Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

domenica 6 novembre 2016

Confessioni di 1 Mad blogger

storytelling blogging blogger
Blogging Storytelling torna in una puntata ½ che quindi non va contata per intero in quanto è incentrata sullo scatenare emozioni controverse della serie: sogno o son desto è tutta finzione o realtà?

Alcuni sogni hanno la strana tendenza a sembrare tutt'altro che veri ma altri sono così dannatamente reali da portarci a rimpiangerli nel momento stesso in cui apriamo gli occhi quanto erano belli non è difficile essere persino sorpresi alle volte nell'intento di ringraziare il risveglio per averci invece trascinato via dalla loro dimensione salvandoci da un incubo da cui siamo stati come d'incanto appena sottratti.


Malgrado le aspettative certe volte va proprio così
Ciò che descrivo in questo post è esattamente uno di questi una sorta di 4° dimensione del vissuto in cui si fa male a dire se sia stato un bene finirci risucchiati dentro o trattasi di un'autentica fortuna esserne stati sottratti ed inizia circa in questo modo: sono vestito elegante e provo quella spiacevole sensazione di opposto che si è soliti sentire ogni qual volta si avvertono parenti amici e familiari che si vuole intraprendere qualcosa di diverso nella propria vita, una svolta che inciderà poi pesantemente su quello che diverrà il nostro percorso esistenziale quel tanto che basta da modificarne irrimediabilmente il corso o per lo meno quello che loro avevano previsto per noi, così da un giorno all'altra in barba alle loro aspettative beh vi è scappato di cambiare una cosa inusuale ma neanche impossibile ma tale decisione non sortisce l'entusiasmo sparato quello atteso per i momenti come questo dove anche il minimo degli incoraggiamenti è utile a farci forza per fronteggiare una pesante e difficile fase di cambiamento. Essa viene presa alla pari delle decisioni avventate e spregiudicate
tale da essere vissuta da loro come un affronto destabilizzante per gli equilibri con cui erano soliti inquadrarci, analizzarci ed infine stabilire il proprio giudizio.
Insomma finisce che anziché spronarvi stanno facendo il contrario di tutto per demoralizzarvi e farvi demordere così dall'intraprendere la decisione quella che vi siete proposti di realizzare fino ad ammorbarvi con il risultato conseguente di indebolirvi quand'invece necessitavate di essere rafforzati.

Qualora aveste dei dubbi la solitudine talune volte è senza dubbio alcuno assai meglio del malocchio.


Ho un nodo alla gola per quello che so potrei essere sopravvissuto ad un auto bomba o peggio essere semplicemente imploso dentro di me, avverto solamente un forte senso di disagio quasi soffocante il resto passa necessariamente in secondo piano mentre il mio essere si risolve in un malessere che fa capo ad una vertigine, poi uno scossone come un terremoto mi fa capire di essere in un palazzo, il percepire poi con maggiore esattezza che trattasi per la precisione di un grattacielo la dice lunga su quanto sia confuso.

storytelling blogging blogger

Dopodiché avverto la chiara sensazione di cadere nel vuoto mentre precipito i piani del grattacielo scorrono a mio fianco ma ad una velocità ridotta, sento la paura del vuoto, rilevo con precisione la forza di gravità legata alla velocità con cui dovrei avvicinarmi rapidamente al suolo ma tutto sta avvenendo a rallenty, pur essendo terrorizzato vedo e penso come se avessi inavvertitamente attivato una modalità percettiva con lo slow motion acceso.

Sono i pensieri che compio per ciascun piano o forse nell'ordine di due o anche 4 per volta mentre cado che ricordo più lucidamente anche se è come avessi già visto l'intera scena svolgersi come un déjàvu di averla già vissuta.


1° piano che poi è l'ultimo la discesa è iniziata
Realizzo al fulmicotone che è la fine sono un blogger spacciato presto mi spiaccicherò al suolo, tutto ciò che pensavo di fare in futuro svanito, idem per il presente, tolto il passato perciò niente è salvo ma anche quest'ultimo presenta più punti di domanda che risposte quindi se non hai soluzioni presto pronte sul dal farsi in situazioni critiche ed alcun passato a cui aggrapparti temo che sia davvero la fine;

Blogger, this is the end!


Poco prima della metà meglio non tramare niente
E se fosse tutto solo un sogno, finzione e presto mi risveglierò? Una tale prospettiva apre la via a tutta un'altra serie di interrogativi tutt'altro che rassicuranti quella che spicca sulle altre, la principale mi tedia come un pungolo sull'anima pressapoco così: "Fosse anche così ovvero tutto un sogno la vita a cui tornare ne vale realmente la pena d'essere vissuta o è solo sopravvivenza, un labirinto nel nonsense intriso di stupidità e semi assenza di sana e buona volontà?

...poi tutto sembra come sfocarsi tra definibile ed incerto non esiste più alcuna linea di confine né di demarcazione e diviene un non luogo in cui tutto appare il contrario di tutto ragion per cui anziché precipitare per quel che ne so potrei anche risalirlo a piedi questo dannato grattacielo!

..ma poi tutto riprende esattamente come prima dove il sotto diventa sopra ed il sopra è valso come sotto ricordandomi inevitabilmente che manca sempre meno spazio a dividermi tra me e la mia dipartita.

blogging storytelling mad blogger


Subito dopo ad un passo dal suolo l'epilogo
E' il momento delle ultime volontà, cosa lascio, a chi, che cosa, ma è un lampo bianco totale che mi cogli d'improvviso, SBAM!! Mi rincolla alla seggiola da dove ha avuto luogo questa polluzione onirica lasciandomi con la bocca asciutta e quell'inconfondibile senso misto disgusto ad insoddisfazione latente di stare facendo dello storytelling peggio che mediocre, niente di diverso da un autentico incubo per il blogger dal blogging già assai poco convincente di per sé.


Newsletter Antonio Luciano blog porno blogging
newsletter blog antonio luciano
!NO SPAM!


Inserisci il tuo indirizzo email in cambio riceverai solo porno-blogging, enjoy:






Delivered by FeedBurner