Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 10 novembre 2015

Invidia ed effetti collaterali

coaching psicologia sociale

Molti vorrebbero vedervi avvizzire, magari seccare nel clima inospitale della loro condizione psicologia; spendono una vita intera, agiscono, pensano solo per impantanarvi nelle sabbie mobilì delle loro frustrazioni.

Ma, appunto, sono le loro ed è bene prenderne sempre le dovute, come, opportune distanze.

La difficoltà, non per niente sotto valutabile; come potremmo fare per immunizzarci?

Esiste una soluzione all'invidia
..perciò sarebbe bene effettuare quanto prima un freddo, quanto tempestivo calcolo, della stima dei propri interessi sfumati in obiettivi e stabilire delle priorità basate sulla sacra capacità di auto -realizzazione.

Tutte cose che in quelle situazioni ci appaiono complesse e di difficile attuazione e messa in pratica; questo perché ci hanno addestrato con modalità sbagliate che, anziché reagire, con atteggiamenti propositivi e soluzioni pragmatiche tendevano a generare ulteriori fenomeni di stagnazione emotivo - esistenziale.


Sintomi ed avvertenze
Tant'è che finiamo di non ascoltarci senza neanche tentare più alcunché per poi ritrovarci a posteriori dopo aver metabolizzato le conseguenze a fare i conti con i rimpianti;

perciò, la causa non è da imputarsi a se' stessi bensì alla mancanza di lucidità in quelle particolari situazioni che poi ci portano ad abbandonare i nostri progetti/ obiettivi.

Inoltre, a peggiorare la situazione subentra quasi sempre l'auto - colpevolizzarsi  che diviene ancora di più una forza paralizzante quando, invece, per evitare tali negatività è sufficiente comportarsi per converso a come questi simpatici soggetti sono soliti aspettarsi.

Difatti, essi stessi, sono vittime degli stessi schemi comportamentali che applicano a coloro che vogliono infliggerli;

belli tronfi si aspettano di raggiungere sempre le solite vittorie le quali imputano, purtroppo, le medesime sconfitte ai malcapitati.


Una questione di fredda quanto ripetitiva abitudine
Sono quasi degli automatismi in cui non rispondere con un atteggiamento negativo ad uno altrettanto negativo ma positivamente può rivelarsi ad esempio la chiave per uscire dalla incresciosa situazione quando davanti abbiamo per lo più un atteggiamento guidato, appunto, dalla mera pigrizia mentale data dall'abitudine del ripetersi incessante dello stesso stimolo - risposta.



 CONCLUSIONI 
La soluzione parte dal non soddisfare la loro aspettativa, mentre, invece, si opera per soddisfare la propria a prescindere da quale essa sia.

Oltretutto, rovesceremo così il meccanismo perverso dell'invidia in cui l'invidiato da vittima diviene carnefice uscendone così immunizzati e cresciuti;

due aspetti che il frustrato patologico non solo non accetta ma subisce....

credetemi su tali soggetti, questo modus operandi, ha lo stesso effetto dell'acqua santa per il diavolo.
Se qualcuno deve morire è giusto per l'universo che sia sempre quello dalla parte non costruttiva e distruttiva e non viceversa;

perciò è bene rispondere con atteggiamenti edificanti a prescindere dalle dinamiche involutive che la società, spesse volte, è solita offrirci e farci subire;
compiendo delle vere e proprie trasformazioni energetiche convertendole, così, da forze auto-distruttive a costruttive.

...perché mai dovremmo soffrire necessariamente quando non è lo è?