Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 1 gennaio 2016

Blogger di Google o WordPress?

Blogger Google Wordpress CMS blogging

E' assai gratificante quest'oggi poter scrivere il 1° post del 2016 dopo l'ultimo di auto compiacimento dell'anno 2015;

"fare un sospiro di sollievo e sapere di esserci ancora sia professionalmente che fisicamente!

(Prima però voglio dedicare) un minutino di riflessione e di raccolta interiore in questo senso è il miglior sentimento che si possa provare;

la gratitudine la sento che mi invade proprio tutto il sistema circolatorio si fa strada nel cuore sino ad allargarmi la scatola toracica traducendosi così in una sorta di respiro a pieni polmoni tra lo sbuffo e l'accaparrarsi più ossigeno possibile per sopravvivere come ad indicare lo sforzo per non venire meno ad un mondo che pare andare sempre peggio


Il continuum dell'intervista 
Lasciate stare le mie reazioni fisiologiche che vanno a cozzare con le linee guida da seguire per scrivere online, l'argomento di oggi, intende recuperare per questo post l'introduzione dall'intervista che qualche giorno fa' ho rilasciato sull'annosa questione inerente:

su quale sia la scelta migliore tra i due popolari CMS Blogger o WordPress per aprire un blog per stringere a delle conclusioni.

Motivazioni e giustificazione
La motivazione risiede nel voler chiudere in un certo qual senso il cerchio offrendo come aggiunta alle prospettive già citate nella Gazzetta di Pistoia una profondità d'indagine più umanista.

intervista gazzetta di pistoia antonio luciano
SCARICA il PDF dell'intervista

Blog tra tecnica ed approccio umanistico
Dopotutto aprire un blog non è una questione puramente tecnica ma ha radici ben salde nell'ecologia dei media;
ambito di indagine dei rapporti di interazione tra uomo e tecnologia e per cui saperne di più in questo senso non può che portarvi ulteriori vantaggi a livello professionale se siete professionisti web.

Applicare competenze per fare la differenza
Per meglio intendersi acquisire maggiore consapevolezza è paragonabile alla differenza del web designer | blogger | specialista web che conosce ed applica le linee guida della web usability rispetto a chi invece no ai fini di garantire prodotti efficaci ed efficienti per la navigazione-fruizione online.

Dritti al punto focale del post
Taglio la parte di sunto dell'intervista per andare direttamente al 'core' del post, ovvero, analizzare il blog come media-strumento la cui azione è di stampo bidirezionale tra autore ed utenza e viceversa.

Per la precisione, può essere anche di stampo 'molti verso molti' nel caso di un blog multi-autore mentre per viceversa si intende la possibilità di rispondere, comunicare, interagire dell'utenza tramite i commenti integrati al template-modello del blog o presenti sui social media.

Ecco perché sono solito alludere al blog definendolo un 'media bipolare' sotto intendendone la natura comunicativa intrinseca in cui un polo è costituito dall'autore e l'altro dalla utenza web e di conseguenza alludendo alla sua sottile valenza schizofrenica se raffrontato agli altri media.


La conclusione all'intervista
Da un punto di vista di analisi delle scienze della formazione e degli studi umanistici il blog è un media che non può dipendere solo dalle mere scelte dell'autore in fatto di estetica;
bensì, dal soddisfare quelle tecnico-funzionali che per converso l'utenza online ha necessità di espletare per conseguire le proprie aspettative/obiettivi di navigazione efficace ed efficiente.

La soluzione è di compromesso
La sintesi concettuale appena proposta è realizzabile nella  messa in pratica attraverso un risultato di compromesso tra l'avvenuta unione sinergica ed integrata nonché sincronizzata tra a) la web usability (aspetto funzionale), b) il web design (gusto estetico) e la c) corretta implementazione informatica SEO, social network, canali social media (aspetto tecnico)

"Compromesso che vuol dire equilibrio fra ciascun aspetto-ambito disciplinare appena citato; la cui somma delle parti 'olistica' corrisponde ad un prodotto il cui risultato sommario è di far emergere i contenuti per renderli disponibili alle molteplici richieste fatte ai motori di ricerca da questa tipologia di utenze


La questione non è un rompicapo
Il paradigma di analisi, perciò ai fini risolutivi della questione in oggetto al titolo, necessità di essere ribaltato ed affrontato in ambito decisionale di progettazione di una piattaforma blog piuttosto a favore delle esigenze dei lettori al fine di centrare il sempre e oramai noto obiettivo di scalare i motori di ricerca per essere letti-seguiti e non come il senso comune imperante continua a fare propagandando quello atto a soddisfare sempre ed univocamente l'autore-blogger da parte del web designer di turno.(con tutto il rispetto parlando per quest'ultimo)


Oppure per gli scettici impenitenti senza dover necessariamente tirare acqua al mio mulino (vuoi che ti realizzi un blog?) date uno sguardo più o meno attento ai modelli-templates di Blogger presenti sul portale dedicato 'Gooyaabitemplates.com' e da cui potete scaricarli anche gratuitamente;

pensateli caricati ed infine pubblicati online e poi passate a dirmi nei commenti le differenze con WordPress, magari, vi sono degli aspetti che non ho considerato ne' notato.


Scarica gli ebook per aprire il tuo blog