Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

sabato 22 ottobre 2016

Morto un blog se ne fa un altro

Blogging blogger blog

Stregato in toto dalla serie in prossima uscita di Paolo Sorrentino su Sky intitolata The Young Pope e preso per i suddetti dall'interminabile senso di attesa misto ad aspettativa non ho resistito a dedicargli un post o perlomeno una pseudo cosa che gli si avvicini perché per un maniaco del dettaglio ossessionato dalla ricerca parossistica della comunicazione di cose serie attraverso una visione ironica ed un approccio più umoristico alla vista venire a conoscenza di un'idea così semplice ma al contempo così geniale di scegliere un papa finalmente giovane e rivoluzionario come soggetto da cui dare origine una storia equivale ad invidia allo stato puro, di quella più spinta!

Dannatamente sorprendente, drammaticamente irriverente 
Non fraintendetemi niente roba deteriore da seghine frustrate o da Fac simil-checca isterica ma solo ammirazione; adoro la semplicità da cui il regista parte per osare fino a rischiare per spingersi nei meandri più reconditi della natura umana, la perfezione di ogni immagine ed inquadratura in cui trova risoluzione l'ossessione compulsiva dell'autore, la fantasia con cui viaggiare nel tempo senza limite alcuno.

Scegliere i soggetti originali,=scrivere i post
Un soggetto è la base di partenza per ogni mio post forse un giorno finiranno forse no perlomeno fin quando esisteranno menti folli e coraggiose oltre che incredibilmente talentuose come Paolo Sorrentino abbiamo la speranza che qualcuno continuerà per lo meno a provarci e per giunta facendolo dannatamente bene e con risultati palesi.
Alle volte per dare fondo alla trama di un contenuto il punto di partenza è un personaggio, altre una storia.. Quando penso ad un post persino un'immagine è fonte di ispirazione tant'è che la scintilla può scoccare addirittura mentre ne visiono a migliaia sfogliando le pagine con cui Google le indicizza.

Ad ogni modo l'aggancio tra la serie di Sky e il post, è la seguente:

Un blog giovane dopotutto per quello che mi riguarda ha molte probabilità di morire anzi tempo ma per come la vedo io anche di sortire un'ondata tanto rivoluzionaria da spazzarci via tutti!


Giustificato il focus del post..
Blogging blog blogger
..non sono proprio tranquillo ma sono meno ansioso però manca il titolo da giustificare e devo dire che non è mancata occasione nelle mie lunghe riflessioni sul blogging costellate dai tanti dubbi avvenuti a seguito degli innumerevoli periodi che si sono succeduti di stanca intermittente con quelli di totale sconforto e frustrazione di fare i conti con il pensiero ricorrente alias reflusso di coscienza che se una volta chiuso il mio blog ne avrei aperto comunque un altro.
La risposta è dinanzi ai vostri occhi perché ne ho seminate di vittime sul mio cammino ed attualmente albergo qui oltre che su altri blog ma per ragioni professionali.
A conti fatti con il senno di poi perciò ripensando allo sforzo energetico richiesto a posteriori probabilmente pianificherei diversamente la gestione delle risorse ma credo che il risultato non cambierebbe, ovvero, necessiterei comunque ad oggi per fare blogging a livello professionale di un blog personale.

L'unico appunto che mi auto-infliggo è facendo appello alla pigrizia mentale è che mi ostino a lasciare la soluzione nominativa come titolo per il blog pur sapendo che tecnicamente è sbagliato con l'aggravante che non sono né noto né conosciuto evidentemente trattasi dei classici sintomi di chi è affetto da quella forma oscura di sindrome del blog designer procrastinatore!


Rischi del mestiere
Non che attualmente mi dedichi solo in modalità esclusiva a questo blog ma per forza di cose con il trascorrere del tempo e l'accumularsi dell'esperienze empirica mi sono fatto sempre più organizzato e tento di non farmi più trascinare in progetti ambiziosi belli/ impossibili che poi all'atto pratico si trasformano in autentiche fonti di dissipazione energetica.

"Nel blogging è facile esaurirsi anzi tempo facendosi trascinare dal fascino perverso degli specchietti per gli indigeni.


Errare nel blogging è umano, perseverare non è diabolico
Perciò se sei un apprendista o acquisti un manuale per apprendisti blogger o altrimenti non devi temere i fallimenti avere un approccio lungimirante e perseverante e continuare nel tuo intento dritto verso l'obiettivo di diventare blogger per apprendere a fare blogging, imparare a farlo passa anche per questo tipo di esperienze è un percorso difficile e tortuoso e come tale va preventivato.

Quindi è del tutto naturale che morto un blog se ne faccia un altro specie se sei un blogger alle prima armi fare blogging da freelance è un'attività che comporta di compiere il passaggio delicato da lavoratore dipendente a quello di diventare imprenditori di se' stessi con tutte le differenze-conseguenze e gli errori che esso comporta nel processo di auto-responsabilizzazione necessario perché si compia.

I progetti andati male fanno parte del gioco partecipare e fallire in quelli più grandi di te sono solo da intendersi come tutta esperienza per farsi le ossa e prendere poi meglio le misure in quelli che si succederanno, presto però poi ti organizzerai, diverrai sempre più bravo ed oculato oltre che con un miglior fiuto e piglio imprenditoriale per raggiungere risultati apprezzabili quantomeno a tutela di te stesso.

blogging blogger blog

Poi, invece, se sei come Lenny Belardo papa controverso e poco incline al conformismo reinventerai tutto saltando limiti e regole senza convenzione alcuna e farai la rivoluzione saltando questi stupidi ed inutili passaggi, prima o poi arriverai comunque alla meta ed è solo questione di tanto olio di gomito ed altrettanto tempo!

A seguito della visione dei lungometraggi prodotti sino ad ora da Paolo Sorrentino provo come un senso di incompletezza espressiva ad opera dell'autore che ad esclusione della parte visiva perfetta ed insindacabile interessa quasi esclusivamente le trame che scrive che paiono sempre in procinto di conclusione come se per il momento seguissero un percorso concettuale ed espressivo ancora non compiuto.

L'idea che l'autore stesso ne sia consapevole è solo una mia proiezione mentale a dispetto invece di aver appurato miglioramenti significativi in questo senso ad ogni opera che si è succeduta tant'è che sono certo che esso arriverà presto a compimento e chissà che tale soluzione di sintesi non avvenga già da The Young Pope risolvendo questo senso di latenza sancendolo con il passaggio da lungometraggio a serie ..come non fossero già abbastanza i motivi così da seguirla fino alla fine!

Non perdere neanche un post
iscriviti alla

NEWSLETTER
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!

Inserisci il tuo indirizzo email:




Delivered by FeedBurner