Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

martedì 27 giugno 2017

Intervista a Bruna Picchi - web copywriter, blogger, social media manager

Web copywriter blogger social media manager blogging
Intervista a +Bruna Picchi - web copywriter, blogger, social media manager su: blogging, copywriting, web writing, scrittura online.

Tra le specialiste della scrittura online non potevo certo farvi mancare Bruna Picchi in arte Bruna Athena. Inutile aggiungere che intervistarla per me è un onore.

Le ho posto 11 punti di domanda che vanno dritti al punto su cosa sia importante per fare blogging e magari tentare di carpire qualche dritta utile a raggiungere il suo livello. Bruna è una professionista colta la cui comunicazione diretta senza tanti filtri ed inutili orpelli mi ha da sempre molto incuriosito e per cui non vedevo l'ora di intervistare. Finalmente ho potuto soddisfare questo mio desiderio ed al contempo condividerlo con voi, i miei lettori, quindi, buona lettura. 😊



Ciao Bruna come consuetudine ti va di presentarti e darci qualche indicazione in merito al tuo percorso formativo finendo per dirci di cosa ti occupi attualmente?

Ciao Antonio, prima di tutto ti ringrazio per avermi ospitata! Da dove comincio? Il mio percorso formativo è piuttosto variegato. Da piccola sognavo di fare l'astronoma, infatti all'università ho iniziato un percorso di studi scientifico, ma poi sono arrivata alla filosofia. Quando mi è stato chiaro che, oltre a subire il fascino del mondo digitale, desideravo fare della scrittura il mio lavoro, ho iniziato a studiare marketing e comunicazione. Ho lavorato al mio blog, ritagliandomi una fetta di visibilità e oggi sono una web writer.


Quando hai deciso di aprire un blog e perché?

Il blog l'ho aperto nel 2013, prima di iniziare ad interessarmi di web marketing e scrittura sul web. Il Mondo di Athena è nato, a suo tempo, per puro diletto: volevo semplicemente scrivere qualche commento alle mie letture. Solo in seguito ho approfondito le tecniche di web writing, tant'è che i primi risultati soddisfacenti sono arrivati solo dopo questa fase di studio.

Ancora oggi il blog per me non è solo una vetrina, ma anche una vera e propria piattaforma “sperimentale”: per gestirla al meglio bisogna studiare, essere curiosi e sperimentare.


Quanto lo trovi funzionale per svolgere la tua professione online?

Al momento è assolutamente fondamentale. Senza il blog non sarei riuscita nemmeno a fare le mie prime esperienze lavorative. Poi, come ho già detto, il blog è anche il luogo in cui sbagli, osi, impari.


🔵►Link suggerito:'Web Copywriter a 360°, benvenuti nel mondo di Bruna Picchi' by +Vincenzo Abate di +Keliweb SRL 


Sarei un bugiardo se non ti dicessi quanto apprezzi la tua schiettezza perciò perdonami se rompo subito gli indugi con una domanda secca e diretta, nella blogosfera Italiana secondo te chi ne capisce di blogging ed intendo per davvero ammesso che esso esista? (Stiamo pensando, forse, alla stessa persona?)

Caro Antonio, non ho voglia di fare nomi e per un semplice motivo: ho constatato che ci sono tante persone davvero competenti in materia e altre che lo sono meno, e solitamente sono persone che gestiscono propri blog. In realtà, dipende molto da quello che a te interessa in un dato momento del tuo percorso. Ci sono blog professionali che seguivo maggiormente nella fase iniziale della mia formazione e che ora seguo molto meno, mentre adesso seguo chi tratta tematiche che al momento mi serve approfondire. Direi l'ovvio dicendo che la persona che realmente se ne intende di blogging scrive correttamente, usa i paragrafi, scrive titoli efficaci, è attenta alla SEO, stabilisce dal principio un piano editoriale. Sono tutte cose vere, ma altrettanto assodate. Aggiungo solo che chi sa fare davvero blogging riesce a non essere mai noioso e a essere sempre al passo con i tempi.


Tra la figura del blogger versione maschile e quella femminile quali differenze anche paradossali o bizzarre hai notato?

Forse gli uomini sono un po' più ironici e le donne vagamente più poetiche, ma, tutto sommato, non credo ci siano sostanziali differenze.


Vedi fare il blogger come un gioco di ruolo o un calcolato professionista digitale?

Esistono tanti blogger per passione, moltissimi blogger che sono professionisti del digitale; non voglio aprire il dibattito su quanti si dicono professionisti del web senza saper scrivere in italiano (per dirne una), ma credo che il blogging sia una sorta di gioco di ruolo.

Tutti vogliamo dare di noi stessi un'immagine ben precisa a chi ci legge: indossiamo le vesti di un “personaggio”.

Cos'è questo, se non un gioco di ruolo?

Ogni gioco di ruolo richiede una buona capacità di calcolo, cioè una strategia: il blogging funziona solo se, fin dall'inizio, sai qual è il tuo obiettivo e come fare per ottenerlo.


bogging blog blogger web writing
www.ilmondodiathena.com


Ti capita mai di paragonarti ad altri blogger - seppur sapendo che non è mai “la strategia” farlo - ed avvertire che nel blogging c’è qualcosa che non va nella scala di valori ai fini della valutazione estremamente positiva e dell’immensa audience che per contro essi ricevono?

Certo! Vedi, è necessario studiare gli altri blogger e capire cosa  fa loro avere tanto successo.

Bisogna poi scegliere come procedere, in che misura trarre ispirazione dagli altri, in che modo fare la differenza: il principio di base è rispettare sempre i propri valori.

Non bisogna rimuginare su quanta attenzione ricevano blogger per noi non meritevoli: meglio concentrarsi su di sé, perché se si lavora con impegno e costanza i risultati prima o poi arrivano.


🔵►Link suggerito:'I 10 blogger “emergenti” più interessanti del web'


Dico guest blogging e pensi?

Il guest blogging può essere una bella esperienza di scambio, ma ha le sue regole ed è giusto rispettarle. È l'occasione per ritagliarsi uno spazio di visibilità e va colta al meglio.


Diametralmente opposto al tuo modo di intendere il blogging chi e cosa si posiziona?

Prima di tutto, chi scrive solo di cose di tendenza. In secondo luogo, chi scrive giusto per riempire il blog, senza curare i contenuti da pubblicare.


Quanto tempo dedichi al  giorno alla scrittura?

Dipende da cosa devo scrivere. Ad esempio, le recensioni dei libri le scrivo anche in un'ora, ma i post da viaggio almeno in 2 o 3. E sottolineo almeno!

I testi vanno riletti, corretti, editati, corredati di foto. A volte mi vanno via mattine o pomeriggi interi.


🔵►Link suggerito:'Intervista a Bruna Picchi, blogger de “Il Mondo di Athena'


Ritieni importante inserire il format delle interviste nel calendario editoriale di un blog e che opinione hai in merito al valore che esse apportano ai lettori?

Personalmente, ho scelto di non dare spazio alle interviste, ma questo non vuol dire che non le apprezzi. Sono molto utili quando stai approcciando una nuova tematica, ma anche per conoscere una nuova “personalità” del web.


CONCLUSIONI


Sono fortunato perché credo non si sia mai sentito nessuno lamentarsi di ricevere solo contenuti belli e costruttivi con espressioni del tipo, a rieccoci di nuovo una super intervista appena finita di redigere.

Semmai ci fosse un problema è quello di non avere più parole a disposizione per tirare delle conclusioni senza dover ripetere le stesse cose che fanno capo rispettivamente alla bravura, l'estrema professionalità, la gentilezza e potrei continuare, così, all'infinito, temo.

Eppure ciascuno di essi ha le sue peculiarità ed aspetti differenziali in grado di apporre la propria personalissima firma in tutto ciò che fanno nel web. Spesso frutto di un lavoro certosino, protrattosi a lungo nel tempo sono in grado di offrirci preziosi spunti per il nostro accrescimento personale e faccio riferimento in particolare alla prospettiva appartenente alla sfera professionale barra formativa.

I professionisti web sono persone speciali con un "quid" unico nel loro genere. Giunto a questo punto dopo quasi 50 interviste la ritengo una verità innegabile.

Non ha fatto certo eccezione Bruna Picchi che ringrazio per aver aggiunto un ulteriore arricchimento alle interviste dedicate agli specialisti web con la sua unicità e competenza ed a cui faccio i miei più sentiti complimenti.

Una professionista così preziosa ed originale che non poteva certo risultare ancora come mancante!