Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 30 aprile 2017

Fuffology un nuovo ordine mondiale

fuffa truffa contenuti vuoti setta religiosa dei contenuti
Chiunque ed aggiungo chiunque, sfortunatamente può essere soggiogato in questa vita qua e poi non capire come sia stato possibile, questo è un amaro destino che può toccare in sorte ai normali, per tutto il resto, fortuna che c'è Fuffology.

Post ispirato da quei momenti in cui la crisi nera prende il sopravvento e che anche se non demordi in verità sei già bello che fottuto, perso, ed ecco che all'orizzonte esattamente posta tra la linea di separazione che divide la speranza dalla disperazione che appare come per  miracolo la truffa quella che ha solide radici nell'attrarti a se' con tutta una serie di meccanismi subdoli che manco sapevi di conoscere. E credimi era meglio così.

Fai l'imperscrutrabile, ma siamo tutti vittime


Presto ma solo a posteriori, sempre che tu riesca a levarne le gambe, ti renderai conto di aver appreso che a questo mondo esiste anche la dimensione dell'orribile a cui fino a poco tempo prima, ignaro, non davi peso ne' prestato attenzione alcuna. Poi nei giorni a seguire scoperto che il tempo non porta consiglio/ consolazione nonostante una parte di te continui a raccontarti che chiunque poteva caderci senti di aver compiuto un giro di boa. Alle tue spalle c'era il vecchio te, ingenuo, libero. Dopodiché ci sei tu e l'amara consapevolezza che non giustifica in nessun modo il tuo operato ne l'agire.

Eh si stavolta è toccata a te, proprio a te e non hai nulla di che, delle scelte che hai fatto a renderti speciale, ma solo un povero fesso. Ora ti senti in colpa, un senso che ti tormenta e corrode l'anima sino al nucleo del tuo essere, prima eri un frutto adesso di te ne rimane solo il torsolo.

Nessuno è più al sicuro


Non so se avete notato quanti santoni, guru, coach ci sono a giro, su Facebook spopolano. La gente ha sempre più bisogno di guide, la spiritualità è agli sgoccioli, ammesso che sia mai esistita. Se non considerata oramai demodé, la fede langue, sostituita quasi di sana pianta dal narcisismo più estremo e parossistico che sia mai esistito nella nostra cultura, le vie dell'inferno sono sempre più trafficate. Stuole di adepti ne intasano le arterie, non luoghi di perdizione popolati sino all'esubero, falliti e disperati vendono agli angoli delle strade illusioni patinate dietro cui si celano truffe e raggiri della peggior specie.

Ma soprattutto sono i bisognosi, sotto categoria appartenente al girone dei disperati - intendo quelli che debbono necessariamente lavorare per vivere e finire loro malgrado a vivere per lavorare per comprare un tetto sotto cui vivere e magari riuscire pure a sopravvivere - le vittime predestinate, quelle più ignare del rischio che corrono di essere soggiogate. La necessità è il peggiore dei click mentali. L'aggancio perfetto affinché si possa consumare la fuffa/truffa.

Condannati a sentire sempre le stesse cose


Il content marketing si fa cosi, colà, trallallero trallallà come esistesse una tecnica che azzeri la scrittura quella che intrattiene per davvero, la cui ricchezza lessicale non solo infarcisce di parole chiave i testi ma stringe anche a delle conclusioni che ne fanno un contenuto utile e di qualità, quindi di valore.

Se possiedi quest'abilità, hai profondità di ragionamento non ci solo limiti ai contenuti a cui puoi dar vita ed alla loro diaspora nel web. Se sei anche sagace strategicamente amplifichi solo i risultato certo non lo limiti e puoi arrivare davvero dappertutto. Il resto è fuffa, l'evoluzione del, "Tutto il resto è noia, maledetta noia". Fuffa solo fottutissima fuffa e questi sono i tempi di Fuffology quelli di un nuovo ordine mondiale, dominato da cosa?

Dalla Fuffa imperante, presente in ogni dove, maledetta!


Il vero content marketing? Non conosce fasi di stanca 


Prendete questo blog presto diverrà una sorta di storytelling nello storytelling che promuove un copywriter-blogger - intento a rovinarsi la carriera (scherzo) 😜- a cui si aggiungeranno contenuti prettamente tecnici sul copywriting.

La linea di confine tra contenuto serio-tecnico e fantasioso-creativo è labile, così flebile, oltretutto, che chiunque può in un battibaleno passare a giudicarmi da un blogger prettamente tecnico ad il primo tra i copywriter principe dei buffoni, come viceversa. Eppure funziona..

I contenuti bando al target e le nicchie online svolazzano in ogni dove, ovunque.

E allora cos'è questa una forma di content marketing figlia di un dio minore, forse? Nient'affatto è solo una delle forme possibili di fare content marketing senza rischiare che io muoia di noia o sommerso dalla fuffa. Immaginate come debba suonare questa agli schiavi del contenuto utile. Il vero content marketing lo riconoscete subito, non finisce mai! Diverte e non annoia ed il primo a divertirsi è l'autore-blogger che lo produce.


Chi si diverte non si annoia e non annoia


Perché chi di fuffa ferisce di fuffa prima o poi perisce e credetemi il giorno della resa dei conti è sempre + vicino ed imprevisto di quando sia stato calcolato. Non è una questione di pronostici, inutile paventare via d'uscita, non ve ne sono. Una condanna, è la lettera scarlatta.

Presto diverrete peggio dell'olio di palma, vi escluderanno, bandendovi da ogni dove. Sarete la panacea di tutti i mali.

La Fuffocrazia Italiana


No tranquilli, siete ancora in Italia non c'è da essere così pessimisti, anzi per i sani di mente e puri di cuore, eccome se c'è ne sono di di motivazioni, ma per tutti gli altri il nostro paese ha abbracciato abbondantemente questo credo, quello di Fuffology che promette o forse è più giusto dire minaccia un nuovo ordine mondiale.😱

Ah quasi dimenticavo hanno già lanciato il famigerato vinello 'Fuffarello' in piena tradizione merchandising.. da brand, e non è un bluff.

Rettifico che si chiama Fuffarolo, questo il pay off: "Corri anche tu a comprar Fuffarolo il contenuto che etanolo puro". 😏👌