Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 17 dicembre 2016

Il mio blog è come il ritratto di Dorian Gray

blogging copywriting blogger blog web writing
Le parole prima o poi finiranno ma il blog può rimanere eterno, questo non è certo un sogno né un desiderio ma una speranza che può diventare realtà come i Doors sono immortali ed il sole è li che splende, l'era del transbloggeresimo è appena cominciata.

Mantieni vivo anche tu il tuo pensiero per sempre, congelalo in un blog, aprine uno!

Potrebbe andare bene per uno slogan fantascientifico per una campagna copy del blogging del futuro, che dite?
Okkei bisogna lavorarci, era solo per dare un'idea.

Può forse 1 blogger essere immortale?

I blogger non invecchiano, ricordate? Può uno spirito rimanere giovane a dispetto del tempo che passa e scorre inesorabile consumandoci come il moccolo di una candela?

Bella domanda proprio non saprei per alcuni il blog è uno scrigno della gelosia, un simulacro, una prigione per altri addirittura una tomba senonché, ma personalmente, credo che per taluni rappresenti persino una voragine che li risucchi nel proprio buco nero.
Ciò non toglie che sei libero e dipende esclusivamente da te la direzione che vuoi dargli.

"E' anche innegabile che il blog non ti debba certa seppellire ma aiutare! 👌

E te lo dice uno che si sente l'anti-blogger per antonomasia, le novità mi davano vita un tempo ma oggi sono solo la forzatura di me stesso, quindi un suggerimento?
Per favore sforzati di non diventare il blogger che vogliono gli altri nel tentativo di emularli il rischio è di diventare proprio come loro, chi cerca trova e non importa cosa!


Il blogging non è una sotto-missione

Pare che una soluzione che vada per la maggiore per mantenere lo spirito eternamente giovine consiste nello stabilire una relazione a lungo termine con la fantasia e di scendere a patti con la creatività a costo di sembrare dei matti deliranti circondati da giudizi fatti di algoritmi in cui la repressione se la gioca a suon di penalizzazioni; sorvolo volontariamente ed a ragion veduta i compromessi.

Ad ogni modo sta a voi trasformare il modo di fare blogging in ciò che più desiderate potete persino spingervi fino a dove confina con l'arte e farne così uno strumento a voi speculare, non esistono limiti né direzioni uniche e prestabilite e aggiungo: per nostra fortuna!

blog blogger blogging
Dopodiché a pensarla che non peggioriamo fino a rimbambire non c'è niente di male, è cool, poetico ma come quasi tutte le cose romantiche non corrisponde al vero, la realtà è sempre più arcigna di quanto non osiamo immaginarcela la nostra mente invecchia, i neuroni smettono di fornicare così come le nostre cellule celebrali vanno a donnine di facili costumi.

Presto ci aspetta una decadenza totale e allora perché far invecchiare già adesso e precocemente il nostro spirito?

Perché dovrei trasformare allora la mia presenza online-blog in un'ulteriore forzatura al pari di quella uterina che mi ha aggiunto come un numero, l'ennesimo su questo pianeta atta a rimpinguare disordini, inoccupazione e mancanze affettive varie?


Blogger fa' il patto con il diavolo e lui non è Google

E' un paradosso ma Google non ci impone alcunché salvo una badilata di linee guida a cui attenersi ciò non toglie che se sei un autore web non avrai difficoltà a plasmare il testo secondo le tue volontà quel tanto che basta da renderlo originale e riuscire al contempo nel soddisfare il probante intento di soddisfare le attenzioni tecniche che ti sono richieste.

Sembra tutto facile a dirsi nevvero?


Dopotutto è solo una questione di centrare solo 200 fattori circa di ranking dell'algoritmo di Google e che ci vuole? Non ultimo tipico della SEO le cose presto cambieranno, ansia vero?

E' evidente quindi che da ciò si evince che dovrete trovare la quadra che di misura si incastri tra tecnica e comunicazione, la via più breve la indicano i "formatori del blogging" senza certificazione alcuna basata su fantomatici risultati, immancabile l'eBook con elementi di blogging l'altra quella vera, invece, si fonda sulla ginnastica estenuante delle vostre dita su di una tastiera, le domeniche a lavorare, una fidanzata/o perennemente infelice..le persone afflitte da ipertiroidismo fulminante quando vi chiedono che razza di lavora fate.


Fai del blog la tela del tuo destino

Ma se dipingi la tela del tuo blog con la tua arte esso potrà resistere al tempo, il tuo spirito rimanere intatto e resiliente, altrimenti, alla pari del Ritratto di Dorian Gray sarai solo l'ennesimo patto con il diavolo ed il frutto di un bieco trucco ad esso speculare ove a dispetto del vostro blog all'apparenza intatto, giovane, aggiornato, moderno e scintillante la vostra anima dietro le quinte sarà appassita, dannatamente vecchia, avvizzita e decrepita.