Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 28 aprile 2017

Blogger cerca la solitudine, non trova niente

blogging blogger blog specialista web solitudine
A furia di scrivere tutto ciò che mi circonda diviene microscopico se non del tutto evanescente, quando invece le persone intorno gridano ed esigono ascolto. Uno strano modo di vivere questo per raccontarla, ancor più strano ed ambiguo è quello di partecipare. Sono proprio strani questi blogger.

Io non so il vostro ma il mio, di dottore, non fa che ricordarmi ultimante che: "Hai un aspetto di merda!". Si lo so - rispondo io - è che sono stressato. Aggiunge😷, non te lo volevo dire ma hai detto esattamente la medesima cosa anche l'ultima volta che ci siamo visti, non ricordi?

Si, certo eppure l'anno scorso. 😳

La vita da blogger non aiuta, non ci rende fascinosi agli occhi delle pulzelle ma soprattutto oltre a non riempire cuori svuota pure i portafogli ed è dannatamente stressante.

Una rondine non fa primavera come un blogger non fa amicizia


Questa storia della solitudine poi non attacca perché ad onor del vero lo sappiamo benissimo che alla fin fine ci piace assai isolarci dal mondo per farci gli affari nostri e poter finalmente dedicare tutto il nostro tempo alla scrittura. Poi quando stiamo troppo insieme a lei ci lamentiamo di non vedere più ciò che ci sta intorno per poi tornare a rompere le balle non appena ce lo impediscono.

Siamo un autentico strazio, che categoria quella dei blogger.

Strana gente i blogger


Vogliamo parlare poi delle menate che facciamo quando ci interrompono o ci fanno scordare qualche concetto? Il bello è che siamo sempre convinti fosse un capolavoro quando invece poi ci sono qualche centinaio di post che dovrebbe convincerci del contrario. Per fortuna questo lavoro ogni tanto ci tira fuori dalla nostra misantropia pronto a ricordaci con varie forme di collaborazione che ogni blogger non è una isola a se' stante.

La frase-incipit che ha ispirato questo post in verità è: "Chi cerca la solitudine, non trova niente.." cavallo di battaglia che usavo sul Facebook di qualche anno fa'.

Sorvoliamo i vecchi tempi andati quando a tutto avrei pensato tranne che a tenere un blog. All'epoca farlo corrispondeva pressapoco a curare un diario online. Solo all'idea di dover condividere i miei pensieri ingarbugliati mi venivano i brividi. Ricordo tanti esperimenti su varie piattaforme ma mai portati a termine; così com'erano il blog non mi spronavano a scrivere.

Giochi di ruolo, blogging e parti recitate male


Il ruolo nella scrittura era peggio di quello attuale del blogger nelle vesti del formatore onnisciente e all'orizzonte non si prospettavano certo finalità lavorative ma neanche pseudo professionali.

Quando dico che se non ci fosse stato il blog difficilmente sarei tornato alla scrittura - e voi aggiungete per vostra sfortuna 😩- alludo proprio a questo.

Antonio Luciano blogging story


Avete appena ascoltato la breve storia del mio approccio al blogging e sul perché abbia deciso di cimentarmi con la scrittura web.

E' molte breve, lo so, in verità avevo  molto di + a mia disposizione per ammorbarvi, pure qualche romanticismo per fare effetto ma ho optato con decisione a favore della sintesi perché l'obiettivo non era raccontarmi ma spronarvi a scrivere della vostra per conoscere qual'è stata.

Quindi anche voi ringraziate il blogging per la piega che ha recentemente preso/assunto o invece rimpiangete, nostalgici, i tempi andati quelli che furono?


Crediti Foto: 1