramai. Si tratta di un momento speciale che mi riconcilia con il mio ritmo interiore piuttosto che con quelli frenetici e concitati della vita urbana in cui pare non esserci né un inizio né mai una fine ed ancora meno qualche preziosa pausa.


Il blogging una piacevole abitudine-lavoro
Anche se poi in fondo in fondo non sono certo tipo da pause di riflessione o attività di copertura per distogliermi da ciò che sono e cosa voglio essere nella vita il copione del passato mi è già passato sotto il naso ora intendo scrivere la trama di quello che ha ancora da venire e quando dico scrivere ovviamente intendo letteralmente senza ambizioni speciali ne particolare d'altronde mi basta essere un blogger - web writer la fama non mi interessa ne mi compete.

Ambisco ad un lavoro di cui vivere e per cui vivere non rappresenti una punizione, quella aggiuntiva!

Si dice che chi faccia affido e punti solo ed esclusivamente alle storie altrui rifugge con molta probabilità dalla povertà della propria la cui trama è tutt'altro che interessante da seguire in primis dall'autore stesso che la vive e perciò infine scrive tatuandola inesorabilmente sul proprio destino per quanto sia infima.
Tuttavia illudersi non fa certo parte dei piani di questa nostra cinica esistenza quando è evidente che non siamo provvisti di etichetta con tanto di scadenza apposta sul colletto e sui cui il poter far affidamento sia garantito per lo meno quel tanto che basta per riporre delle speranze o peggio aspettative.

Scrivere è forse per l'eternità?
Poter ambire a scrivere è comunque un privilegio degli uomini la cui lungimiranza ha la pretesa di battersi con il tempo sfidare la sua inesorabilità ineluttabile bisogna essere degli illusi non c'è che dire e forse è proprio per questo che esso ricorrono così spesso alla fantasia delle invenzioni spesse volte facendo uso della sola immaginazione.
Avere comunque questa opportunità quella di raccontare è una possibilità senza ombra di dubbio affascinante, perversa per taluni versi anche se a mio avviso rimane comunque sempre più di una valida ragione per continuare a farlo.

Una trama è per sempre anche se sfuma nei tempi dettati dalla storia ma non sta a lei decidere se ritenerla passata, datata ed obsoleta l'ultimo giudizio spetta sempre all'uomo quello del presente come quello del futuro ed è stato sempre così dalla notte dei tempi e continuerà a ripetersi per molto altro tempo ancora ad emozionare così come a rapirci ogni qual volta vorremmo farlo per evadere dalle nostra miserrime si fa per dire esistenze.

Fare blogging, invece, una presa per i fondelli?
Molti lettori lo vedono come un gioco ma non è un gioco, un raggiro ma non è una presa di giro trattasi più semplicemente di un trucco speculare, un'illusione ma anche di una promessa leale con l'aspettativa di chi legge che può prendere persino forma come banale intrattenimento che poi è quello che più addice a questo blog che ha dovuto trovare un modo, l'ennesimo, per rubarvi del tempo ulteriore ed uno per consumare quest'ora oramai intenta a finire per concludere un post e dalla cui decisione dipende la chiusa di un giornata appena trascorsa e l'alba poi di una nuova quella che sta' per venire e ha ancora da cominciare.

Buongiorno blogger!

Non perdere neanche un post
iscriviti alla

NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!


Inserisci il tuo indirizzo email +enjoy:






Delivered by FeedBurner