Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 20 febbraio 2014

Blog design: formazione adattiva

blog design layout template temi
Come sempre dopo un tema very hot come il design adattivo.responsive dei blog che generano formazione attraverso la diffusione trasmissione della conoscenza ecco che immancabili vengono a galla questioni,punti di domanda e criticità...per dirla in dialetto le osservazioni arrivano come se piovessero...per quante sono!
Se potessi riflettere a posteriori anziché durante l'atto creativo della scrittura post titolando questo articolo userei un ben più adatto:"Stranezze,menù e dintorni..." evocando il film che per essere omonimo al posto della parola mediana adoperava la parola Ex e che riportava le storie di varie coppie le cui vicissitudini per quanto paradossali testimoniavano un quadro realistico e verosimilmente veristico della evoluzione del concetto di relazione tra generi negli anni '90.
Per capire quanto sia sbilanciata l'attenzione sulla correzione delle criticità e l'ottimizzazione relativa l'implementazione informatica per raggiungere consenso nel web a sfavore dell'usabilità in base all'obiettivo formativo attuati dai blog basta osservare un lauto campione in rete di suddette attività e constatare e rivelare quante presentano lacune, errori e scelte discutibili rispettose di questa prospettiva del design.
Taluni neanche la contemplano altri la ignorano pur conoscendola questo modus operandi mi fa ricordare quello spot che risale sempre agli anni '90 che oggi rievoco per l'ennesima volta il quale recitava il nome di una malattia e poi continuava con un perentorio messaggio progresso: "Se lo conosci lo eviti....."
..Nello spot gli esseri umani contagiati dall'epidemia avevano un alone viola...purtroppo così non è nei design dei blog perciò nessun effetto luminescente si manifesterà in vostro aiuto....e quindi forse è anche peggio per l'autore poiché egli persegue il più delle volte il proprio operato nell'inconsapevolezza del danno che si sta' Auto-arrecando. Infatti non è difficile nel Web imbattersi in  realtà validissime a livello di contenuti che non sono esplose e non hanno neanche ricevuto il ritorno minimo che invece era prevedibile ed ipotizzabile fosse nella giusta misura corrispondente alle energie profuse per realizzare il progetto; un tale fallimento non è ammissibile!

Pensate ad un autore che continua a lavorare con sacrificio ed abnegazione tipiche della vita da blogger e che poi si ritrova a fare i conti che la propria attività e a decretare in fase di bilanci che esse è stata un fallimento giungendo alla conclusione dopo il parere di un progettista che il layout del proprio blog va ri-progettato dal principio. Perché è proprio questo che potrebbe accadere dover re-iniziare tutto visto che questa fase progettuale va sviluppata pre-pubblicazione e non a posteriori valutando attentamente obiettivi,le targettizzazioni dell'utenza, i media che verranno adoperati, la cross-medialità più opportuna in base alla tecnicizzazione della conoscenza e l'opportuna linea propedeutica diacronica sino alla definizione di quello che si vuol far essere il punto di arrivo sincronico in e su cui incastrare il tutto.

Questa architettura finale abbastanza complessa non è detto che garantisca il risultato ma riduce notevolmente il tasso di criticità relativo al fallimento dato dalla casualità,dall'adattamento di modelli,dalla replica di architetture standardizzate e dal pressapochismo.Del resto si sa' che la pigrizia mentale è una di quegli aspetti con cui dover fare i conti nella vita....prima o poi per lo meno in quella professionale...e che siamo abituati a tollerarla al pari delle paranoie al punto tale da ritenerla fisiologicamente compatibile con il nostro modus vivendi...tutti ne' sono affetti...dai geni ai superdotati nessuno escluso!!

Siamo portati ad acquisire modelli e a ritenerli validi per convenzione e conformismo e spesso tralasciamo passaggi fondamentali da rispettare ed onorare attraverso la correttezza delle pratiche nei nostri porgetti-lavori.Siamo così poco abituati ad osservare le criticità e ad accettarle al punto tale di ripetere un'azione che ci lede nel tempo con ripetitività sino all'inevitabile.

Peccato che il vostro progetto Web o quello di un vostro cliente non manifesti segni inequivocabili al pari del giacchetto che continuate a chiudere quotidianamente da mesi nelle ante del vostro armadio e che inevitabilmente si bucherà...il tutto non si risolverà con un'azione risolutiva...

Come in ogni media che si rispetti la base di partenza è trasmettere all'utenza un'organizzazione mentale che non rispecchi la nostra personale ma che sia il più oggettiva possibile e che soddisfi i grandi numeri.
Perciò innanzitutto sono importanti le funzionalità che ordinano categorizzandole le conoscenze all'interno del vostro blog e poi le rendano disponibili fornendo vari livelli di ricerca che siano sempre più fini. La categorizzazione è la fase in cui al pari di come facciamo con la mente umana organizziamo la conoscenza partendo da macro-categorie sino a categorie sempre più micro e parcellizzate e la ricerca consiste nell'usufruire dei migliori tools attualmente disponibili per i blog per sviluppare ricerche all'interno delle categorie e che anch'esse vanno da un livello macro ad uno più micron.

L'azione di quest'ultime può essere congiunta o indipendente ed emancipata per esemplificare essa corrisponde alla funzione ricerca e alla site map mentre per quanto riguarda le categorie vi sono i tags che consentono un tipo di ricerca basata sulle parole chiave e che perciò non hanno una rilevanza semantica e le macro-categorie che corrispondono ad uno specifico settore della conoscenza. I tag di norma vengono inseriti in widget dedicati in cui grazie ad una nuvola data dalla loro disposizione spaziale forniscono le principali parole chiave scelte ed il numero totale di quante volte esse sono state utilizzate per offrire un indice di rilevanza e pertinenza.

Le categorie possono invece fornire il numero di post che contengono.I menù rappresentano una sintesi integrativa poli funzionale in cui viene assolta la duplicità del poter visualizzare le categorie sino a livelli abbastanza fini e poter attuare una ricerca mirata anche se per approssimazione.Quindi in base al progetto che dovremmo intraprendere la scelta di un menù è probabilmente il punto di partenza per rendere le conoscenze reperibili e per creare volendo servendosene percorsi propedeutici basati sulla tipologia culturale(umanistica,scientifica,tecnica ecc).

La 'funzione Cerca' è importantissima in quanto costituisce lo strumento accessibile per definizione ma anche utile se usato in sinergia alla buona scelta in fase progettuale del menù da scegliere in base agli obiettivi che si intendono raggiungere e conseguire.Se con il menù avete il direttore di orchestra con la funzione Cerca (meglio se creato con Google un motore di ricerca gratuito e personalizzato per il sito) avrete il violino!!

Poter disporre della migliore funzione "Ricerca" e per questo vi consiglio di seguire il tutorial ed auto-realizzarvene uno equivale se percepite il blog come una estensione del vostro pensiero a super implementare la capacità di reperimento delle risorse più capillari nel tempo e che di norma rappresentano se interpellati per la nostra memoria uno sovraccarico notevole e risultati piuttosto dubbi quando il bagaglio totale di conoscenze è notevole.

In questo modo è come se attraverso il blog che rappresenta la vostra memoria riflessiva cybernetica si consentisse di poter far reperire all'utenza le vostre conoscenze più fini che nella vita biologica sarebbero comunque deputate all'oblio ed alla nebulosità.

Pensate che voi stessi potreste addirittura revisionarle attenuando così i fenomeni da obsolescenza.L'azione sinergica di Menù+SiteMap+Funzione Ricerca costituiscono i tre capisaldi su cui edificare con maggiore rassicurazione l'architettura-struttura connettiva del vostro Blog e su cui porre le basi di una buona,efficace ed efficiente trasmissione della conoscenza empirica della vostra attività e iniziare ad adoperare uno Standard come matrice delle vostre progettazioni in qualità di Web Designer che realizzano ed attuano anche progetti di Web Learning per la trasmissione della conoscenza attraverso la Rete.