Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 19 luglio 2013

Mosaico creativo o problem solving?

problem solving

Ho già tentato di affrontare la tematica dell'intelligenza e ogni volta che ci provo mi rendo conto di quanto sia complessa e muta velocemente in qualcosa di inafferrabile ed indefinibile.

Pur mettendola a contrasto risulta difficile poter fare delle categorizzazioni o misurazioni per determinare almeno dei livelli di complessità ma mancano i riferimenti ed essa diviene sempre più sfuggente.

I punti di domanda non trovano risposta. Questo è il risultato che raggiungo ogni volta che provo ad analizzare e studiare questo fenomeno così misterioso ma anche così concreto. Nel primo post introduttivo ho comunque cercato di dare una prospettiva agli aspetti che ritengo più interessanti per il tema trattato in questo Blog che sono la creatività e l'innovazione e il metodo-prassi o meccanica delle idee.

Le prime due faranno diciamo da orizzonte al quadro visivo del progettista mentre il metodo sarà lo strumento/mezzo attraverso cui raggiungerlo

L'ampiezza delle metodiche non può essere certo ristretta ad un riduzionismo specie da un dilettante ma l'unicità di ognuno di noi può essere sicuramente un inizio per creare una condivisione non solo di intenti ma anche di prassi.

Penso che se uniremo le potenzialità le forme mentis trovare delle costanti dei denominatori comuni far trasparire per contrasto le differenze potremmo spostare notevolmente l'asticella dello strumento che fino ad oggi ha voluto prendersi il diritto di misurare il nostro potenziale.

Oggi temo che non sia più una questione ma un problema da affrontare con celerità ed urgenza ma soprattutto con senso di responsabilità dobbiamo necessariamente cambiare il nostro modello-sistema istruttivo/educativo; le persone che attualmente lo costituiscono ci porteranno nell'arco ristretto di pochi anni al'inesorabile collasso.

Le implicazioni che si dipanano dal nucleo della tematica sull'intelligenza sono così tante che rischio sempre di perdermi ma voglio ritornare sui miei passi per portare questo percorso al focus del post ovvero sul mio personalissimo metodo che ritengo possa essere trasposto nel nostro campo professionale.

 Per chi ha un minimo di esperienza in Informatica sa cosa intendo per problem solving ma forse un po meno quando parlo di mosaico creativo.
Per semplificare la mia mente ogni qual volta progetta nel campo della formazione raccoglie tutti gli elementi li visualizza riunendoli in un unico insieme ed infine crea una sorta di disegno quello è l'idea finale talune volte è già il risultato finale o quasi altre è solo una forma embrionale da cui poter lavorare e passare ad ulteriori sviluppi.

Come avvenga tutto ciò è un mistero anche per me al pari credo di un compositore, uno sportivo ma anche chiunque di voi il lampo dell'Eureka è tra il sacro ed il mistico...come faccia la mente ad unire i puntini nella zona creatività è ciò che mi affascina ma anche più sfuggente.

Però quello che ho notato è una costante ovvero quanto sia utile nel nostro campo porre continuamente a contrasto gli elementi ma  non soffermarsi sulla reazione quanto sulla differenza. Quest'ultima spesso e volentieri coincide o collima con le criticità presenti tra l'azione formativa ed gli effettivi risultati.
Credo che questi due aspetti della mia mente non consequenziali lavorino per raggiungere l' obiettivo che nel nostro campo (imho) è quello che fa la differenza è il Plus del Prog/Formatore che non può fermarsi al semplice intervento sull'azione per effetto ottenibile nella media alta degli individui ma  deve operare su un livello più fine e profondo.