Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

lunedì 19 agosto 2013

La nuova frontiera delle modalità della Formazione Orizzontale

strategie modalità formazione contemporanea
Coaching stretching coito ininterrotto e quant'altro fino ad ora è entrato a far parte del ricettario strategico che il formatore playboy avrebbe potuto adoperare per fare markettoni e markettine tra quelle neanche tanto ignare vittime che vivono tra pubblico e privato....però oggi non trovate che sia diventato un po' demodè e non abbia più alcun piglio sexy??

In verità ha poco a che fare con la seduzione e molto con il kitsch la superstizione ed Harry Potter ehm pardon Fotter...ma a prescindere dall'immaginario su questa fantomatica figura professionale il problema principale è quanto ci costa mandare avanti questo carrozzone...o asseconda dei punti di vista questo baldraccone.

Se fossimo in aula chiederei di alzare la mano a coloro che nella vita non hanno almeno una volta fatto un corso di formazione e di aver avuto la sensazione di aver imparato una sola certezza ovvero che svuota il portafogli e la conferma di altre due che è noioso e che le chiavi della conoscenza che offre non sono n grado di migliorare la nostra vita.

Perché da un corso di formazione si chiede che abbia almeno queste peculiarità : che migliori indirettamente o direttamente la nostra vita attraverso alcune conoscenze o chiavi di conoscenza che vadano ad influire sulla qualità della nostra esistenza e di riflesso su quella degli altri.

 Ed invece nisba...!!...Forse qualcosa la scuciono nell'alta formazione ma questa è appannaggio solo per pochi  (chi ha il sangue blu, manager, baroni,raccomandini, insomma uno dei tanti succhia sangue e parassiti contemporanei) e certo non riguarda noi la categoria delle persone che hanno solo la buona volontà dalla loro.

Ma un nuovo fenomeno se pur in ritardo sta avvenendo ed è l'avvento della Formazione Orizzontale argomento che affrontai abbastanza approfonditamente nella Tesi di Laurea L'Offerta Formativa nel Web 3.0 anzi ad onor del vero era uno degli argomenti cardine anche se celati subliminal-mente su cui si poggiava il messaggio rivoluzionario culturale anti paradigmatico nei confronti della cultura dominante.

Non mi interessa precisare le mie lodi bensì enfatizzare l'importanza di questo passaggio culturale da verticale ad orizzontale che non sta certo trovando un atteggiamento collaborativo da parte dello stato italiano..e che erroneamente potrebbe apparire come una semplice conseguenza collaterale quando invece questo comporta un' innovazione non da poco nel campo della formazione che riguarda i canonici attori coinvolti nell'offerta formativa alla quale si aggiunge al prodotto creato di norma solamente dalla gerarchia esistente nel settore al cui capo vi sono le istituzioni ed ai discenti come consumatori una nuova categoria di produttori con un prodotto in uscita altamente qualitativo e spendibile che consiste in professionisti che (in alcuni casi pur non avendo riconoscimenti formali) hanno competenze che spendono da anni nel lavoro e che intendono fare formazione in autonomia (emancipandosi dalle istituzioni e strutture convenzionali).

 Questo passaggio è molto importante in quanto ci conduce a un fenomeno in fermento in cui coloro che progettano la formazione dovranno fare fronte a questa nuova e fiorente esigenza attraverso sia prodotti originali nelle modalità didattiche sia nell'oggetto/obiettivo da raggiungere in quanto frutto di un pensare diverso che si può definire meglio con la parola ripensare alla formazione/Offerta Formativa.

Quindi nella progettazione della Formazione Orizzontale il punto di partenza devono essere le competenze delle categorie professionali che spesso si rivelano essere addirittura di stampo non formale ed Informale proprio perché molte volte rispetto a quelle riconosciute con attestati fanno la differenza in quanto empiricamente soggettive.

E' la loro unicità a fare la differenza rispetto a quelle propinate nei corsi di formazione tradizionale che spesso sono anni luce dalla pratica e dalle esperienze empiriche.

Il quinto elemento della formazione raffigurato nell'immagine a questo punto a cosa far riferimento? Alla progettazione del prodotto inteso come nuove idee/soggetti o alla modalità strategica d'intervento o ad entrambe le cose blended?

A tutte insieme! E direte voi ...probabilmente ma se sono tutte queste cose come fa ad essere una sola? Perché il quinto elemento è la CREATIVITA'! 

Certo prima di sparare a zero su un vecchio canale dell'offerta formativa e su come è stata intesa e diffusa per anni bisogna offrire almeno un valido strumento tecnologico che vada a rimpiazzare aule corsi serali incontri kilometrici anche se ciò che andrebbe spazzato via anche se avessimo a disposizione un semplice sostituto non sarebbe difficile perché è solo il fallimento che è rimasto come prodotto della fama oramai più che nota di essere né efficace né efficiente.

Ed è proprio per questo che vi invito a riflettere e lavorare sulla nuove tecnologie perché proprio in esse c'è la soluzione alla criticità relativa la sostenibilità e tutto un territorio pionieristico inerente la possibilità di sviluppare e progettare nuove modalità della Formazione Orizzontale al fine di far realizzare a questi professionisti azioni sul processo formativo efficaci ed efficienti muovendo da una base innovativa ed altamente attraente.