Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

lunedì 22 agosto 2016

Content marketing, metafore e SEO

content marketing metafore blogger web writer

Sfruttare il linguaggio metaforico nel blogging come nel content marketing consente di manipolare il media testuale al fine di realizzare contenuti la cui varietà risiede nella forma piuttosto che nella sostanza e con quest'ultima faccio riferimento alle idee da sempre unico carburante per quel motore creativo indispensabile per scrivere trame interessanti, utili senonché originali.

Contenuti interessanti, utili ed originali la formula per il successo online

I tre capi saldi di un contenuto web sono standard qualitativi piuttosto alti e difficili da mantenere costanti nel tempo e richiedono prestazioni non indifferenti al blogger-web writer che li produce ed in un piano editoriale a lungo termine possono essere garantiti e mantenuti solo occasionalmente; il blogger-web content writer esperto che necessariamente possiede anche un suo blog personale di cui si stima la media indicativa di un post scritto al giorno è consapevole che non tutti gli articoli possono essere un successo e per quanto taluni di essi possano giovarsi di un'indicizzazione dalla coda lunga ovvero da stabilirsi di gran lunga a posteriori rispetto alla data di avvenuta pubblicazione grossomodo ne risultato esclusi tutti gli altri che rimangono appunto come tagliati fuori da questa fenomenologia.

Tenere conto di questo aspetto nell'indicizzazione di un post comporta di riflesso una strategia nella produzione dei contenuti pregressa che però pur preventivata non garantisce risultati di successo matematici tuttavia il blogger pianifica i contenuti suddividendoli in post brevi e lunghi ed a loro volta in contenuti ever green e la cui obsolescenza è assai rapida proprio per risolvere tale idiosincrasia funzionale dei motori di ricerca.


Content marketing: non solo storytelling 
Oltre alla storytelling sfruttare il linguaggio metaforico consente di avere un'arma in più per competere nella corsa alla conquista dell'interesse delle utenze online, ridurre i cali di ispirazione e perché no magari divertire e divertirsi nello scrivere tutti i giorni per il web.

content marketing metafore blogger web content writer

Il potere della metafora nella narrazione
La metafora ha un forte potere evocativo ma anche una grande influenza sul pubblico che oltrepassa facilmente l'attenzione per sfociare nell'intrattenimento, basti pensare ad illustri esempi che ancora resistono a distanza nella memoria collettiva nonostante la sua tendenza alle ripetute amnesie come ad esempio la lunga saga del film di Rocky interpretata e scritta da Silvester Stallone in cui il linguaggio simbolico misto alla sua autobiografia ed un patriottismo di sfondo ai limiti del trash non solo ha cavalcato un era ma si è fatto icona.

Neanche la parodia feroce e tanto meno la satira è riuscita a scalfire la forza del suo linguaggio semplice ma dannatamente efficace ed il suo simbolismo ai limiti della banalità culturale tant'è che dal film poi è derivato di tutto, contenuti sui contenuti si sono succeduti perfino aggressivi e minacciosi per ledere la sua trama ma nonostante ciò ha resistito culturalmente nel tempo a qualsiasi affronto svilente e deprecante oltretutto la storia resiste ancora nella sua logica di rivalsa sociale ed è persino valente tutt'oggi.


La metafora sfrutta il linguaggio iconico/simbolico è intrattenimento puro
Un altro esempio che mi viene in mente è la scena in cui uno poco conosciuto Quentin Tarantino nel film Pulf Fiction durante un party argomenta con uno sconosciuto invitato di quanto il film Top Gun insignito a livello globale ad icona macho cavalchi invece una simbologia omosessuale nascosta e in verità sia una metafora gay come a dire che dietro a ciascuna metafora è possibile celare qualsivoglia 'messaggio' nascosto, latente, potenziale e più o meno manifesto.

Magari Tarantino dice il vero o invece sta distruggendo un film a lui poco congeniale ma quel che è certo è che riempie un'intera scena del suo film con il potere retorico della dialettica e per farlo sfrutta una metafora, risultato per il pubblico uguale a mascelle calate e tanta incredulità ma soprattutto altrettanta attività di ciascun spettatore spesa nell'analizzare al fine di capire/comprendere ciò che il regista sta' dicendo, il movente? Non siamo spinti solo dalla curiosità sull'argomento così intrigante oltre che paradossale se non grottesco ma a capire come attraverso le metafore sia stato possibile ingannarci.


A questo punto una domanda lecita da farsi e quale fosse l'obiettivo d'interesse del regista, intrattenere o disvelarci qualcosa? Ci rimane solo una certezza, ovvero che la metafora è un magnete per la nostra attenzione, sfrutta i canali della fascinazione per un risultato che è puro intrattenimento che lascia scampo solo ai distratti ed ai non interessati. Un'ottima alleata per scrivere i contenuti online che ciascun blogger-web writer non dovrebbe ignorare almeno per agevolarsi con i ritmi stressanti insiti quotidianamente nella faticosa attività produttiva.

Non perdere neanche un post
iscriviti alla
NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
NO SPAM!

Inserisci il tuo indirizzo email:




Delivered by FeedBurner