Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 24 maggio 2014

Usabilità Vs User Experience

rapporto gerarchico nel web design nella classi categorie dell'usabilityChe dobbiate scegliere i bottoni di condivisione per il vostro Blog come le anteprime che chiudono il vostro Post vostro malgrado vi troverete a dover prendere delle decisioni frutto di un'attività pregressa di progettazione; se così non fosse i risultati altrimenti conseguibili saranno imputabili al caso ed alla fortuna.
Questo non vuol dire che conseguirete necessariamente la quadratura del cerchio e non sarete comunque passibili di critiche ed imputabili di decisioni discutibili ma se alle vostre conclusioni precede il percorso di uno studio-Ricerca potrete valutare le critiche (si spera costruttive) che vi verranno rivolte e casomai aggiungere al vostro punto di vista quello di terzi differente dal vostro..

..insomma non sarà certo un fallimento ne tanto meno tempo perso! Alla base dell'Usabilità vi sono "gli altri" intesi come i grandi numeri e non è sempre così facile essere oggettivi ma l'equilibrio non può neanche sbilanciarsi a favore dei pochi o dei singoli perciò molte volte le soluzioni si troveranno a mantenere l'equilibrio tra questi due poli.

Soggettività ed Oggettività saranno come un campo magnetico che influenzerà il progettista dell'Usabilità ed entrambe devono avere lo stesso peso pena il rischio di far crollare la pur labile soluzione applicata ai layout. Fatta questa breve premessa o dedica d'amore a questo campo di ricerca sarete voi a stabilire se stare dalla parte di coloro che riducono lo stress o da quella di coloro che invece lo incrementano ma anche di stabilire il vostro grado di passività nel momento in cui lo subite (lo stress) decidendo poi se essere interventisti o semplicemente spettatori.

 Già dalla definizione è quasi scontata derivare la differenza di significato tra le due definizioni: in quanto l'usabilità ci consente di conseguire un fine strumentale mentre la User Experience è afferente al grado di soddisfazione che si prova nel contempo che lo usiamo.

Quindi a logica senza strumento sarà difficile evolvere e sviluppare sul livello di piacevolezza per raggiungere un sempre maggiore livello di sofisticazione dello stesso quanto più vicino all'oramai noto canone dell'user friendly ovvero l'eldorado di qualsiasi specialista dell'usabilità.

Mentre l'usabilità di un blog per esempio è intrinseca nel momento in cui già caricate un tema-modello-template la faccenda si fa diversa quando non solo vi sarà necessario di personalizzare obiettivi e finalità che intenderete far conseguire al fruitore-user ma per farlo non potrete prescindere anche dall'ottimizzare i minuti di navigazione al netto attraverso una riduzione della complessità della navigazione al fine di conseguire gli obiettivi proposti.

L'obiettivo infine avrà sempre due facce una che è la vostra finalità e l'altra quella ipotizzabile in astrazione da parte degli utenti/fruitori.Questo post però non vuole dare definizioni per ciascuna di queste due voci per le quali Wikipedia è già in grado di fornire in maniera che ben più gli compete rispetto al sottoscritto ma analizzare per approfondire il rapporto tra di esse e quello che si stabilisce tra Progettista e User in relazione a ciò che ne deriva.

Per meglio esemplificare prendiamo come modello il menù di questo blog è al quanto inconfutabile che esso assolva a funzionalità intrinseche per conseguire le finalità per cui è stato progettato ovvero la categorizzazione ed il reperimento delle risorse ma questo non significa che il livello di User experience sia di riflesso portatore di una riduzione di complessità attraverso una riduzione dei tempi di navigazione.

 Le variabili potrebbero essere molte dalla difficoltà della messa a fuoco alla mancanza iconografica di supporto sino all'overload da carico cognitivo. Per esempio una categoria difficilmente reperibile potrebbe comportare al conseguimento del terzo tentativo di ricerca da parte di un utente l'abbandono del blog ma anche se non genererà dispersione un più che probabile mal di testa!

Se dobbiamo quindi fare una distinzione gerarchica ed andare oltre l'inconfutabile ma soprattutto curare ciò che gli altri non fanno per la stragrande maggioranza delle progettazioni Web: la User experience è quella tipologia di attenzione che nel Web assume un' importanza progettuale che prescinde dall'usabilità intrinseca ai layout. Il designer si occuperà di realizzare le possibilità il progettista dell'Usabilità nel montare insieme attraverso la realizzazione di precise mappe di navigazione con la priorità di facilitare l'esperienza in un determinato ecosistema digitale.

Tornando all'esemplificazione precedente più tempo un utente spenderà nella ricerca e maggiore sarà l'innalzamento del livello si stress e dei minuti di navigazione che lo allontaneranno sempre di più dai suoi obiettivi e quelli dell'autore perciò l'intervento sulla UX potrebbe essere di palesare quanto più possibile ciò che è delegato alla ricerca.

Quindi l'intervento dello specialista dell'usabilità nel momento in cui deve ottimizzare la User Experience potrebbe consistere in un'attenzione che è semplicemente sfuggita al Web designer o nell'applicare soluzioni che derivano dalla conoscenza profonda dei tipi di relazioni rigido-flessibili che si creano tra usabilità ed user experience e perciò agisce ai fini di una sua ottimizzazione.