Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 29 novembre 2013

Blogger: Sitemap and the end of history

funzionamento sitemap personal professional blog
Che dite con l'immagina di fianco posso cavarmela senza tempestarvi dei soliti giri di parole?
Se il focus del Post fosse esclusivamente parlare delle funzionalità della SiteMap del Blog sono sicuro di si..

.ma se è un po' di tempo che mi seguite siete già a conoscenza di come è nata la struttura informatica/tema/layout e che trasformazione catartica abbia avuto nel tempo e quindi credo che abbiate già intuito dove voglio andare a parare..

..ebbene si il Blog per il professionista che intende lavorare nel web e non ha tempo da perdere dietro a implementazioni varie, aggiornamenti, diavolerie da widget e plugin molesti, SEO e stravaganza ardite da Web writer è stato terminato!

L'ironia è che il tutto è stato realizzato con materiale di recupero perciò già fatto e appena qualche modifica al codice HTML e udite udite il Drag & Drop.

So che se sono all'ascolto taluni Web designer adesso vorrebbero vedermi sprofondare nella vergogna e ritorcermi su me stesso dal rimorso ma a parte qualche sgrossatura grafica mi ritengo soddisfatto del prodotto finale che assolve ai principali punti-priorità che intendevo(mi ero proposto di)raggiungere in fase iniziale di progettazione ovvero la facilità d'utilizzo, l'estrema riduzione delle complessità della User experience per i fruitori il cui risultato complessivo fosse gradevole ed orientato all'user friendly.

Se ce una morale che proviene da questa storia è che probabilmente anziché sprecare energie a rifare le cose tutte da capo o generarne delle nuove sarebbe meglio usare quelle che già vi sono nel web e che sono assolutamente di livello mentre se c'è un messaggio che mi sento di dare e di approfondire neanche tanto prossimamente in post dedicati(per ora sono bozze) è che nel Web sta' cambiando velocissimamente il modo di apprendere.Oramai sempre più innumerevoli piattaforme stanno mutando la capacità di apprendere sbagliando e facendo senza creare danni e non in ecosistemi decontestualizzati in cui proprio grazie al drag and drop oltre che a ridurre i tempi di produzione grazie alla visualizzazione del risultato finale si innalza anche il livello di creatività.

Non è un caso che Google abbia lanciato questa piattaforma per web designer il che dimostra che probabil-mente il codice si vede oltre che ad impararlo per giustificare una tale caccia al talento di stampo orizzontale.

Bene fatta questa premessa a dirvele tutta avevo intenzione di approfondire il percorso tecnico che mi ha coinvolto sia per quanto riguarda le scelte esclusive che fanno riferimento questo widget (la sitemap) che quelle che invece fanno parte del progetto più grande iniziato circa 11 mesi or sono e che aveva l'obiettivo di realizzare un blog tramite Blogger che mi soddisfacesse per svolgere la mia professione.

Vi avverto anzi tempo che il design finale non è quello che adopero in questo momento per esserlo farei alcune modifiche primo fra tutti farei sparire il widget dell'avatar e poi altre cosette...ma il linea di massima l'esoscheletro funzionale di cui avevo bisogno per dichiarare il lavoro concluso è stato raggiunto.

 Se vi ricordate la scelta di inserire un menù a discesa non mi ha mai convinto sia per tempi di navigazione che per difficoltà oggettiva che richiede il modello di blogger per un utente che non ha tempo da perdere a modificare il codice a cui si aggiunge anche il notevole dispendio di tempo.In altri termini si trattava di avere un prodotto chiavi in mano da poter affidare a professionisti che intendessero estendere la propria attività intesa come l'insieme di pratiche e processi al digitale per sviluppare servizi misti analogico-digitali ma che o non hanno il tempo di realizzarsi un Blog auto-didatticamente o che non hanno desiderio di farlo in quanto già impegnati e competenti in altri settori che gli costa studio e formazione continua e per cui pensare a studiare anche l'informatica e lo sviluppo web gli procura un forte mal di testa.(includo anche a chi proprio non piace fare sviluppo web ma casomai gli piace scrivere e non poter disporre di un blog lo scoraggia in partenza)

In un certo qual senso questa mia prerogativa ha più a che fare con il desiderio di diffondere la cultura digitale che per un mero piano di marketing autoreferenziale in quanto voglio sperare che i poteri forti non riescano a seccare la natura costruttiva della Rete come sono riusciti a fare in tutto ciò che hanno sfiorato...in anni di risorse utili sacrificate per finire sprecate.

Se nel mio blog vedete degli elementi di troppo considerateli al pari di un catalogo in cui è possibile reperire più opzioni e considerate che il layout ideale sarebbe senza la slide show di Scoop.it e senza una sidebar a sinistra con i relativi widget; le personalizzazioni sono comunque tante e non è questo il momento di approfondirle.

La versione light prevederebbe meno settaggi ancora per una resa estetica più pulita e di impatto direi quasi conforme allo standard esistente in fatto si style a favore di una user friendly per l'autore ancora maggiore.Il resto del risultato lo garantisce Google che offre con Blogger una garanzia di efficienza ed efficacia che si aggiunge alla proverbiale facilità di utilizzo di tutti i loro prodotti.

Per chi si fosse sintonizzato adesso ripeto ciò che ho già scritto molte volte e che non è certo una cosa da poco ovvero che Blogger è perfettamente integrato e sincronizzato con tutti i prodotti-servizi-tools di Google (YouTube,Drive,Calendar,Maps,Picasa,Play,Googe Plus) che vi consentiranno sia di poter agire dall'interno del vostro account senza dovervi affidare a servizi terzi con tutti gli svantaggi che ne possono derivare (basti pensare alla perdita di tempo di dover accedervi separatamente)che di poter avere una struttura per comunicare molto più potente in quanto di stampo multimediale e cross mediale e potenziata tramite l'aggiunta di 5 GB(gratuiti espandibili a 15 in versione premium) di memoria esterni attraverso il servizio offerto dalla piattaforma di Drive.

Il percorso che ho fatto per tornare al discorso maestro si conclude dopo un anno di sviluppo potete visionarlo nel post "A true story of Blog design".

Innanzitutto voglio ringraziare +Ernesto Tirinnanzi  e la sua attività web idee per computer ed internet  che mi ha fornito molti degli widget che ho caricato sul blog oltre a un'infinità di materiali grazie ai quali ho potuto fare dell'ottima auto-formazione senza spendere tempo inutile nella ricerca e arrivando sempre al risultato grazie alla chiarezza dei contenuti ed alla sua capacità di saperlo fare. Se volete farvi una cultura sulla piattaforma Blogger vi consiglio di prendere in seria considerazione il suo blog specie se avete intenzione di crearvi un vostro Blog personalizzato tramite la piattaforma Blogger.

Per facilitarvi a vita potreste usare anche i miei post-tutorial che reperite nella categoria CMS Blog e usarli come collante sia per evitare di fare gli errori tipici di chi inizia che per avere una giuda progressiva e quindi propedeutica al fine di indirizzarvi sulla fasi da percorrere e le attenzioni da tenere in considerazione.
(Un'altra fonte che vi consiglio è +Blogghidee che ho usato ripetutamente anche io per approfondire,imparare,capire; anche lei oltre ad essere una Blogger molto competente è anche molte gentile e disponibile)

Quando ho visto il post qualche giorno fa sul post di idee per computer ed internet intitolato "Elenco dei post di Blogger per etichetta" devo confessarvi che ho provato un immenso senso di soddisfazione al pari del podista che stremato sta per raggiungere il traguardo;nel frattempo che implementavo provavo la tipica fatica dell'ultimo kilometro ma la determinazione e la voglia di vedere la fine a prescindere dal piazzamento mi dava la spinta per procedere.

 Tra le opzioni possibili avevo già valutato quest'altro widget capace di Creare una mappa del blog per etichette su Blogger ma presentava la problematica di essere visibile solo nella home page il che mi creava il problema sia di spazio perché essa stessa è espandibile ma soprattutto perché avrei dovuto sostituirla a quella il cui ordine si basa sul numero di post prodotti e perciò diciamo per importanza editoriale.

Non è fedele a comunicare una gerarchia fondata sull'importanza tematica ma è liquida e questo mi piace soprattutto perché consente di lasciare il fondo alla lista delle categorie che uso a mo' di pagine senza commenti che escludo volontariamente.(per intendersi come le voci presenti nel menù).Le peculiarità della Sitemap sono in primis l'aumento della velocità di caricamento anziché rallentarlo come fanno i menù dropdown rendendo la navigazione persino impossibile se la linea ha rallentamenti o se il personal computer in uso ha prestazioni basse e rende la navigazione più veloce offrendo la possibilità di reperire i post in base al proprio interesse in quanto facilitato dalla visione di insieme che il widget offre per ciascuna categoria.

Adesso non sarà più necessario navigare ogni singola pagina e scorrere tutti i post per visionare gli articoli e questa è una funzionalità che non presenta nessun menù.

In pratica i visitatori del blog possono accedere agevolmente alle informazioni direttamente da un tasto del menù e questa operazione in due click ne riduce molti sia nel caso di ricerche mirate che in quello in cui l'utente desideri avere una visione d'insieme tutto a vantaggio di una drastica riduzione dei tempi di navigazione dell'efficacia e dell'efficienza dell'usabilità.

L'user experience è ulteriormente migliorata perché fornisce due aspetti aggiuntivi: il primo corrisponde all'avere l'indice di categorie in ordine alfabetico e ciò facilita la consultazione e crea un ulteriore servizio che si aggiunge all'elenco puntato presente nel layout in home page che invece dispone le categorie/etichette per ordine d'importanza  e la seconda è che aggiunge la dicitura Nuovo di colore rosso accanto ai titoli scritti più recentemente mettendoli così in maggiore risalto tutto a vantaggio di una migliore azione volta alla cattura dell'attenzione.

Le qualità intrinseche della Sitemap sono compatibili anzi estendono le qualità dell'elenco già presente.
Chi ha visto la prima versione del Blog si ricorderà che usavo una nuvola tag cloud 3D per offrire una visione d'insieme per quanto sapessi gli svantaggi e le criticità che presentava è una testimonianza di quanto la reputassi importante per il visitatore.

Questo strumento è valido anche per il blogger durante il flusso di lavoro per svolgere le normali operazioni di pubblicazione ovvero per reperire fonti, fare riletture ed ottenere i link ipertestuali tra i post velocizzandone i tempi e riducendo lo stress quindi è ottima anche a livello dell'usabilità bidirezionale.

Per ora devo dire che mi ci trovo un gran bene e in un certo qual senso chiude il cerchio o almeno mi da quest'idea forse personalissima ma non posso negare che mi faciliti molto a livello di usabilità in prima persona.

Adesso inutile negarvi che mi farebbe piacere sapere come vi trovate anche voi...se poi gradite semplicemente lasciare un g+1   vi ricordo che è sempre gradito cosa gradita se non per il sottoscritto almeno per coloro che potrebbero trovare questo contenuto interessante o meglio ancora utile...e poi non costa nulla è gratis!

Siamo giunti alla fine non mi rimane altro che rinnovarvi il link delle Sitemap cliccateci e vi atterrerete in un baleno e esortarvi a farne buon uso!