Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 24 febbraio 2017

3 post al giorno non tolgono il committente di torno

blogging sperimentale sperimentazione blogger web writing
Lo schema narrativo è indispensabile al blogging alla pari dell'utilità del contenuto ed il rispetto delle linee guida per la lettura online ne va della lettura del vostro articolo e quindi della finalità per cui lo avete scritto; quindi meglio non trascurarlo e magari apprendere pure qualche trucchetto già pronto per essere applicato con successo immediato.😎

Stakeholder, committenti, collaboratori vogliono tutti la stessa cosa da te, i tuoi contenuti e anche un po' del tuo sangue oltre a gran parte della tua vita, nel tempo che ti rimane, invece, dovrai lambiccarti il cervello per trovare un modo alternativo per sopravvivere salvo che tu non ami scrivere, allora tutto cambia o meglio non temere resta così com'è solo che riuscirà - presto o tardi che sia - nell'infausto compito di farti scrivere sempre meglio.

Apprendere a fare blogging = scrivere sempre meglio

Non sono uno scrittore quindi non ho esperienza con i format che competono al loro stile di scrittura ma sto praticando una significativa e costante ginnastica quotidiana orientata prettamente all'esercizio teso a fare blogging olimpionico, ad esclusione dei post per la carta igienica al meno per il momento sto scrivendo di tutto e per tutti, l'importante è che sia da scrivere; basta che abbia la parvenza di una narrativa e ne faccio un contenuto. Allucinazioni a parte ho visto di tutto tranne che un incremento del mio capitale ed una moria sospetta dei committenti specie quelli paganti, tuttavia mantengo uno spirito vitale depresso e lucida la volontà di scrivere sempre e comunque fottendomene altamente di ogni indice quantitativo che io possa ottenere reo del fatto che tra il basso e l'alto non vi è alcuna differenza sostanziale che mi possa convincere che i numeri facciano la differenza o perlomeno quella che egoisticamente conta per me e la mia motivazione.

Mentre invece da maniacale quale sono mi interessa molto uscire dalle metodiche convenzionali che hanno fatto degli schemi narrativi in uso negli articoli dei blog uno standard.
Questo post prende spunto dalla controversa questione avvenuta nella mia mente a seguito di un commento spuntato sotto all'articolo di +Riccardo Scandellari: 'Blog: ribalta il contenuto per ottenere la massima efficacia' in cui +Marianna Farese gli ricordava di essere di opinione assai differente rispetto alla sua. Secondo lei la piramide rovesciata non è un modello che si presta ad essere efficace per tutte le tipologie di contenuti.  Oltretutto - come piace a me nei duelli tra blogger - lo fa' giustificando il suo intervento a suon di post, per la precisione con il suo articolo: 'Il content marketing non si costruisce sulle piramidi rovesciate'.
Lo avevo già letto ma me lo sono ristudiato tutto perché gli schemi narrativi una volta applicati sono fatti apposta a dimostrare che la teoria quando messa in pratica da ben altro gusto e soddisfazione oltre che essere dannatamente utile nei momenti di bisogno li applichi e Taàack ti sei tolto un bell'affanno-pensiero. Tuttavia lo schema narrativo non è sempre così affidabile come si vorrebbe e non offre altrettante garanzie matematiche ricordandoci spesse volte quanto sia da intendersi solamente alla pari di una convenzione comunicativa. Diciamo che azzeccare lo schema giusto a parte le volte in cui lo fate fondamentalmente per generare uno schema conforme con le aspettative attese atte a facilitare la lettura da parte dell'utenza già fidelizzata al blog è da intendersi piuttosto una lotteria, temo.

Penso che entrambi i contenuti siano sostenuti da tesi inaffondabili, nell'articolo di Marianna la parte in cui descrive il titolo-head line ed incipit che devono essere come il sesso.. ecco quella è da sturbo proprio perché fa centro con il porno della questione in relazione all'arduo compito che ha un contenuto che attraverso la sua forma di scrittura, lo stile, la narrativa deve riuscire a catturare l'attenzione calamitandola.


L'importanza dello schema narrativo nel blogging

Puntare sull'affidabilità di uno schema narrativo nel blogging riconoscibile già a primo sguardo quando a leggere è la vista ancor prima che il cervello è un indubbio vantaggio su cui contare è elemento imprescindibile per un blogging design che renda il post efficace.

Tale livello di attenzioni richiama in causa il rispetto delle linee guida indispensabili alla corretta web usability dove studi di Jakob Nielsen a parte anche gli spazio bianchi/vuoti assumono quasi più importanza della punteggiatura. Creare in questo senso conformismo genera nel lettore un'indubbia facilitazione nella lettura. Stante l'indubbia certezza che il lettore viene prima di tutto essendo il cliente del blog non è detto che debba avere sempre anche ragione, del tipo che se vuole sbrigare una sveltina con il contenuto non è detto che debba farlo necessariamente con gli articoli del vostro post.

Uno perché tanti scrivono le medesimo cose e due perché il calendario editoriale di un blog è una pratica discretamente lunga da soddisfare e quindi non vi basterà un solo schema narrativo da usare tutte le volte indistintamente per farlo.

blogging blog blogger copywriting web writing


Sperimentare + Azione = SPERIMENTAZIONE

Sperimentare non è vietato da nessuna legge sul controllo del blogging, che anche se è riscontrato dare dipendenza per il momento è libero da restrizioni per lo meno creative, gli standard e le convenzioni sono solo indicazioni e mirano a ben altra cosa tant'è si definiscono ad un livello più generico linee guida da rispettare. Sono li a ricordarci che senza tecnica commettiamo degli errori ma questo non vuol dire che risolvano il plus creativo.
Pertanto potete sperimentare scevri da tale pesante responsabilità, i numeri in questo caso non contano mentre il piacere di scrivere si ed è tutt'altro un bel daffare, non credete?

Alcuni esempi di schemi narrativi:
  • Storytelling + blogging + copywriting
  • Blogging - copywritng - blogging - copy
  • Blogging + Storytelling + blogging

Il mio schema narrativo

Premetto che se state cercando un esempio da seguire che con il tempo si modella ad immagine e somiglianza del suo pubblico, quello non sono certo io! Ciononostante sono ancora vivo anche se godo di una pessima salute ed una reputazione ancora più orribile ciò non toglie che abbia trovato delle soluzioni metodiche a cui ricorro ogni qual volta scrivo un articolo per il mio blog, + nel particolare, un esempio:

  1. Descrizione di sintesi che chiarisce sin da subito a motori di ricerca ed utenti dove andrò a parare;
  2. Introduzione personale;
  3. Focus del post; 
  4. Frase ad effetto di sintesi sul senso del post;
  5. Conclusioni.


CONCLUSIONI e previsioni del tempo

Per la produzione futura su questo blog gli argomenti saranno permeati principalmente allo storytelling ed incentrati maggiormente sul copywriting, sono 2 ambiti che vedo sempre più un corpo unico indistintamente parte della stessa finalità che i contenuti in un futuro neanche tanto prossimo si troveranno come responsabilità da assolvere e con l'ingrato compito di emozionare, generare empatia oltre che coinvolgere. Vedremo se sarà sempre il pubblico a determinare i contenuti o finalmente questi ultimi si emanciperanno da esso, chissà sia mai che un giorno almeno sul web non abbia la meglio l'anima.. magari robotizzata ma pur sempre un'anima che casomai si rivelerà per giunta anche migliore di quella pseudo organica. Nel frattempo proseguirò imperterrito a fare ricerca e nella blogging sperimentazione.

E poi è divertente provarci, non fa male, quindi perché no?

Non perdere neanche un post
iscriviti alla

NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!

Inserisci il tuo indirizzo email, enjoy😜:




Delivered by FeedBurner
CONDIVIDI