Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 6 novembre 2015

Dividi in parti il post velocizzane la lettura

usability blog blogging web writing

Parcellizzare un post, suddividendolo in parti-sezioni è l'elisir per garantirsi nel tempo una lettura efficace del vostro blog; ma cosa intendo nel particolare?

L'efficacia, appunto, come si misura?

In effetti è molto ampio valutare un risultato così fitto e denso di aspetti; per quel che riguarda questo post andiamo ad analizzare la capacità di lettura e nel particolare la sua facilitazione.

Perché se sulla carta stampata, quel che è di primaria importanza, è la forma-stile data al contenuto nel web vigono regole diverse a causa della famigerata, quanto critica, tipica 'lettura a video' nota per la sua intrinseca capacità di sovraccaricare il nostro sistema cognitivo.

Più precisamente esso dipende da:

  • L'accumulo dell'attività pregressa precedente al momento in cui l'utente giunge sulle pagine del vostro blog (genera overload cognitivo)
  • L'impegno fisiologica da applicare alla lettura del testo 'a video' a causa della messa a fuoco della vista dovuta alla non linearità dei movimenti oculari (appunto di natura circolari)

Per scongiurare tali criticità ho sviluppato nel tempo una prassi; per cui ho scelto di usare nei suggerimenti le lettere dell'alfabeto a scopo procedurale.


 SUGGERIMENTI 

a) scrivi il tuo contenuto b) revisionalo accuratamente c) suddividi il testo andando a capo dopo ogni segno di interpunzione avendo poi cura di lasciare uno spazio bianco d) aggiungi due spazi tra le porzioni di testo che si trovano tra un sottotitolo ed un altro e) usa dei sottotitoli personalizzati (Verdana, Georgia i fonts di più facile lettura a video) e magari colorati (usando lo stesso colore) per enfatizzare le parti che seguono lo svolgimento dello schema narrativo che sei solito ripetere per l'uso dei tuoi post (gerarchizzazione della lettura: suggerimenti, conclusioni, ecc) f) usa i colori 

Le indicazioni appena suggerite hanno lo scopo di facilitare la rapida lettura visuale a dispetto di quella assai impegnativa e difficoltosa dei muri di testo non ottimizzati per la lettura a video;

in sostanza trattasi di generare dei punti di ancoraggio per l'attenzione focale con la sapiente alternanza degli spazi pieni e vuoti dati dal testo e da quelli lasciati in bianco per fissare nel tempo una mappa impressiva per gli utenti di ritorno e orientare i non fidelizzati al fine di generare uno sgravio cognitivo utile a facilitare l'attività di lettura e d'interpretazione complessiva.

Complessiva in quanto un post è l'insieme cross - mediale di più media, ovvero:

testuale, immagine, audio-video  


 CONCLUSIONI 
Ovviamente, il contenuto rimane il 'principe' per garantirti un ritorno dei followers, come, un incremento per il tuo blog, ma, incentivare la lettura visiva tipica della critica quanto controversa lettura a video non solo porterà dei vantaggi per i lettori già usuali e fidelizzati ma migliorerà la tua stessa attività di blogger in fase di revisione e consentirà un reclutamento maggiore nel tempo di quell'utenza tipica del web che è solita scegliere come consumare i contenuti solo in base ad un rapido screening/ scrolling  delle pagine online.