Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 30 giugno 2013

Condividere è ben più potente che Copiare/ Rubare

copyright in italia
COPIARE-INVIDIA-MARKETING-COPYRIGHT-CONDIVIDERE = no non mi state perdendo questa catena di concetti è il processo mentale che è conseguito dopo aver constatato l'ennesimo evento di scopiazzamento nel Web ai miei  danni se così si può insinuare.

Detta così capisco che possa risultare molto equivoco ma vi garantisco che nel mio caso chi viola il Copyright lo fa in maniera ben più profonda che il semplice copia ed incolla.

Comunque in questo specifico caso più che una violazione del Copyright trattasi dell'ennesima pappagallata ma anche se si ripetono con una certa continuità questi episodi di una tristezza infinita non è mio interesse alzare il tono della protesta...come se questo Blog non fosse già abbastanza polemico (anzi ne approfitto per farvi le mie scuse e vi garantisco che questo imprinting emotivo rimarrà confinato a questa fase iniziale del Blog...capisco benissimo se sono risultato assai petulante).

Chi mi segue oramai avrà chiaro che fermarmi alla superficie delle cose non mi compete o almeno ci provo..nella fattispecie il Copia e Incolla o Modifico leggermente non lo reputo un atto dannoso a priori in quanto testimonianza di furto intellettuale...bensì come atto sterile e di depauperamento del mio processo di crescita e di formazione individuale e professionale.

Mi spiego meglio: Chi emula le altrui idee per svilupparne altre il mio Ego Narcisistico non li reputa assolutamente dei ladri o dei disonesti ma parte stessa del processo creativo ma a patto che anch'essi abbiano qualcosa da produrre e condividere.

D'altronde l'uomo ha sempre creato da cose fatte dall'uomo traendo inspirazione e migliorandole; alle volte sorprendendosi altre meno ma pur sempre lavorando.Produrre e Condividere la prima attività è alla base dell'agire dell'uomo e della donna di buona volontà e la seconda che avviene nel momento in cui non si crea chiusura nella cultura generando la Proprietà Privata che è una delle tante trovate che come la democrazia da il potere ai ricchi ed ai prepotenti. Detto in parole semplici condanno quindi non l'arte dell'emulazione per creare che costa anche lavoro e sacrificio finalizzato alla creazione e produzione ma colui/ei che sottrae per i propri scopi egoistici e che quindi sterilmente mi impoverisce in quanto non mi spinge a fare di meglio ma addirittura a SMETTERE di FARE.

Eccoci arrivati alla prima parola della catena di concetti in cima alla pagina ovvero l'INVIDIA. Essa è un motore potente beh sarà che sono un' italiota (o che sono circondato da) ma nella mia vita non ho mai visto un così forte incentivo a fare come l'invidia umana..

..sicuramente è un aspetto schifoso della nostra/mia esistenza e chi mi conosce sa che lavoro quotidianamente per toccare ben altri tasti come il Rispetto e i Diritti ma è innegabile che l'invidia equivalga all'ambizione italiana.

Quindi se la strumentalizzo è per loro per quelli che rubano solo per se stessi!

Questa folta fauna oltre a farmi rabbia li ritengo oltre che patetici un danno per la società dello sviluppo e del progresso: quello vero! Detto questo mi sento quasi liberato (magari si fa per dire) il resto è tutto in discesa...e posso passare a giustificare cosa c'incastra il concetto di marketing in tutto ciò.

Il legame al copyright è l'invidia in quanto il marketing basa molto della sua politica con i marchi sul cavalcare il suo motore potente che deriva della veniale sensazione del possedere e dal silente gioco speculare dell'essere posseduti.Ma si sa che i Marketter non a caso usano strategie da Psico-Anal-isti mentre la formazione quella nobile non vuole vendervi niente.

 ...la vostra anima non è in svendita bensì il suo obiettivo è quello di costruire una persona migliore da cui deriverà un mondo se non migliore almeno più sereno.

"Ecco perché quando vengo copiato da una persona creativa la quale sposta più in là il livello del mio prodotto la spinta che provo di fare meglio è impareggiabile e costruttiva non mi induce a smettere ma anche di copiare a mia volta perché perpetuando dovrò necessariamente partire dal suo livello acquisito per cercare di progredire.

Devo concludere e non dedicherò neanche una parola a coloro (che sanno benissimo chi sono mentre leggono) che vivono sulle spalle degli altri alias parassiti non servirebbe a niente dico solo che in un qualche modo dovranno incominciare a fare i conti con la realtà perché anche se non mi interessa niente del Copyright questo non vuol dire che non mi sia stufato di non progredire!