Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

lunedì 6 ottobre 2014

Gerarchizzazione Semantica: Visual Based Automatizzato

I sistemi di automazione proposti dalle Web application attualmente disponibili non è un segreto che mi affascinino e mi convincano al punto tale da farmi perdere ore nella personalizzazione della loro programmazione sino a sceglierli per inserirli nelle mie attività online.

L'idea di poter delegare talune attività al loro operato è solo metà della soddisfazione in quanto dietro a taluni widget-gadget vi è la possibilità di sostituire delle operazioni che altrimenti dovrebbero fare gli altri; nel caso di un blog questo genere d'interazione-iterazione è rappresentata dall'utenza.

Blog Web design usability visual based

Ovviamente non si tratta di realizzare una sostituzioni intrusiva e prepotente ma un ausilio che coadiuvi l'attività di navigazione migliorandola nei suoi aspetti critici come il sovraccarico cognitivo e la riduzione dei minuti utili al netto ai fini della stessa.

Perciò è bene mantenere sempre dei sistemi che siano di semi-automazione in cui l'utente possa prendere il controllo quando lo desidera e stabilire un'interazione di tipo complementare più che sostitutiva da parte della macchina perché altrimenti l'intelligenza artificiale mostra tutti i suoi limiti rendendo un servizio che presto infastidisce e si rivela inconcludente per raggiungere l'obiettivo.


L'offerta formativa costituita dai contenuti di questo blog è stata delegata ad un sistema di automazione dato da una serie di widget-gadget ingegnerizzati e programmati per proporre i contenuti in base a criteri diversi che dovrebbero corrispondere a quelli di ricerca da parte dell'utenza:

  • Gerarchizzazione dei contenuti: su base temporale attraverso una slide presente solo in Home page come la regola della web usability vuole per distinguerla dal resto della navigazione con gli ultimi 6 post recenti prodotti. Random: con uno widget posto nella sidebar destra per proporre con un assortimento casuale di 30 post per caricamento della pagina la cui scelta comprende la produzione dall'apertura del blog e quindi dall'inizio.
  • Correlazione tematica: tramite gli widget visual based posti alla fine di ciascun post come in quello sempre presente nella parte inferiore destra del layout affidata a motori algoritmici esterni i quali effettuano le scelte da proporre in base a correlazioni tematiche che in verità non sono di stampo semantico ma basate su una stima di analisi statistica della presenza del numero di parole chiave e della loro ripetitività.
  • Popolarità: selezione automatica dei post più letti in una arco temporale come mese, settimana o dall'inizio della produzione con il Widget-Gadget posto nel footer.

La scelta di progettare questo sistema per proporre come promuovere l'offerta formativa del blog  si ricollega alla questione delle criticità date dai sistemi di navigazione trattata nel post: "Blog Visual based" attualmente vigenti nella maggior parte dei modelli-template di questa tipologia di media e per ridurre i tempi di navigazione alleggerendo implicitamente il carico cognitivo necessario per l'attività altrimenti di Stampo interpretativo-esplorativo.

In soldoni si è trattato di stabilire una organizzazione semantica ed una gerarchizzazione dei contenuti ai fini della manipolazione dell' attenzione anche riflessiva dell'utenza.

Taluni Widget possono essere usati anche manualmente come quello random con la barra laterale (scroll-bar) di navigazione per scorrere tutte le proposte e quindi anche in regime di semi-automazione il quale consente, perciò, di assumere anche parzialmente il controllo.

Per quello, invece, totale l'utente esperto o con maggiore tempo a disposizione e non da fidelizzare (quindi non da attrarre e sedurre) può soddisfare la propria aspettativa di navigazione e ricerca attraverso l'uso della Sitemap per una scrematura, allora, più fine delle risorse-fonti in totale autonomia: poi ditemi se questa non era solo fantascienza....