Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 21 luglio 2013

Test d'ingresso per valutare le competenze pregresse


strategie valutative delle competenze

Oggi così tanto per dimostrare cosa possa avere origine dalla riduzione della complessità attraverso una visione d'insieme derivata da una prospettiva trans-multi-disciplinare applicata all'Ecologia dei Media (più precisamente ai gruppi/comunità di apprendimento sia in ambito analogico che digitale o blended) ho pensato di onorare il mio vecchio slogan/Motto che mi ha copiato mezzo web al pari di uno starnuto virale e che recitava testuali parole: "Soluzioni semplici per problemi complessi"

Comunque non è mia intenzione approfondire la questione ciò che mi interessa è fornire un'altra chicca di semplicità nell'era della complessità tecnologica e della corsa all'applicazione miliardaria per rendere un' operazione obbligatoria nel nostro campo facile ed immediata anziché lasciata al caso ed ai riti superstiziosi.

Vi ricordate la domanda che pongono sempre a noi Progetti della formazione quella che recita così:

Mi farebbe un esempio di cosa può fare un Progettista della formazione per sviluppare azioni sul processo formativo attraverso i social media?

Oggi per dare un esempio ci serviremo di una disciplina indispensabile per la progettazione in ambito formativo e che è la Psicologia dell'Educazione l'educazione degli adulti in quanto il riferimento alle conoscenze/competenze pregresse (d'altronde non potrebbe essere altrimenti se non riferito agli adulti) e infine con l' Ecologia dei Media riferita alla nuova frontiera della formazione blended che da un colpo di spugna o di prugna asseconda dei modi di vedere allo statico e-learning per fare spazio alla formazione attraverso i social network come Google plus o Facebook. Un bel minestrone nivvero?

Ebbene si per come la vedo io la nuova frontiera del Web 3.0 è proprio questa e non sostituire i calciatori con gli sviluppatori di App....okkei si esse sono geniali ma che senso ha produrle se prima non riduciamo lo spazio/distanza che sussiste tra tecnologia ed essere umano?

Saltiamo pure la risposta per passare ai giusti parallelismi:
  • La Psicologia dell'Educazione ci offre la conoscenza sia della capacità della nostra memoria di memorizzare all'istante che a lungo termine inchiodando il nostro record massimale al numero 7.
                                                                   +
  • L'educazione degli adulti al dato di fatto o almeno presunto tale che quando ci si specializza in una disciplina bisogna avere un vocabolario tecnico basico inerente al settore di riferimento!
                                                                     +
  • La nuova frontiera della Formazione On-line nel Web 3.0 nelle comunità di apprendimento che non è più intesa come attività e-learning ma come uso di piattaforme social network capaci di estendere o addirittura sostituire le inesistenti dinamiche in presenza della didattica per conseguire un comune scopo sia esso individuale = > collaborativo che cooperativo.

A questo punto la domanda nasce spontanea ed è:

"
Nel caso in cui dobbiate misurare le competenze pregresse in ingresso nel momento costituente di una comunità d'apprendimento durante il primo incontro in presenza che strategia adotterete?
Vi dico come rispondevano a me gli espertoni ovvero con una sorta di test fine a se stesso che all'italiana non servirà a niente e casomai ve lo consegnerà proprio un consulente dell'orientamento gay..

Vi dico come farei io molto semplice un breve test valutativo del vocabolario tecnico inerente la materia di riferimento in cui se pari a 7 è nella media se sotto sette ovvero tra 4 e 5 scarso e se superiore a 7 ovvero tra 8 e 10/12 e di livello esperto.

Il livello medio e quello esperto passeranno un'ulteriore selezione basata su 2 domande di stampo semantico inerenti una la significatività e l'altra la capacità di decontestualizzazione della prima risposta addotta o della capacità di collegamento trans-multi-disciplinare.

Adesso ottenuti i livelli di expertise potrete passare al livello successivo inerente la progettazione delle strategie mirate attraverso i sociale network o la loro integrazione nella didattica altrimenti detta Instructional Design.

Se non vi ho convinti beh ci sono sempre i metodi dei pedagogisti e quelli dei bigliettini dei baci perugina.