Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 3 settembre 2016

Blogger per dovere o per scelta?

scelta blogger blog blogging web writing web writer

Ciascuna scelta che abbiamo preso sin'ora più o meno importante ha determinato il corso della nostra vita come il punto in cui gravitiamo al momento nell'universo con tutto l'insieme di forze, frizioni e leggi che la dominano, la tormentano e ne stabiliscono equilibri vari per quanto siano essi da giudicarsi alquanto labili e precari.


Vuoi diventare blogger? Aspetta puoi vedere il futuro 

Si dice che prima ancora di compiere una scelta nel momento in cui consapevoli o meno attraversiamo quella fase decisionale su quale strada intraprendere tutto e qualunque cosa rimanga possibile. Finché la nostra decisione rimane sospesa qualunque cosa è possibile ma come starebbero le cose quando invece potremmo valutare le conseguenze di quella scelta, quanto è intrinsecamente capace di mutare il corso della nostra stessa esistenza e cosa invece ci perdiamo rispetto agli altri percorsi che avremmo altrimenti potuto intraprendere in alternativa ed altrimenti intrapreso?

Perché in verità disponiamo non solo delle scelte a noi conosciute ma anche di infinite altre possibilità latenti-potenziali, tuttavia con questo post ho intenzione di restringere il cerchio alla scelta di fare o meno blogging e quanto essa si leghi indissolubilmente come tanti altri ambiti dello scibile alla formazione.


Prima di finire il post iscriviti alla
 NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!

Inserisci il tuo indirizzo email:




Delivered by FeedBurner


Fare il blogger è un investimento a lungo termine
Se mai vi doveste trovare dinanzi alla scelta di cimentarvi nel fare blogging o di desistere in favore di qualsivoglia altro percorso formativo per intraprendere ben altre carriere professionali si tratterà sempre di fare una scelta oltretutto importante e che con molta probabilità a prescindere dalla vostra caparbietà comporterà un investimento importante di risorse ed energie spalmato su di un lungo arco di tempo.

Hanno già teorizzato e quantificato giusto per dare perlomeno in linea teorica un'idea del lasso di tempo indispensabile per apprendere a fare bene qualcosa il limite/tetto parrebbe fissarsi indicativamente con il raggiungimento delle 10.000 ore di pratica per cui poi si può ricevere l'investitura a: "specialista in".


Cosa fare per diventare un bravo blogger?
Asseconda di cosa dovrete imparare si renderà necessaria un'intensa attività formativa ed una pratica in cui convogliare le nozioni-competenze apprese e per attivare tutti quei meccanismi processi tipici del learning by doing. Nel blogging la formazione teorica si lega indissolubilmente con l'esercizio alla scrittura ripetuto e reiterato oltre modo ed assai protratto nel tempo sino a quando non si consegue una maturazione tale da poter realizzare prodotti/contenuti appetibili sul mercato ed al contempo si abbia nelle mani una velocità tale ed un'altrettanta gestione dello stress indispensabile per scrivere un numero sufficiente di post su tematiche eterogenee sufficiente a guadagnare perlomeno un compenso dignitoso.


blogger blog blogging web writing web writer


Il blogger non è un mestiere per deboli di cuore
Un blogger specialista che fa' formazione attraverso il suo blog sul blogging oltre a rimpolpare la lunga schiera di narcisisti autorefenziali che popolano la categoria è come se portasse gli aspiranti blogger che possono annidarsi potenzialmente tra i suoi lettori sulla macchina del tempo per far vedere loro cosa gli è costato in prima persona fare la medesima scelta e quanto questo mestiere richieda la capacità di non abbattersi dinanzi alle sconfitte ed ai risultati non sempre all'altezza delle aspettative, quanti alti e bassi comporti prima di iniziare a consolidare una certa "autostima" professionale.


La formazione è la macchina del tempo 
In un certo qual senso attraverso la formazione è come se si potesse vedere attraverso il blog di un blogger specialista quali siano state le conseguenze delle sue scelte risalendone il percorso fino all'origine in cui proprio in quel folle momento si è deciso ad aprirne uno.

Fare il blogger freelance non è dissimile da svolgere altre professioni dal momento in cui si decide di divenire liberi professionisti per essere così finalmente imprenditori di se' stessi ove le difficoltà principali sono paritetiche e si incontrano con A) l'ansia di generare un prodotto competitivo per emergere dal mercato, trovare B) una nicchia online afferente al proprio settore di competenza/pertinenza che al contempo renda, C) l'auto gestione di ritmi e tempi produttivi D) la motivazione per avere nel mirino gli obiettivi presenti solo nella propria mente e quant'altro concerne l'impervio viaggio alla ricerca del proprio Se' professionale attraverso il web.


Quale l'aspetto più duro per diventare blogger? 
[Conclusioni]
E' un percorso di formazione in cui la luce in fondo al tunnel non solo non esiste neanche a risultati raggiunti ma è difficile da percepire persino nel mentre lo si esperisce, la motivazione è messa sempre a dura prova e spinge il blogger spesse volte sino ai limiti della volontà cosicché è assai difficile tenere alto il morale e la necessaria lucidità per proseguire e perseverare ma è al contempo anche un cambiamento che vale la pena d'affrontare soprattutto se scrivere è la vostra passione fare questa scelta non diventerà mai a posteriori un rimpianto ne correrà il rischio d'essere giudicata come una mera perdita di tempo.