Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

venerdì 19 agosto 2016

Blogging Therapy

blogging bloggger blog

Grosso modo ho già prescritto del sano blogging come cura dell'anima, ne ho parlato paragonandolo ad una disciplina da giudicarsi parimenti all'esercizio sportivo più precisamente al fare palestra e per giunta a svariate forme di passioni come ad esempio l'andare in moto e pare che stia contribuendo pure a salvarlo da una sorta di stato che corrisponde a quello di una morte apparente.
Addirittura nel mio immaginario avere un blog corrisponde al farsi un tatuaggio sotto forma di bit.

Blogging: intrattenimento tra tecnica e creatività
Un bravo blogger ha il compito di riuscire a sintetizzare entrambi gli aspetti quello creativo e quello tecnico nel fare content marketing allo scopo di intrattenere ma al contempo erogare contenuti utili ai lettori finalizzati alla vendita del prodotto/servizio che viene offerto unito all'abilità di farli ritornare presso l'attività online per cui scrive.

Per diventare un blogger specialista è necessario perlomeno aspirare a questo livello qualitativo dopodiché quella che può essere principiata come una passione può divenire un lavoro, al pari della musica la scrittura attraverso il blog compie quel passaggio che la rende pubblica e quindi molto simile in fatto di sfogo ed espressione di se' stessi e quindi coincidere e collimare con questo aspetto emotivo e personale tanto da esorcizzare stress e quant'altro possa incidere sul nostro percorso esistenziale fungendo così anche da parafulmine emotivo.

blogging blog blogger ironia


La comunicazione generativa nel blogging
Un aspetto che sfugge spesse volte in fatto di blogging è quanto praticarlo non sia solo frutto dell'ispirazione e quindi soggetto solo alle altalenanti oscillazioni creative bensì faccia parte di un processo assai ben più complesso di formazione continua e permanente da parte del blogger.

Il blog rappresenta una porta seriale con gli altri blog con cui il blogger si interfaccia quotidianamente, per farlo esso dispone di svariati modi tra cui si annoverano: i canali social media network facendo abbondante uso di hashtag e tag, dei commenti posti nell'area appena sottostante ai post, attraverso la scrittura di post dedicati ad altri autori-blogger magari citandoli appunto sempre attraverso l'uso dei tag quando consentiti per creare così un circolo virtuoso tra i contenuti e gli autori web-blogger e contribuire così ad essere parte integrante di un processo generativo degli stessi cosicché da un contenuto potenzialmente sia sempre possibile generare un altro/ulteriore contenuto.


Inbound marketing, content marketing sono solo declinazioni parte di questo continuo processo di specializzazione fatto di confronto e formazione tra blogger-web writer.
Grossomodo la filiera creativa prende inizio dalla documentazione-lettura di altri blogger per poi passare alla rielaborazione successiva di stampo critico-riflessivo poi all'ispirazione ed infine alla produzione di nuovi contenuti.

Questa linfa concettuale rende a mio modo di vedere il blogging un ambito del web a prescindere da idiosincrasie e parossismi vari sempre attivo ed in fermento continuo nonché perenne fonte di ispirazione ed implicita crescita individuale ma soprattutto collettiva nella community dei blogger che si può anche sintetizzare come un modalità attraverso cui si approfondiscono-sviluppano reciprocamente le idee poiché si perseguono grossomodo i medesimi obiettivi/finalità professionali dei proprio colleghi. In altri termini è come se stessimo portando avanti anche nel qual caso essa si manifesti nostro malgrado come una sorta di cooperazione la cui intelligenza è di stampo connettivo.


Iscriviti alla NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!

Inserisci il tuo indirizzo email:




Delivered by FeedBurner