Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 23 marzo 2013

John Frusciante with Vincent Gallo

Il perché di come mai ho scelto questo titolo per chi mi conosce...beh non è affatto scontato al pari di chi non mi conosce. La ragione ha una radice intima che se potessi scegliere di non rivelare lo farei senza ombra di dubbio ma che all'occasione ho deciso di rispolverare per poter esprimere un personalissimo ringraziamento a chi l'arte la sa fare.
Il cinema ha interpretato il disagio mentale in molte sue declinazioni, sfaccettature e prospettive raggiungendo notevoli effetti sia emotivi che ahimè al quanto spettacolarizzanti. Insomma per farla breve in un film è difficile scappare dallo stereotipo di narrare comunque una storia. Non sono mancati i geni che sono riusciti ad abbattere le regole spazio/temporali  e comunque produrre dei capolavori ma il vincolo della storia,di una sua significatività sembra resistere...forse per ragioni di business, forse per una nicchia che suo malgrado crea stereotipi. Anziché no la forma d'arte che sembra sdoganarsi da questa finalità sembra essere quella  dei video musicali..oramai  in forte e vertiginoso declino se non al servizio della marketta di turno sulle collane d'oro tanto grandi da legare motorini, telefoni cellulari e tanta altra robba di prastika. Così mi è venuto in mente questo video musicale di niente poco di meno di Vincent Gallo che secondo me è un capolavoro. Allontanandomi dal significato del testo gli attribuisco la migliore rappresentazione visiva del disturbo mentale Ossessivo/ Compulsivo e chissà se anche Vinc non ne sia affetto o come dicevo all'inizio nessuno abbia voglia di rivelarlo ma non possa esimersi da rimanerne profondamente affascinato.