Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 16 ottobre 2014

Formazione Online : Non Formale/Informale

studi umanistici formazione online web learning formazione formale non formale informale
www.educationduepuntozero.it
In merito al Web learning nessuno ne parla ma tutti lo praticano; se fate presente presso talune realtà Online che un progettista della Formazione potrebbe essere un candidato ideale per lo sviluppo di taluni progetti che il loro blog ha in serbo per l'utenza pur razionalizzando la vostra richiesta sostengono che non ne hanno bisogno. La ragione? Difficile a dirsi quella che conosco però è la risposta: non stiamo facendo formazione e non ce ne occupiamo!

Pare che prodotti come: Webinar, Podcast, E-learning, Post, e-book, Slide Online, PDF, Video-Tutorial e quant'altro non siano definibili e riassumibili nell'unica parola che gli compete ovvero: Offerta Formativa.

Però tutti si prodigano a sminuirla ma al contempo a monetizzarla per farla divenire un altro business svilito dal marketter di turno in nome e a vantaggio dell'unica forma contemplabile di formazione: quella formale/non-formale.

Molti pensano che per sviluppare questa tipologia di prodotti sia sufficiente "emulare" al pari di come hanno fatto per tutto il resto che hanno appreso nel Web; forse anche con buone possibilità ma con quali garanzie?

Di norma una progettazione di un prodotto formativo richiede un'attenta attività di instructional design specifico atto a limare le criticità (anche in astrazione) e a favorire l'insorgere di una accessibilità il più possibile livellata o differenziata per livelli specifici di expertise oltre ad una scrupolosa fase di follow up e quindi di verifica post e durante l'attività di tutoring.

Per adesso il livello è più o meno il seguente perlomeno se la geografia a cui facciamo riferimento è quella nostrana eppure quella che oggi è la formazione a cavallo tra non formale/non-formale ed informale si sta' già evolvendo in formazione formalizzata svincolata  dalle dinamiche spazio/tempo.
L'esempio tangibile è quello di alcune Università già in essere da circa un paio d'anni.

Flessibilità, Ubiquità, Tutoring sincrono ed asincrono, Web Learning fanno solo da sfondo a tali strutture-architetture digitali finalizzate all'erogazione della conoscenza ed all'apprendimento.
Essi agiscono in qualità di prodotti che completano ad un processo formativo totalmente alleggerito dai vincoli spazio-tempo garantendo al contempo un'azione sulle dinamiche-strategie didattiche ben più capillare e soggettivo e che non manca del potenziale di divenire addirittura personalizzata.(attraverso progettazioni più complesse)

La personalizzazione della didattica così difficile da ottenere tramite le dinamiche dell'istruzione tradizionale diviene, così, un "must" di quella digitale tramite il Web al punto tale che probabilmente il suo successo a fronte di un personale non specializzato durante l'atto formativo è dovuto proprio a questa possibilità che invece tradizionalmente non faceva certo testimoni seguendo il motto di:

"O segui e stai al passo o rimani indietro!

Anche la flessibilità e portabilità dei file digitali ora usabili tramite interfacce mobile come i Tablet non temono confronti con la vetusta pila di fotocopie che da studente dovevo portarmi in carico sulla schiena.

Il futuro è già adesso ma per accoglierlo il primo cambiamento non è la rivoluzione tecnologica (peraltro già in atto) ma il cambiamento culturale il quale deve porre le cose al giusto posto; ciascuna a svolgere il ruolo che gli compete, acquisendo, così, il meritato status quo che gli spetta di diritto ma anche di dovere verso i discenti ed i loro bisogni-aspettative-necessità.

Ovviamente questi sono meccanismi che devono affermarsi  prima che qualche altra evoluzione non la sostituirà in un susseguirsi di questo processo interminabile che è esso stesso parte delle Scienze della Formazione da sempre.

E' inconcepibile lasciare queste scelte alla lenta ed estenuante burocrazia dei conflitti d'interessi.

Per ora tutto è delegato irresponsabilmente e senza controllo alcuno all'auto-formazione (sintesi in essere tra non-formale ed Informale ora anche formalizzata)  e a coloro che la promulgano nel Web visto come una terra di nessuno mentre coloro che detengono quella tradizionale si ostinano a insistere con le loro modalità oramai non più compatibili con i ritmi e le esigenze contemporanee; è importante e necessario affinché il nostro paese non si trovi sempre e solamente a riparare i danni di invertire questo paradigma culturale come d'altronde esige l'evidente evoluzione tecnologica già da tempo oramai.