Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 2 aprile 2017

Come fare content marketing letale, roba da virus

content marketing contenuti facili difficili vendere
Il content marketing è facile, basta saper scrivere ed avere idee originali ovvero saper fare le cose difficili facilmente quindi non è affatto semplice.

Mistificatori della scrittura creativa, predicatori del blogging esoterico, fanatici del linguaggio subliminale e stregoni della riduzione di complessità del linguaggio detto anche regressivo per cui tornando all'età di 9 anni circa si ottiene il successo garantito a me gli occhi, a me la vostra mente.

Questo post è  una delusione per te se sei un tecnocrate

Ricordo un certo Postman che discorreva che al tripudio della tecnica corrisponde la totale assenza di valori. Se non erro parlava anche di un rapporto inversamente proporzionale ove appunto all'imporsi della tecnica si manifestasse la dissolvenza di ciò che realmente conta, il contenuto.

Certo da grande intellettuale e studioso quale era egli affrontava la questione riferendosi alla conoscenza mentre nel mio piccolo alludo solo alla egemonia che vedo ogni giorno online ad opera dei blog più noti ed importanti. Lungi da me muovere critiche efferate nei loro confronti nutro invece una domanda da rivolgere a me stesso: "Nel qual caso tali autori-web writer dovessero perdere la tecnica sarebbero capaci di affidare i loro scritti a ben altre tematiche?"

Il web writing una valle di lacrime

E' un terreno inesplorato il blogging, tutt'ora i blogger sono dei pionieri; magari li sentite parlare con quel tono pseudo-saccente o da copywriter smaliziato ma è solo perché altrimenti non saprebbero come arrivare al vostro delicato udito sovrastato com'è dall'overdose di rumore che gli spetta decifrare quotidianamente. Comunicare attraverso un blog non è uno scherzo ne' un gioco da ragazzi. Figuriamoci poi se ad essere giudicata è la semantica.

Ma che cazz'è la semantica? 😱

Già ci sono altre figure specializzate nel web - vedi web designer - a dover dimostrare senza riuscirci manco a lavoro finito che i risultati conseguiti non li hanno certo maturati durante i momenti ludici come potrebbe mai un blogger-copywriter insinuare d'essere uno specialista online?

Bella domanda, compito arduo, missione impossibile.

Le domande di Postmaniana memoria son come i commenti

I parallelismi non mancano, basti pensare all'importanza che Postman attribuiva alle domande. Tuonava che solo le domande che presagiscono risposte stupide siano inutili da fare ma osannava tutte le altre. Trasposta, questa filosofia, al blogging penso alla domande come ai commenti e penso che quest'ultimi dovrebbero servire proprio a questo. Ma anche ad insinuare qualche dubbio quando usati diversamente e quando assenti.

Parlava persino di regime: la Tecnocrazia

Messo un titolo non si scappa è consuetudine riempire il paragrafo. Ebbene taglio con l'amara constatazione - funge anche da parallelismo - che un web i cui contenuti siano rigorosamente di qualità ne vedo poco, se poi si tratta di testi orientati al content marketing ancora meno.

Se non sempre la stessa forzatura che obbliga le parole ad essere incastonate in frasi obbedienti alla tecnica secondo le logiche asservite al SEO copywriting e quindi alle parole chiave o con testi a livello concettuale afferenti tematiche di stampo prettamente tecnico.

content marketing tecnica teorie marketing contenuti web

Il content marketing è una delusione anche per te che fai calcoli astrusi

Ora capisco che le teorie danno da mangiare a tanti e un po' tutti quando gli viene messa una poltrona sotto le terga proprio non ne vogliono sapere di farsela togliere. Ma le teorie hanno la vita breve, si sa' durano fin quando una nuova teoria più coerente non la fa fuori.

Il bello del content marketing è che non ci sono teorie

Si perché SEO copywriting a parte, tecniche per scrivere online, e quant'altro si possa annoverare per fare content marketing mi spiace dirtelo, ciò che contano sono solo 3 aspetti preponderanti:

  1. Avere le idee
  2. Saperle mettere in testo
  3. Avere un registro comunicativo - importante: proprio! 😏 - per trasmettere il 'messaggio'

Detto altrimenti 😎: A) Pensa contenuti originali B) ragiona semplice C) fai le cose facili D) scrivi bene, riduci le parole in uso ad un massimo di 15-20 parole per ciascuna frase e ci sei.

Il metodo è non avere un metodo

Questo non vuol dire che tu debba ragionare come un bassotto umano e con una forma telegrafica ma scrivere come sai fare tu piegando la tecnica alla forma e non il contrario. Perché altrimenti ne sarai dominato. Se hai una attitudine per la scrittura presto emergerà, tuttavia è bene tu sappia che ciascuno ha la propria, i suoi tempi, ed il percorso di ricerca personale per arrivare al totem dei 3 punti che ti appena detto sopra non è certo lineare ne' improvvisato. Per cui dovrai studiarci su! 😊

Ad esempio il mio stile mi dicono che sia piuttosto immaginifico e credo vi sia del vero. La mia mente ragiona per immagini e quindi è probabile che sfrutti tale linguaggio evocativo per generare empatia.  Richiamare alla mente le raffigurazioni della realtà mi aiutano ad essere seguito e capito ma anche a mantenere accesa l'attenzione o a richiamarla in determinati punti del testo secondo cui a mio avviso vi è della presunta quanto probabile stanca. Dopotutto la memoria visiva è uno dei centri celebrali più attivi ed a cui deputiamo la rappresentazione del nostro vissuto.

La verità nel content marketing è che non c'è nessuna verità

Vedi che non esiste una tecnica che esuli dalla scrittura quanto la buona scrittura che si asserve della forma per arrivare a piegare la tecnica al suo volere? O meglio per il momento si è visto solo il contrario ma niente in fatto di scrittura creativa. Ti sei chiesto il perché?

Magari sono in pochi a riuscirci, dopotutto la tecnica la si può sempre apprendere mentre è la capacità semantica che non si trova mai a buon mercato. Se proprio vogliamo muovergli una critica è che per lo stesso motivo visto che necessita di un notevole sforzo - intento a decifrare/interpretare - è un prodotto ancor più di nicchia. Ma ho per caso detto che chi è dotato di tali doti non sia anche capace di saper scrivere e compiere attraverso il testo delle riduzioni di complessità atte a rendere i contenuti adatti a qualsivoglia target di pubblico?


CONCLUSIONI

Dai dillo, voglio sentirtelo dire, questo è il mio stile e venderà un sacco solo perché un contenuto così non lo troverete mai, proverete a replicarlo ma esso si rinnova come la fantasia, si rigenera e sarà dappertutto come una diaspora.

Non ti sforzare a pensare per scrivere contenuti che poi si diffondano, non essere schiavo delle keywords-parole chiave o della caccia spesa a trovare il tema che si riveli necessariamente utile, tu scrivili mettendoci del tuo e creerai un virus altro che del freddo e stereotipato content marketing.


CONDIVIDERE
😍Please😉