Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 28 luglio 2013

Facebook il vincitore della medaglia d'argento

Questa storia che termina con una premiazione che decreta l'assegnazione della medaglia d'argento va a rimpolpare l'area dei miei dubbi e delle mie verità supposte e ad infoltire la categoria dedicata su questo Blog inerente le nuove frontiere del Copyright per chi lavora nel Web. Trattasi anche con questa esperienza in cui tre indizi fanno una prova per poi trovarsi fra sé e Sé dicendosi:" Eppur mi sembra nuovamente del verificarsi di quello strano caso di....in cui si verifica che...


Rullo di tamburi...si parte:
tutto inizia da una mia necessità che nasce dalla situazione impossibile che ho vissuto durante il mio percorso universitario per conseguire un' inutile ed insignificante titolo triennale in Scienze delle Formazione Continua e Tecnologie dell'istruzione...tanto per darvi un'idea questo indirizzo  nato dalle rovine/ceneri dell'indirizzo Formatore Multimediale a livello di megabyte è durato a fatica tre anni ed adesso in piena era web 3.0 non esiste più cancellando per sempre ogni traccia di modernità e tecnologia dalla Facoltà. IL presidente del corso di Laurea per intendersi non sa nemmeno accendere un Personal Computer e pensa che un bambino di tre anni oggi in quanto nativo digitale sia capace di programmare e sviluppare ciò che vuole nel web senza alcun bisogno di formazione o di studio (testuali parole sue dette l'anno scorso a lezione). Torniamo alle motivazioni della mia implementazione informatica a l'anno scorso quando intrapreso il cammino di dolore di una laurea magistrale con questi soggetti decisi di fare una piattaforma con finalità didattico / comunicative che consentisse al nostro Corso di laurea di poter disporre contemporaneamente in modalità integrata e sincronizzata dei più moderni Tools ed ecosistemi web 2.0 per poter sia comunicare che studiare. La ragione principale era dovuta sia all'esasperazione del clima del dividi ed impera creato dai docenti per favorire i raccomandati e gli intrallazzi che creava molte esigenze sul piano comunicativo per non ritrovarsi sempre soli ed indifesi in quanto alienati che dalla loro condotta nei riguardi dei tanti lavori e progetti che ci davano da svolgere che non solo non venivano né timbrati né firmati dalla facoltà (quindi usciti dall'istituzione non hanno alcun valore per lo studente) ma che spesso sparivano dopo valutazioni ingiuste e sottostimate e svalutate. La speranza era di riuscire a contrastare questa piaga con la minaccia esistente nei confronti di questo modo di agire attraverso un monito costituito dalla presenza di un archivio in cui venissero comunque catalogati e salvati i lavori-progetti svolti con tanti sacrifici e dedizione (almeno da parte mia la maggioranza fa ottimi copia ed incolla). Quindi si rendeva necessario l'idea di avere uno storage di file che rendesse possibile soddisfare questa esigenza. Ma come fidelizzare ad un servizio così poco comprensibile dagli studenti ed ostacolato (come poi è accaduto) dai docenti quando a mala pena sanno accendere un Personal computer tutti quanti? Come poi io ci sia riuscito non starò qui a raccontarlo ma vi comunico che ho elaborato una Tesi sull'argomento a soli 20 giorni dalla dissertazione della stessa avvenuta a febbraio dello scorso anno. Certo io non ho preso 110 e lode sapete com'è tra l'altro dicono che io sia anche sordo tanto da dovermi ripetere le cose sino a cinque volte e quindi io devo prendere le cose in anticipo.....sculo! Ma lo scopo più vero e credo anche più nobile era che non potevo voltarmi dall'altra parte in quanto studente di scienze della formazione specializzato in tecnologie dell'istruzione e far parte di una classe senza i più moderni mezzi digitale che dovevano avere una priorità su tutto e tutti ovvero CONDIVIDERE e alzare il più possibile il livello qualitativo della classe. Le conseguenze che si sono sviluppate non erano nei miei progetti agii nel mio interesse e in quello dei miei colleghi per avere il meglio certo le ragioni che ho descritto all'inizio di questo Post erano un tatuaggio nella mia mente ma non pensai a questo strumento digitale per sfidare lo status quo o mettermi in contrasto anzi per metterlo a disposizione anche loro.Tutto era progettato e pensato per conseguire un solo risultato Il Miglioramento della DIDATTICA. Ma avevo comunque timore sapevo con che mostro avessi a che fare ma questa è altra storia che non starò qui a raccontare il focus di questo post è l'idea da cui è nata l'altra idea però quella ORIGINALE. In poche parole avevo bisogno di un servizio che disponesse di servizi comunicativi sincroni come la chat ed asincroni come la email in un unico posto/Url e che fosse facilmente fidelizzabile per utenti la cui alfabetizzazione informatica fosse appena sufficiente e casomai potesse disporre di un' eco-sistema chiuso di stampo comunitario più precisamente una comunità di pratica. Da tempo puntavo i Gruppi Facebook molti miei lavori lo testimoniano quando iniziai ad implementarli dopo il secondo restyling del layout grafico funzionale con quello che è il modello attuale fui il primo in Italia ad implementarli.
Per indicarvi il mio attuale livello di maturità questi sono alcuni dei miei prodotti realizzati lascio a voi giudicare magari nell'area commenti:
Realizzai subito il Gruppo Facebook dedicato al Corso di Laurea ma mancava un aspetto importante ovvero realizzare un sistema per scambiarci i materiali di studio ma anche per averli disponibili sempre in qualsiasi momento magari in modalità ubiquitaria ( mobile learning) la cui peculiarità sarebbe dovuta essere la facile fidelizzazione. Quest'ultima criticità era la medesima di quella che si era presentato con la scelta di un social network che cadde per questo su Facebook ma a cui anche all'epoca avrei preferito Google Plus. Il denominatore comune del servizio che avrei realizzato era che  avrebbe dovuto rendere la fidelizzazione facile ma soprattutto GRATUITA. Ma le difficoltà non terminavano qui avrei dovuto centrare la facilità di utilizzo visto il basso livello medio di experitise della classe e dei docenti risolvendo due criticità mica da poco e che rispondevano alle difficoltà relative l'accessibilità e la Usabilità. Fu così che pensai ai gruppi di windows live messenger quando ancora non era SKYDRIVE ricoperti di polvere o relegati alle comunità sui cartoni animati. ...Come avevo fatto per i Gruppi Facebook era andato a studiare i gruppi windows anche se non famosi li esplorai sino ad impararli e ne apprezzai subito i tools e l'architettura votata alle dinamiche business che avrei trasformato io ed adattato a quelle didattiche. Inoltre pensai che tutti avrebbero avuto un linguaggio operativo di Windows istallato sul proprio personal computer e che quindi disponessero se non tutti almeno una cospicua parte di un indirizzo mail con dominio hotmail. A onor del vero all'inizio esplorai anche l'opzione di scegliere i gruppi di google ma essi non solo non disponevano dei tools di Windows ma erano anche più difficili da navigare e presentavano altri problemi che mi fecero desistere a malincuore di adoperare il prodotto di Google. Siamo arrivati all' EUREKA  che corrisponde al momento in cui decisi di unire i due servizi il resto è storia che ho scritto nella Tesi che non ho pubblicato e che comunque è andata avanti con un percorso di ricerca empirica durato ben 2 anni (attualmente sono iscritti e fidelizzati 81 studenti alla piattaforma Windows/Facebook...direi non male per un Corso di Laurea che non l'ha mai ufficializzata)
Torniamo a Facebook e più precisamente a Mark Zuckerberg ed alla mail che gli inviai esattamente dopo circa 6 mesi di attività e sviluppo della piattaforma business/student con strumenti e servizi finalizzati per il raggiungimento di obiettivi didattici. Il fatto è che mi resi conto che ai gruppi non ci pensava proprio nessuno che ero l'unico a implementarli e svilupparli a livello planetario e che secondo me meritavano molta più attenzione in quanto incrementavano sia il Capitale umano che quello delle Corporation e così pensai di scrivere a Mark Zuckerberg mesi prima che lui implementasse i gruppi con la possibilità di caricare file. Vi allego la foto delle mail inviate :
Facebook email Mark Zuckerberg















Immaginatevi il mio stupore quando vidi la sua duplice idea di realizzare un servizio uguale di sharing  sia per tutti gli utenti che riservato per le Università (ne avete più saputo nulla a riguardo ? Questo è per dirvi il livello di interesse planetario...figuriamoci in Italia).
In merito vi posto un articolo di quel giorno in cui si domandava alla Corporation Facebook il perché di come mai di questa implementazione. Credo che la risposta a questa domanda che avrebbero dovuto dare sarebbe dovuta essere o la meccanica dell'idea che li aveva inspirati (per intendersi quella che ho scritto fin qui) e quindi la loro giustificazione o la vision dei futuri sviluppi  ..insomma come accade sempre nei casi di queste evoluzioni/implementazioni dei servizi informatici nel web. In quei giorni scrissi e risposi a molti commenti presenti sulle testate più importanti presenti nel noto social network Facebook. Qui sotto la foto dei miei ripetuti commenti in inglese maccheronico:
mashable commento gruppi facebook
commento facebook smartaandapp
Commento bewe academy gruppi facebook
Questo invece è il LINK di un'altra nota agenzia web.       

Se leggete gli articoli che uscirono in quei giorni furono proprio le risposte che diede Facebook alla domanda sul Perchè di come mai che mi fecero sorgere i maggiori sospetti che si stava verificano tutte le condizioni per ridire ci risiamo alla strano caso di in cui si è verificata che... e che giustificavano la l'operato e l'implementazione che sarebbe diventata anche dei gruppi Facebook per utenti non universitari con una soluzione per abbattere i costi dell'istruzione e che i giornalisti capendo che forse la risposta era un po' esima  vollero imputare ad un ritorno alle origini del noto social dicendo al loro posto che forse Facebook voleva tornare alle origini da cui era nato ovvero dalla Università. A questo punto sta a voi mettere a confronto le due meccaniche dell'idea e siete liberi di giungere alle vostre personalissime conclusioni.
Aggiungo solamente una nota per Google...visto che mi sono reso conto che mi state seguendo vi chiedo : Poiché all'epoca non ci pensai e non feci una fotografia del messaggio che vi inviai non credete chei tempi siano maturi per pubblicare cercando tra i messaggi che avete ricevuto dal mio Account  quello che vi inviai attraverso il modulo di miglioramenti dei servizi di Google plus prima ancora di inviarlo a Mark Zeuckerberg in cui non mi ricordo le testuali parole ma con ironia vi dicevo che avevo un'idea che avrebbe implementato i gruppi anche su Google + quando ancora non li avevate e di muoversi alludendo al fatto che : "mica volete lasciare arrivare a questa fortuna  sòr Zuck o Zio Bill prima di voi ?" Io il mio atto di fede l'ho fatto adesso voi fate il vostro...please!