Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 23 luglio 2013

Copyright il vincitore della medaglia di bronzo

La nuova frontiera del copyright
Certamente vi ricordate di quel Post presente nella categoria Copyright in cui anticipavo la produzione di una serie di articoli in cui avrei scritto sulla scia (De sangue aggiungerei io) del tema che avevo descritto con queste parole:"Lo strano caso di...in cui si è verificato che.." alludendo a quali situazioni sia emotive che pratiche mi sono ritrovato a vivere da quando ho iniziato a lavorare con il digitale e tra analogico e quest'ultimo. Ho così deciso di partire dal terzo caso a cui ho deciso di dare appunto la medaglia di Bronzo inutile dirvi che il vincitore si aggiudicherà quella d'oro.
In un paese di patacche non dovrebbe preoccuparsi nessuno ma vi garantisco che queste saranno date a chi se le merita senza nepotismi o raccomandazioni di vario genere. Questo caso è il meno importante e ci tengo venga sempre analizzato al pari di una storia. L'idea di una premiazione è per soddisfare la mia natura altruistica e non per condannare alcun che. Inoltre raccomando il lettore prima di passare a veloci conclusioni ad aspettare a leggere tutta le trilogia e di attendere la consacrazione del podio d'altronde per poter fare congetture o stringere conclusioni prima bisogna vedere la gara. Quindi anticipate questo Post con la lettura di quest'altro POst. Bene ora siete pronti!... Per il Terzo post medaglia di bronzo the Winner is.......una rivista on-line di cui non faccio il nome per correttezza ma se usate i miei servizi non farete fatica a capire di chi si tratta. Brevemente l'accaduto: Circa 6 mesi fa decisi di creare questo blog per la ora nota teoria della palla numero otto scrissi alcuni POst in merito alla mia intenzione di progettarmi un Blog che avesse un template originale graficamente accettabile che si armonizzasse e fosse coerente con il mio sito personale con cui si sarebbe integrato ma soprattutto personalizzato in quanto progettato per la professione del progettista /formatore....Nel momento in cui mi trovai a modificare il template pensai che mi sarebbe servita una slideshow ma che purtroppo Blogger non la contemplava tra i sui gadget (misteri alla google) e che se la volevo avrei dovuto modificare il modello HTML. Quest'ultima modifica mi piaceva poco sia per ragioni di equilibrio finale che si sarebbe verificato dopo le modifiche relative questo linguaggio in quanto volevo modificarlo il meno possibile sia per non avere errori ma anche per avere poi un caricamento rapido e quindi delegare il più possibile agli widget. Le modifiche HTML per ragioni di salvataggio (altra idiozia facilmente risolvibile con dei punti di ripristino) m'imponevano di ponderare le modifiche e cercare il più possibile widget in modo tale da poter essere facilmente reversibili. Inoltre  poi il menù in HTML che avrei dovuto inserire nel modello avrebbe richiesto ogni volta di lavorare sul codice per inserire nuove immagini con la duplice criticità dell'essere una soluzione  poca pratica e rischiosa (eventualità di compiere sempre un errore). Quest' opzione proprio non mi piaceva ma non volevo rinunciare alla Slideshow ! Fortunatamente avevo in mente il Widget di questa rivista certo sapevo che aveva dimensioni poco adeguate in quanto fatto per le sidebar di un blog ma non mi scoraggiai ne prelevai il codice e lo incollai nel widget per poi inserirlo anziché in una delle sidebar per cui era stato pensato al centro del template a mo' di slideshow. Purtroppo le dimensioni rimanevano giuste in larghezza ma troppo basse in altezza ma ne intuivo il forte potenziale in quanto ne avrei giovato sia a livello funzionale potendo inserire sia gli articoli che ritenevo più importanti per il blog attirando l'attenzione che quelli che avrei reperito nella rete e tutto direttamente dal mio Blog senza far uscire dalla navigazione l'utente. Mi interessava anche l'indicizzazione in quanto sapevo che questa rivista offriva un'ottima opportunità in questo senso e che si sarebbe aggiunta all'indicizzazione già ottima di Blogger. Avrei così realizzato una delle mie prerogative del design nel Web e che la testimoniano tutti i miei lavori ovvero l'integrazione e la sincronizzazione dei prodotti/servizi che derivano dalla mia visione d'insieme. Una domanda importante a questo punto è relativa a quando fossi venuto a conoscenza del widget della rivista e la risposta è che risale a circa due anni fa quando aprii il mio primo blog e sito Altervista. Sono trascorsi due anni quindi sino al momento in cui io ho iniziato a progettare questo e l'ho inserito tale e quale nel mio Blog. Non è un gadget che viene molto usato dai blogger certo non posso dire di aver visionato tutti i  blog esistenti (e questo è uno dei primi punti che rende impossibile dimostrare qualsiasi cosa sul web) ma comunque non ne ho mai visto uno che lo abbia usato come slideshow principale se non come uso provvisorio e conforme alla norma della sidebar. A quanto pare neanche la nota rivista ci deve aver mai pensato in due anni per poi avere improvvisamente l'ispirazione dopo che io l'ho adoperato come tale. Che coincidenza...! Come me ne sono accorto? Beh preso dalla frustrazione del risultato estetico dopo aver già più volte pensato di scrivere alla rivista e dargli l'idea (ma preoccupato dalle precedenti esperienze che poi vi rivelerò) per l'ennesima volta mi recai  all'indirizzo in cui reperivo il gadget e sorpresona lo vedo implementato per soddisfare quella che è stata l'idea farina del mio sacco. Direi un esempio incredibile di prestidigitazione connettiva!! Ed eccoci arrivati al dunque quando dentro di me ho espresso le fatidiche parole :"Eccoci nuovamente ad essere spettatori passivi dello strano caso di...in cui si è verificato che..". Qual'è la morale se ce n'è una?
Che trattasi di una nuova dinamica di presunta violazione del Copyright che corrisponde al caso frequente in cui adoperando un servizio di terzi lo migliorate o lo implementate l'autore siete voi dell'idea ma proprio perché di terzi come in questo caso non vi tocca neanche un miserrimo abbonamento premium in omaggio se non un nuovo Dubbio in cui rompervi il capo"
Perché il fattore più triste di tutto ciò è che nel rischio che voi possiate chiedere qualcosa che so una collaborazione un posto di lavoro fregano e fanno finta di nulla forse presi dalla paura che voi gli chiediate qualcosa di non commisurato o forse perché qualcuno è così disonesto ed abituato a farsi bello con l'operato altrui il risultato è questa politica dell'arraffare! Voglio dare un messaggio più forte di ogni licenza: "Se siete dei disonesti ciò non vuol dire che chi abbia la paternità dell'idea sia come voi!". Nel mio presunto caso sarebbe bastata la firma con un link al mio blog dove si scarica il widget o un'abbonamento ed adesso sarei a parlare del meraviglioso e nuovo senso etico del lavoro nel web invece che dire che il digitale è la trasposizione di ciò che c'è di peggio nell'analogico! La morale quindi è presto detta dopo aver recitato le seguenti parole di Adam Kadmon :"Ma Se sono tutte coincidenze e del resto le mie come sempre vi ricordo sono fiabe dell'età moderna e dunque prendetele come tali anche se ogni favola ha sempre una sua morale...che è che bisogna prendere presto provvedimenti per la creatività dei singoli e la difesa della loro proprietà intellettuale in quanto la rivoluzione paradigmatica culturale della rete porterà ad innovazione sempre più orizzontale rispetto a quella verticale del precedente paradigma...e quindi anche alla ridistribuzione delle categorie gerarchiche...certo sempre in nome del pro-fesso dello sviluppo di un nuovo modello economico visto che questo è miseramente fallito...mi pare!
...un abbraccio....
A.L.