Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

giovedì 13 luglio 2017

Blogging? Una mestiere da perdenti!

blogging blogger
I blogger sono tutti dei perdenti, nessuno escluso, ma non in senso dispregiativo, trattasi di un complimento, fidati è proprio così. 😲

Sei un vincente o ti reputi tale? Mai assaporato l'amaro sapore della sconfitta?

Hai presente quel fiele che ti attraversa tutte le cellule sino ad ogni atomo del tuo corpo come un veleno che fa capo alla voce fallimento senza alludere necessariamente ad un fatto episodico?

Mi spiego meglio.

Faccio riferimento a quei lunghi  periodi nella vita in cui non si tratta di avere a che fare con qualche fase di plateau bensì con una mega e colossale momento NO.


Blogging una roba per perdenti


Il pesante contrappasso, però ha dell'insolito e se vuoi del paradossale perché quando fai autocritica non trovi proprio niente per cui doverti recriminare ciò che stai facendo.
Già qui non c'entra manco la pigrizia a farti il culo è un'attività per cui oltretutto ti stai dedicando anima e corpo da tempo seppure con risultati poco soddisfacenti.

Anche se perseveri tutto si è fatto molto deprimente.

Ecco, ti ho descritto in poche righe il blogging o peggio lo stato d'essere con cui ti troverai a combattere mentre ti troverai a praticarlo.

Un'agonia che promette di non mollarti a lungo e con cui dovrai imparare presto a convivere.

In ordine poi dovrai fare i conti, con i miscredenti della professione coloro che vorrebbero tanto diventare blogger ma non ci credono ad un punto tale da far demordere anche te visto che non valgono certo da incitamento, il lavoro isterico per cui offri consulenze a chi pur avendo bisogno un blogger copywriter specialista fanno le tue veci ma non ti ingaggeranno mai e l'immancabile losco figuro dedito a fare razzia di talento altrui e renderlo proprio solo in funzione di una firma dietro cui celarsi ma assai più pesante della tua.


Già questo basterebbe per ricondurre al tema principale questo post ovvero che fare il blogger è una roba per falliti.


Blogging e resilienza 


Ma è a questo punto che viene il bello.. ..si tratta di capire cos'ha un loser rispetto agli altri e per quale ragione non è diventato un vincente.

Elemento comune dei perdenti è aver sviluppato una resilienza fuori dal comune per i calci nel didietro e persino nei denti ricevuti a lungo nella vita. Abituati alla sconfitta permanente sono più inclini alle cadute e meno alla reazioni sbagliate, quindi a rialzarsi.

E nel blogging per perseverare è necessario non arrendersi mai specie se la nostra attività online è orientata esclusivamente alla quantificazione delle visite che riceviamo sul nostro blog.

L'andamento ciclico e altalenante è così irritante che può dare sui nervi quel tanto che basta da far mollare la maggior parte delle persone che conosco.

Infine avversità a parte si tratta di lavorare senza ricevere nulla in cambio almeno nell'immediato, figuriamoci denaro e pure per molto tempo. Cosicché mi torna assai più difficile pensare a tale senso del sacrificio esteso anche alle persone che non conosco al fine di trovarne anche una che faccia qualcosa per nulla.

Tolti i generosi e gli idioti, per ovvie ragioni, chi rimane disposto all'abnegazione/stillicidio di fare blogging gratis?


Il blogger è il 1° tra i vincenti mancati


Ecco che ritorna il tema iniziale dello pseudo-fallito, soggetto/individuo abituato a lavorare in questa società, lo stesso e comunque, pur accettando di svolgere il proprio  ruolo nella scomoda posizione di non essere in vista di nessun risultato garantito all'orizzonte ma in grado di procedere lo stesso a lungo ed a testa bassa pur avendo vissuto una vita di sole sottrazioni.

Una società strana, diranno alcuni di voi, io rimango in disparte seppure confuso.

Quindi il blogger, infine è un perdente o vincente?


blogger blogging



Crediti foto: 1, 2