Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 21 luglio 2013

Presidi delle facoltà in Tv che praticano la magia nera

rapporto tra istruzione e incremento del tasso di disoccupazione

Le manca la base di legno ma temo che conosciate tutti l'oggetto qui di fianco e il significato esoterico che le viene attribuito..

..ecco se oggi vi trovate nella scomodiSSima posizione di dover scegliere a quale Università iscrivervi e siete Italiani per poi domani avere pure la  pretesa di concludere con una professionalità a cui dovrebbe corrispondere di norma a livello planetario un posto di lavoro questo è l'unico strumento che avrete a disposizione per fare la scelta giusta in relazione a quale indirizzo votarvi.

Prima di scegliere se seguire la vostra vocazione il consiglio dato niente poco di meno che ad un telegiornale nazionale all'orario principale (precisamente l'ora di cena) da un preside di una Facoltà di Medicina di Roma in occasione delle giornate in cui sono stati fissati i Test di ammissione (ancora esistono a conferma della visione delle caste del nostro paese anziché quella dovesosa attitudinale o curricolare) per settembre è quello di consultare lo strumento esoterico per eccellenza ovvero la Palla di vetro. 

Probabilmente anch'egli intimamente ne conveniva che l'espressione non si sa più a che santo votarsi in italia sia un tanterellino anacronistica...Tutto ciò è scandaloso! 

Ritengo innanzitutto che se sei un preside e non puoi garantire un posto di lavoro a prescindere dall'ignobile figura rispetto all'Europa per non dire di quella meschina mondiale inerente il sistema d'istruzione nostrano suona anche come la tua Facoltà non è all'altezza di preparare professionisti capaci che poi potranno ricoprire i ruoli lavorativi per cui sono stati istruiti. 

Questa dichiarazione non solo è lo specchio della irresponsabilità di un Preside che per dribblare qualsiasi promessa di serietà dice in tutta serenità di non avere doti da preveggente ma anche della totale incapacità di queste persone di poter fare il lavoro in cui sono impegate. 

Diamine!! Che pretese ci mancherebbe che volessimo che manifestassero poteri di Prestidigitazione! 

Quello che le chiediamo ennesimo fuffarolo mangia pane a tradimento è di sviluppare almeno degli indirizzi di Laurea che creino delle figure professionali in uscita che abbiano un alta percentuale di possibilità d'impiego e non di innalzare il tasso di disoccupazione!

Tra tutte le Facoltà probabilmente Medicina è quella che insieme ad altre ha delle figure professionali in uscita ed il problema è il nostro sistema di occupazione post-laurea o pre- ma anche quest'aspetto è un ulteriore goccia che fa traboccare il vaso del rapporto studi-lavoro che non solo non è mai andato ma che adesso proprio non funziona. La vacca grassa delle convenzioni e delle persone spennate per la formazione inutile si sta esaurendo! 

E aggiungo io: finalmente! Torniamo alla situazione di questo paese che ancora oggi in Facoltà come Scienze della Formazione a Firenze per esempio dopo più di 10 anni di lezioni pubbliche (l'ultima l'anno scorso) sull'argomento non solo non ha una figura uscente spendibile sul mercato del lavoro per ben due indirizzi magistrali ma addirittura non ha mai voluto fare un albo dei formatori

Già non si capisce perché uno Psicologo si mentre un Formatore NO! 

Come possiamo sperare che dei docenti progettino un corso di laurea che sia capace di inserire nel mondo del lavoro lo studente quando già in partenza dichiarano che sulla propria offerta formativa non possono essere garantisti nei confronti dell'obiettivo da raggiungere ovvero la spendibilità sul mercato del lavoro? 

Voi partecipereste ad una gara in cui vi dichiarassero la sconfitta alla partenza?

E anche se voleste comunque partecipare perché siete degli stoici ostinati che livello qualitativo d'impegno pensate di poter impiegare a lungo termine? 

E se vi prendesse un momento di scoraggiamento o di difficoltà? A quel punto a che santo vi votereste?   

Ora alle parole che ho appena speso molte persone che non fanno o hanno fatto l'Università sono solite rispondermi che non sono problemi loro forse perché non hanno avuto o avranno figli forse perché risentiti perché questo è il paese della frustrazione bigotta (te credo con un paese così ingiusto con 4 gatti autoctoni chi potrebbe non esserlo?) ma io rispondo con sarete andati dal dentista o spero di no ma qualche volta in un ospedale anche solo per qualcuno che conoscevate casomai poi da un architetto o vi siete rivolti alla maga che fa le carte? 

Voglio tranquillizzarvi rivelandovi che ho avuto la dritta che niente poco di meno che a Firenze precisamente  all'indirizzo di Scienze dell'educazione degli adulti della formazione continua e Scienze pedagogiche a Firenze in cui  coloro che dovrebbero occuparsi di queste cose (docenti per primi e subito a seguire gli studenti) stanno progettando un corso di Magia per trovare lavoro senza una figura professionale in uscita ovviamente non attendetevi certificazioni si fa all'italiana!