Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 25 ottobre 2013

Nel mio intimo

mente ipertestuale blog personale
"...Inoltre giuro come regista di astenermi dal gusto personale! Non sono più un artista. Giuro di astenermi dal creare un'"opera", perché considero l'istante più importante del complesso. Il mio obiettivo supremo è di trarre fuori la verità dai miei personaggi e dalle mie ambientazioni. Io giuro di far ciò con tutti i mezzi possibili ed al costo di ogni buon gusto ed ogni considerazione estetica. Così io esprimo il mio VOTO DI CASTITÀ."

Copenaghen, lunedì 13 marzo 1995

A nome del DOGMA 95
Lars von Trier, Thomas Vinterberg 
CLICCA QUI e mentre leggi ascolta la colonna sonora di questo Post... io ho fatto lo stesso mentre lo scrivevo.

Con questo Post so già che dovrò aggiungere il campo descrizione alla fine e non all'inizio come solitamente è mia consuetudine/abitudine.

Di norma quando prende il sopravvento il lato istintivo su quello analitico qualcosa di liquido nella mia mente attende una forma per divenirne l'anima. In questo caso il titolo vorrebbe essere emozionale a seguito dell'adesso... ovviamente distonico per un sacerdote come il sottoscritto dell'anti-carpe diem e che quindi ha ben altro significato rispetto all'uso/senso comune che l'anima è abituata a sentirsi dire.

Non ho mai vissuto mio malgrado nella traduzione della realtà a livello del coglierne l'attimo ma sempre anche nell'immediatezza ad opera di una sorta di software di filtrazione a volte più o meno permeabile rispetto agli eventi da catalizzare.

Con questo non posso certo sconfessare l'invidia sconfinata per la traduzione del vivente ad un livello animale come tradire la mia natura umana sempre pronta a evaporare da ogni mio poro allo scatenarsi impetuoso dell'adrenalina o della paura.

Adesso il punto di domanda ho l'impressione che considerate le fasi di comprensione sia necessariamente la figura e a cosa rimandi.

Ovvia-mente ad un collegamento con il titolo che non è una porta ma un punto d'inizio da cui si dirama una fitta rete ipertestuale dai rivoli contorti pari alla mia mente in cui il libero arbitrio di chi si pone a giocarci accetta la SFIDA di trovare la chiave di questo Arte-Facto.

Il consiglio per i vari Azzecca Garbugli è di cedere alle lusinghe della fascinazione del simbolo e del segno e a ritenersi soddisfatti e tronfi per tornar a riempire le proprie pance divorando ben altri cadaveri prima che il gioco finisca d'esser tale.

Il significato a cui rimanda l'immagine è l'interpretazione del messaggio intrinseco alla stessa opera e la speculazione che essa di rimando offre:

il buco nero è l'arte con tutto ciò che vi confluisce ruotandovi intorno o viceversa?

O trattasi di un Rompicapo?

Questa non è certo una domanda per te che sei di Cristo la frase dedicata a Pietro o femmina traditrice che da a morte i creativi...!

Per costoro non rimane che sperare nella consolazione del contemporaneo e nel confidar nell'idiozia di non comprendere la prospettiva futura;..essi altro non sono che l' incarnazione del niente che genera il nulla.

La citazione tratta da Dogma 95 ed il suo richiamo alla Verità senza filtri e a quanto essa compromette sia chi la racconta che chi la subisce è un sottile parallelismo con il coraggio e l'atto di dignità di chi con realismo accetta la vita intesa in quanto tale e non teme alcun dolore e sofferenza per difenderla!

La Canzone conclusiva invece...beh e che te lo dico a fare....