Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 30 maggio 2017

Intervista a Diego Mulfari - Web Marketing specialist

intervista Diego Mulfari marketing bloggingIntervista a +Diego Mulfari Web Marketing specialist - Sales Manager - blogger su: marketing, formazione, blogging, comunicazione, social networking, personal branding.

Come in tutte le storie che si rispettino si parla di presente, passato, futuro. E Diego in fatto di narrazioni è uno che la sa lunga. Asseconda di come lo percepiate potete vederlo o come un abile storyteller capace di ammaliarvi con le trame che intesse, un abile stratega o un autore a cui lo storytelling esce naturale senza forzatura alcuna. 

In questa abilità si sintetizza a mio modo di vedere il genio di questo specialista web, per quanto a lettura ultimata le sue risposte rimandino ad una personalità complessa, poliedrica ed assai vivace da cui traspare molto di più di quello che le mie parole possano cogliere e mettere in poche righe.

Pertanto vi invito ed esorto a leggerla con curiosità se non per scoprirlo quanto meno per affinare ed approfondire la conoscenza di questo professionista online così originale da risultare atipico e quindi di incredibile talento.


Ciao Diego le ricerche online su tuo conto mi rimandano ad una semi divinità del web, dai scherzi a parte, di cosa ti occupi attualmente online?

Ciao Antonio e innanzitutto grazie per questa intervista. In effetti dal giorno in cui ho scoperto il magico mondo del web marketing e delle sue applicazioni nel mondo delle aziende, non mi sono mai fermato un attimo. Attualmente sono un consulente specializzato in tecniche di acquisizione clienti online per imprenditori, artigiani, commercianti e liberi professionisti. Ho da poco aperto il mio nuovo sito web: clientisulweb.com


Quando parlo di blogging uso il termine declinazioni alludendo ai tanti modi per usare il blog in merito alle tematiche che può trattare, a che uso hai piegato il tuo?

Il mio modo di concepire un blog è quello di uno strumento che serve per educare i tuoi potenziali clienti al tuo prodotto e servizio, prima ancora che gli stessi ti chiedano un preventivo. 

Un insieme di informazioni che risolvano dei problemi, con una scrittura seducente ed efficace.


E’ vero quel detto che esiste solo una cosa migliore che avere un blog, averne due?

Credo che non sia questione di numeri ma di valore: è meglio avere un blog con post efficaci che siano di vero aiuto per i tuoi lettori piuttosto che due blog superficiali e autoreferenziali.


Perché hai deciso di condividere i segreti per trovare nuovi clienti online con il tuo blog - di recente apertura - 'clientisulweb.com'?

Perché credo molto nello spirito di condivisione della Rete: credo che la strada per conoscere ed educare i miei potenziali clienti passi prima di tutto dal mio livello di preparazione e competenza. 

E sul blog clientisulweb.com ho racchiuso la mia esperienza di questi 6 anni di lavoro e sperimentazione sui miei clienti. Ho cercato di racchiudere i concetti di base per trovare clienti sul Web, sulla base della mia esperienza sul campo con numerose aziende dei più disparati settori. 

Credo ci siano delle strategie comuni che stanno alla base della lead generation, e su clientisulweb.com ho cercato di raccontarle ai non addetti ai lavori.


Mi sembra di capire che tu creda molto nelle opportunità date dal web e nel digitale in generale - sono della stessa opinione - il blog che ruolo gioca nel poter valorizzare uno specialista online?

Si Antonio: credo molto nelle opportunità date dal web per valorizzare un professionista, secondo il principio del personal branding. Nell’era digitale il paradigma si è completamente ribaltato: prima di proporci ai nostri clienti, dobbiamo conquistarci la loro fiducia dimostrando quello che siamo in grado di fare e come possiamo aiutarli. E il blog è un ottimo strumento per raggiungere questo obiettivo.


Cosa ti spinge ogni dannato giorno a tornare a lavorare nel web?

Ho l’impressione di lavorare in un ecosistema che cresce, e che tutti i giorni mi sorprende. In questi anni ho conosciuti moltissimi professionisti (alcuni diventati veri amici), che non hanno in sé lo spirito competitivo ma collaborativo. Ho imparato moltissimo da tutorial e credo che il vero miracolo di questa era digitale sia Internet, che meriterebbe un premio Nobel per la pace.


Cosa consigli di primo acchito quando qualcuno ti chiede che vuole cimentarsi con il web, da cosa lo metti in guardia e invece per contro lo lusinghi a proseguire? Che equilibrio trovi tra opportunità e rischi? Sempre vantaggioso ed a favore delle prime? Hai un approccio in particolare che suggerisci?

Io dico sempre che internet ha bassi costi di entrata ma non è gratuito: spesso purtroppo la percezione di poter fare tutto e subito porta molti amatori a creare siti web che non vendono o campagna pubblicitarie che non performano (come ad esempio su google AdWords o Facebook adv).

Questo è l’approccio che non consiglio. Esorto invece a circondarsi di professionisti per i cardini della tua identità digitale: sito web, campagne adv online, posizionamento del sito Internet in prima pagina di Google e video marketing. Soprattutto in fase iniziale, si risparmia un sacco di tempo, si iniziano a vedere i primi risultati e ci si motiva a proseguire sulla strada di Internet, magari iniziando a studiare ed applicarsi.


Qual’è il tuo media prediletto per erogare contenuti? Video, Podcast, testuali.. 

In questo momento il mio media prediletto sono i video: ho testato per diverso tempo le dirette di Facebook, con buoni risultati (i video sono visibili www.facebook.com/diego.mulfari).

Siamo in una era di scarsità di attenzione e in meno di 3 secondi dobbiamo colpire l’attenzione del nostro potenziale cliente. I video sono un’ottimo strumento per perseguire questo scopo.

Anche i contenuti testuali sono molto utili. Il mio blog e alcuni dei miei video sono visibili su clientisulweb.com

Diego Mulfari web site


Ancora, ne hai uno ostico che proprio non digerisci?

I podcast, ma solo perché non sono in grado di realizzarli e invidio molto chi lo fa con successo 😊


Ricordo che la prima volta che ti ho visto online precisamente in un video su Facebook mi ha colpito la sensazione di trasparenza ed affidabilità che trasmetti, a tuo avviso è una dote importante per fare il tuo lavoro? Ti viene spontanea, è intrinseca alla tua natura/carattere o hai dovuto lavorarci sopra?

Grazie per questa bella domanda Antonio: credo di si. Essere autentici e condividere informazioni ed esperienze è fondamentale. Sta finendo l’era dell’inganno pubblicitario e degli spot artificiosi, con copioni falsi e voci squillanti. Credo che nel momento in cui credi in quello che fai ed hai avuto risultati, esca una spontaneità naturale. E una affidabilità conseguente. Più che sul mio carattere ho dovuto abituarmi a parlare davanti a una telecamera con dietro nessuno. Inizialmente ero abbastanza imbarazzato e mi chiedevo se fossi riuscito ad essere fluido in diretta senza farmi prendere dall’emozione. Piano piano però mi sono abituato ed ho conquistato questa nuova competenza (molto importantissima (negli anni del video marketing).


Dico blogging ed istintivamente che ti viene da dire?

Libertà, lavoro, condivisione.


Lati deteriori del web con cui proprio non riesci a scendere a compromessi ne’ avere negoziazione alcuna?

Arroganza gratuita, invidia, troll. Insomma un approccio in antitesi con lo spirito di condivisione di cui parlavo prima. Sembra che molte persone riversino le loro frustrazioni quotidiane, nascondendosi dietro a una schermo.


Analfabetismo digitale nel nostro paese uguale digital divide o la situazione prospetta ben altro scenario? L’amore aiuta a far superare le barriere tecnologiche? Altre soluzioni? Forse la formazione?

Credo che in questo Paese ci sia un enorme bisogno di cultura digitale. Prima che formazione serve ispirare gli imprenditori “vecchio stampo” ad innamorarsi del Web. Serve sedurli per aiutarli ad effettuare il cambio di paradigma che il Web suggerisce. E mettere a fattore comune il know-how di aziende vecchio stampo sul Web. Unirsi e condividere sapere e conoscenza. Questa secondo me è l’unica strada per sopravvivere in questi tempi duri ed eventualmente continuare a crescere.


Con quest’ultima che rapporto hai? Il blog è uno strumento adatto anche a fruirne ed erogarla?

Mi capita di fare formazione ad imprenditori vecchio stampo e con l’associazione Brianza Restart (www.brianzarestart.it) cerchiamo di fare cultura digitale agli imprenditori qui in Brianza attraverso eventi live. 

Credo che la formazione più efficace passi ancora per un rapporto vis-à-vis con i propri clienti.


Entusiasmo una bella parola o è la benzina necessaria ed indispensabile per ottenere risultati anche online? Mentre nella tua etica lavorativa a quale legge dell’universo obbedisci e quindi calibri il tuo ritorno? La lungimiranza è la sua migliore alleata o può rivelarsi il peggiore degli investimenti in un mondo sempre più votato all'approccio-filosofia esistenziale del tutto e subito tanto del domani non v’è certezza? 

L’entusiasmo è la mia benzina quotidiana, la carica che mi permette quotidianamente di raggiungere i miei obiettivi, sperimentare, mettermi alla prova e risollevarmi dai miei fallimenti.

Senza entusiasmo non si possono raggiungere grandi risultati. Questa è forse una delle più grandi lezioni che ho imparato fino ad ora nella mia vita


Storytelling, quale sarà la tua prossima storia, o quella che intendi raccontare nel futuro prossimo venturo?

Credo che la prossima storia sia quella di un Diego Mulfari web advisor, che aiuta le aziende italiane a trovare clienti sul Web, come ha fatto con suo padre attraverso il progetto mulfarimbianchino.com


Un tuo vizio ed una tua virtù, pregio Vs difetto?

Sono social media addicted, eclettico, curioso e un po' pignolo.

Etica del lavoro, valori online, progetti futuri, visione atipica.. direi che in questo contenuto come si è soliti aspettarsi dalle storie migliori ci sono tutti gli elementi per stringere ad una morale.

Quella di Diego Mulfari rimanda indubbiamente ad una personalità univoca ed originale e le cui peculiarità fanno si che come da tradizione nel miglior storytelling non si riesca a percepire la linea di confine che separa il raccontato dal vissuto per uno specialista che è egli stesso autore e protagonista della propria trama. E che storia..

Grazie Diego e complimenti per i tuoi progetti, tutti interessantissimi e super costruttivi! WOW 😉👌



Ti è piaciuta l'intervista?
😉Allora😍
CONDIVIDI