Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

mercoledì 27 maggio 2015

Blog template e architettura dell'informazione

design blog blogging
Fonte Foto
I template dei blog pare che facciano ammalare di complessi di inferiorità molti blogger la cui sintomatologia è legata all'aspetto grafico come alla piattaforma CMS adoperata.

Peccato che molti, invece, trascurino proprio che l'architettura dell'informazione sia l'aspetto saliente ai fini di un buon blog inteso nella sua accezione prioritaria ovvero rispondere alla 'domanda' dell'utenza rispetto ai servizi di cui hanno bisogno ed aspettativa.

Lo schema di navigazione ovvero la visione d'insieme dell'interfaccia che si presenta così com'è all'utenza, poi, non è certo di secondaria importanza, in quanto, trascende il puro senso estetico essendo la sua azione finalizzata alla pura funzionalità per la navigazione il cui scopo, appunto, è di far sviluppare-eseguire-compiere azioni da parte dell'utenza.

Quest'ultime sono da imputare al libero arbitrio ed all'agire all'interno dell'ecosistema del blog-sito web specchio dell'esatta manifestazione della progettazione che il designer ha dato all'insieme delle funzioni la cui sintesi è il modello-template esplicitato Online.

Cosicché ho pensato di dare alcuni suggerimenti basilari per i vostri blog affinché risultino efficienti /efficaci:

  • Esplicitazione meno gli utenti devono perdere tempo, come scervellarsi, per trovare ciò che cercano e più efficace ed efficiente sarà il risultato pena altrimenti l'abbandono del blog. Anche se i dropdown menù offriranno una soluzione elegante e all'apparenza più organizzata in realtà vi troverete a creare più categorie tematiche di quelle necessarie ed a rendere critica la navigazione. Nel Web vale il detto: "lontano dagli occhi lontano dal cuore" cit. Jacob Nielsen Perciò meglio esplicitare quanto più possibile e rendere visibile ciascuna categoria.
  • Poche categorie "meno sono meglio è" sia perché eviterete di avere difficoltà nel ritrovare i post per generare link di collegamento interni sia perché eviterete di costringere gli utenti ad un intensa attività di ricerca scongiurando così la famigerata dispersione.
  • Intestazione e headline è la prima grafica che l'utenza vede; meglio esplicitare di cosa ci si occupa. Trovare una frase sintetica possibilmente con le parole chiave della propria attività svolta Online è la soluzione migliore!
  • Footer e top menù molti designer sottovalutano l'importanza di poter navigare anche da fondo pagina pensando che lo scrolling risolva tutte le criticità quando, invece, non solo fa' risparmiare tempo ai fini della navigazione ma la si rende più completa oltre che più efficace.
  • Menù primario essendo il principale non solo deve essere il più visibile attraverso l'uso dei colori ma anche quello con le pagine più importanti per il servizio che si offre.
  • Banner posti nella sidebar possono sostituire le voci a menù in quanto sono sempre più esplicitati e riducono la necessità dei menù a discesa.
  • Widget multifunzionali spesso sono poco utilizzati dai grandi numeri se non da un ristretto numero di utenti esperti; hanno il vantaggio di essere all in one ed occupare meno spazio prezioso della sidebar ma per converso presentano questo limiti, perciò, il mio suggerimento è di scegliere la funzione più utile per il proprio blog pensando l'utenza piuttosto che una combo.

 CONCLUSIONI 

E' bene ricordarsi che sul Web è necessario raggiungere un compromesso tra il mero aspetto estetico e la sua funzionalità e che l'equilibrio tra i due aspetti  vada sempre ricercato e sia finalizzato per soddisfare l'aspettativa dell'utenza.

La soluzione principale a questa necessità è l'esplicitazione delle funzioni attraverso la grafica la quale consente oltre a ridurre i tempi di navigazione di far raggiungere gli obiettivi a seguito delle azioni facendole finalizzare da parte dell'utenza riducendo, così, la criticità dell'abbandono della attività blog Online. 

Segue poi che meno sovraccaricate di immagini il layout e meno farete incombere l'utenza in fenomenologie da affaticamento a livello cognitivo sollevandola, cosi, dal dover interpretare con difficoltà l'architettura dell'informazione.

Le parole d'ordine sono: "semplificare..e solo semplificare" perciò, è bene fare economia su ciò che si aggiunge e si toglie basandosi solo sulle reali utilità degli elementi-widget.